Non solo Atlantide: il mistero di Mu e Lemuria

Come ve la cavate in geografia? Se vi chiedessi quanti sono i continenti sono certa mi direste che sono 5: Europa, Asia, Africa, America e Oceania. E se io vi dicessi che in realtà potrebbero essere stati 7, perché esistevano anche Mu e Lemuria? Sicuramente molti di voi mi suggerirebbero di tornare a studiare, ma fino al secolo scorso, in verità, erano in tanti quelli che credevano che i continenti fossero, appunto, sette, e aggiungevano quelli che ho appena citato, Mu e Lemuria, al conto dei già conosciuti 5. Mu e Lemuria sono i cosiddetti “continenti perduti”. Entrambi furono “scoperti” (o meglio, fu ipotizzata la loro esistenza) nel 19° secolo e continuano ad avere alcuni credenti anche al giorno d’oggi. I due continenti perduti sono simili per alcuni aspetti a quelli conosciuti, mentre per altri aspetti sarebbero profondamente diversi, ma tutto questo non fa altro che aumentare i dubbi su una storia davvero controversa.

Terremoto e “ora del diavolo”
cose da blog , terremoto / 26 agosto 2016

C’è un collegamento tra l’ora del diavolo e il terremoto che ha sconvolto il centro Italia nei giorni scorsi? in moti siti, in questi giorni, stanno comparendo post dedicati al nesso tra la cosiddetta “ora del diavolo” (le 3.33) e l’ora in cui si sono verificati due tra i più disastrosi terremoti del Centro Italia, quello delle 3:32 del 6 aprile 2009 quando l’Aquila venne devastata e appunto quello delle 3:36 del 24 agosto 2016, che ha fatto piombare nel caos e nella disperazione Amatrice, Accumoli, Arquata del Tronto, Pescara del Tronto, Norcia, Castelsantangelo sul Nera. Cos’è l’ora del diavolo?

Ghost town: la città fantasma più famosa al mondo
LUOGHI STREGATI , paranormale , TERRA! / 28 gennaio 2016

Immaginate di guardare da una finestra il tramonto di una serata nebbiosa, di osservare il sole che abbandona il giorno, senza riuscire a far passare i suoi ultimi raggi attraverso la spessa cortina di nebbia. Immaginate di vedere qualcosa che sbuca dalle basse nubi, e di veder apparire, lentamente, lo skyline spettrale di una città misteriosa che galleggia nel cielo sopra di voi. Una ghost town si è appena materializzata. Una scena quasi apocalittica, ma è quanto è effettivamente accaduto ai primi di ottobre 2015, quando i residenti di Foshan, cittadina cinese, hanno visto una misteriosa città fantasma apparire all’orizzonte. La stessa cosa avvenne un paio di giorni più tardi a Jiangxi. Non sono stati casi isolati: già nel 2011 apparve una città fantasma a Huanshan City, città che sembrava galleggiare. Da allora, questi miraggi sono divenuti sempre più frequenti, e la gente si è spesso interrogata su cosa fossero: apparizioni di città fantasma, città appartenenti a un’altra dimensione o città un tempo esistenti e poi misteriosamente dissolte, proprio come la nebbia che adesso le svela?

Skeleton lake, il lago degli scheletri

Nel 1942 una guardia forestale britannica di Roopkund, piccola cittadina in India, fece una scoperta a dir poco allarmante. Si trovava infatti nei pressi di un lago a quasi 16.000 piedi sul livello del mare, situato al centro di una pittoresca valle, chiamato lì da una famigliola di campeggiatori che si era trovata a tu per tu con un cadavere: la faccia scheletrica di un uomo era apparsa sotto i ghiacci che ricoprivano il lago, e che andavano ritirandosi. Inizialmente si pensò a un escursionista rimasto vittima del freddo, ma quando poi i ghiacci continuarono a sciogliersi, a causa di un anomalo innalzamento della temperatura, apparve ben chiaro che non si trattava di un caso isolato, poichè altri scheletri vennero portati alla luce. Alla fine, a causa della ritirata del ghiaccio, oltre duecento corpi, perfettamente conservati, giacevano distesi lungo le sponde del lago.

Eclissi di sole 20 marzo 2015 in diretta streaming!
meteo & co. , TERRA! / 20 marzo 2015

Ecco l’eclissi di sole del 20 marzo 2015 in diretta! da VIRTUALTELESCOPE oppure dal sito del CNR Per seguire l’eclissi, un consiglio importante: evitare di osservare direttamente il Sole. Usate gli occhialini specifici per eclissi, i vetri da saldatore, ma nessun altro strumento! No quindi ai vetri affumicati, agli occhiali da sole tradizionali, alle maschere da sub (!), alle vecchie radiografie. E poi, ammonisce la NASA, non guardate il Sole ininterrottamente. Fate pause e fate riposare i vostri occhi. E non usate normali occhiali da sole: non offrono una protezione sufficiente. In Italia l’ultima eclissi solare è stata l’11 agosto 1999, anche se il 3 ottobre 2005 se n’è verificata un’altra visibile parziale da tutta Italia e quasi totale dalla Sicilia. L’ultima eclissi totale vista da tutto il nostro Paese è stata quella del 15 febbraio 1961. Le prossime eclissi visibili dall’Italia saranno tutte parziali: il 6 giugno 2020 si potrà ammirare soltanto dal Sud, il 10 giugno 2021 si potrà ammirare solo dal nord, il 25 ottobre 2022 da tutt’Italia, ma saranno molto meno significative di quella di oggi. Per attendere un evento simile bisognerà aspettare l’eclissi solare del 12 agosto 2026 che sarà quasi totale e si potrà osservare al tramonto, uno…

20 marzo 2015: eclissi solare e profezie da fine del mondo
meteo & co. , profezie , TERRA! / 12 marzo 2015

Il prossimo 20 marzo 2015 ci sarà una nuova eclissi solare. Il fenomeno sarà visibile soprattutto in Europa settentrionale e parzialmente anche in Italia. Non c’è nulla di straordinario, in questo: il fenomeno non è infatti certamente raro ma è comunque atteso, sia dagli appassionati di astronomia, sia dai catastrofisti che cercano di vedere in questi fenomeni degli “allacciamenti” con le tante profezie che fa tempo immemore popolano il web. Questa nuova eclisse porterà la fine del mondo? Oppure è semplicemente un fenomeno astronomico ciclico, senza nessuna conseguenza?   SEGUI QUI L’ECLISSE IN DIRETTA STREAMING!

La sorgente del maltempo
leggende , TERRA! / 12 ottobre 2014

Credo sia tempo di riprendere a scrivere…sebbene il tempo per farlo sia sempre molto, troppo, poco. Un po’ perchè il lavoro mi assorbe completamente, un po’ perchè le idee latitano, un po’, soprattutto, perchè i post chilometrici che ero solita fare mi assorbono così tanto tempo che riesco sì e no a terminarne uno ogni due settimane…per cui, iniziamo a scrivere qualcosa di un po’ più corto, lasciando magari i post di approfondimento a tempi più…tranquilli. Tutto questo parlare di tempo mi ha fatto decidere di parlarvi, appunto, del tempo. Ma non del tempo in senso di quella cosa che scorre decisamente troppo rapidamente, quanto di quello meteorologico. Oggi infatti vi voglio parlare di un’antica leggenda trentina, che parla di una sorgente molto particolare, situata vicino al villaggio di Maurina. Siamo in Trentino, nelle vicinanze di Spormaggiore, dove tra si troverebbe un castello…parecchio infestato.

27 ottobre 2013: è tornata l’ora solare. Pro e contro
meteo & co. / 27 ottobre 2013

Chi di voi stanotte si è alzato alle 3 per spostare indietro le lancette dell’orologio di un’ora? Immagino nessuno (per fortuna!), ma chi non se n’era ricordato ieri sera, stamattina al risveglio forse avrà acceso la tv alle 7 per vedere la gara di MotoGP in diretta da Motegi…e invece non avrà visto la partenza, bensì la gara già conclusa, con Lorenzo primo sul podio e a soli 13 punti da Marquez…mondiale apertissimo e titolo che si assegnerà domenica prossima a Valencia, nell’ultimo GP della stagione. Ma perchè non avete assistito alla partenza? Semplice, vi siete alzati alle 7, mentre la gara iniziava alle 6. Vi siete dimenticati di spostare indietro le lancette dell’orologio. Vi siete dimenticati che stanotte è tornata l’ora solare!

Show Buttons
Hide Buttons