Stephen Young, condannato dalla tavoletta Ouija

2 Risposte

  1. Nick Parisi ha detto:

    Posso comprendere il motivo per cui la condanna venne inizialmente sospesa, uno dei più importanti principi della giurisprudenza anglosassone verte sul fatto che un processo con giuria non debba subire nessuna influenza e nessun pregiudizio. Il fatto che alcuni giurati si fossero convinti della colpevolezza di Young non sulla base delle prove portate in aula ma da elementi esterni è grave.
    Una “leggerezza” come questa avrebbe veramente potuto rischiare di lasciar libero un pericoloso omicida.

    • Donata Ginevra ha detto:

      infatti. Ma, come si suol dire, sono “americanate”… certo però che non mi ero mai imbattuta in una cosa del genere, cioè…ok che la tavoletta è qualcosa di straordinario, sotto molti punti di vista, e non necessariamente positivi, ma che la gente si fidi a tal punto di una cosa del genere, perfino per giudicare sulla vita o sulla morte di un’altra persona, beh mi lascia sempre più basita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Show Buttons
Hide Buttons