Non è Tecumseh!
Ultimamente mi sto appassionando alle storie di maledizioni. Oggi vi voglio parlare di una strana maledizione che sembra colpire tutti i Presidenti degli Stati Uniti d’America che entrano in carica in anni terminanti con lo zero. In teoria questo non sembra toccare Barack Obama, entrato in carica nel 2008 e poi riconfermato nel 2013, anche se nove dei suoi predecessori ne hanno fatto le spese, e con conseguenze fatali per sette di loro. Il tutto nasce e si riferisce a Tecumseh (1768 – 1813) che fu un grande capo indiano, nativo americano, della trib√Ļ di Nord Shawnee. Questa trib√Ļ cov√≤ pazientemente il suo rancore nei confronti degli invasori dalla pelle bianca; sopport√≤ con fiero stoicismo l’invasione di pianure e foreste da parte dei bianchi; ma Tecumseh, dopo aver visto morire il padre all’et√† di sei anni, e dopo aver visto sua madre violentata e uccisa da un generale americano, decise che era tempo, per la sua gente, di ribellarsi. Con una maledizione che miete vittime da pi√Ļ di 130 anni.   La “maledizione di Tecumseh” risale alla Battaglia di Tippecanoe del 1811. William Henry Harrison, Governatore del Territorio dell’Indiana, nel 1795 corrompe gli indiani d’America affinch√® vendessero la loro terra al governo degli Stati Uniti, in cambio di coperte, oggetti senza valore, animali domestici e botti di whisky, causando, oltre che lotte interne, il preoccupante fenomeno dell’alcolismo dilagante tra gli indigeni. Era questo ci√≤ che prevedeva il trattato di Greenville. Di fronte a questi eventi, il solo che tent√≤ una rivolta fu proprio Tecumseh, che tent√≤ di radunare le altre trib√Ļ indigene per creare una federazione di stati indiani che dovessero in certo qual modo arginare l’avanzata delle truppe governative. Tent√≤ addirittura di discutere con il presidente americano Harrison, ma nel 1811, la citt√† di Tecumseh, lungo il fiume Tippecanoe, viene conquistata e incendiata. Tecumseh allora lancia la sua maledizione sia¬†contro Harrison che contro tutti i futuri inquilini della Casa Bianca: tutti quelli eletti con lo zero, periranno per mano violenta. In seguito appoggi√≤ gli inglesi, nella speranza che le truppe di Sua Maest√† riescano a porre ordine e a ricacciare gli invasori, ma anche questo suo sogno miseramente fallisce. Tecumseh, il cui nome in lingua shawnee significa “stella cadente” cadr√† davvero con le armi in pugno, durante la battaglia del fiume Thames, in Ontario… ma la sua maledizione non √® affatto morta, e continua a mietere vittime. Ecco infatti la lista dei presidenti che sono morti sotto il giogo di questa profezia:
  • William Henry Harrison¬†eletto nel 1840, √® morto di polmonite un mese dopo la sua elezione.
  • Abraham Lincoln, eletto nel 1860, fu assassinato nel 1865.
  • James Garfield, eletto nel 1880, √® stato ucciso da un disoccupato nel 1881.
  • William McKinley, rieletto nel 1900, colpito da due proiettili sparati da un anarchico, il 6 settembre 1901, √® morto per le ferite riportate,¬†dopo settimana e un giorno.
  • Warren G. Harding, eletto nel 1920, √® una vittima di polmonite nel 1923, per un viaggio di ritorno dall’Alaska.
  • Franklin Delano Roosevelt,¬†rieletto nel 1940 (la sua terza rielezione), √® morto dopo il suo quarto mandato¬†nel 1945 per¬†una emorragia cerebrale.
  • John Fitzgerald Kennedy, eletto nel 1960, fu assassinato nel 1963 a Dallas.
Tuttavia, due presidenti sembrano aver bypassato la maledizione:
  • Ronald Reagan, che √® stato eletto nel 1980, √® morto di vecchiaia nel 2004. Tuttavia il suo primo mandato √® stato¬†caratterizzato da un tentativo di assassinio.
  • George W. Bush, eletto nel 2000, √® ancora vivo, nonostante abbia subito anche un tentativo di assassinio durante la sua presidenza. Tuttavia non si pu√≤ non ricordare che durante il suo mandato si sono verificate autentiche tragedie per il popolo americano, la tragedia dell’11 settembre in primis, e poi le guerre in Afghanistan e in Iraq, cos√¨ come la¬†crisi economica e finanziaria che ha toccato non solo l’America, ma il mondo intero. E della quale stiamo ancora pagandone le conseguenze.
  E Tecumseh? beh si dice che il suo fantasma ogni tanto appaia ancora presso la Casa Bianca, come a testimoniare che la maledizione √® ancora attiva.     per saperne di pi√Ļ:¬†http://allangregg.com/tecumseh/
Print Friendly, PDF & Email


Ti potrebbero interessare anche...

3 thoughts on “La maledizione che fa paura ai presidenti USA

  1. Fabrizio ha detto:

    La maledizione √® stata spezzata da un gruppo di cristiani nel 1980, tra cui il predicatore britannico Derek Prince. Ecco perch√© Reagan e Bush non sono morti durante il loro mandato. Cercate il video “how to pass from curse to blessing” di Derek Prince su youtube, lo spiega.

  2. Marco Lazzara ha detto:

    Io ho il sospetto che sia inventata di sana pianta. Una maledizione di un indiano che dice “periranno quelli eletti con lo zero”. Ho qualche dubbio ne√≤ pensare che gli indiani avessero familiarit√† con discorsi quali elezioni.

  3. Nick Parisi ha detto:

    Non so se la maledizione esista, ma gli americani dovrebbero vergognarsi per come si sono comportati nei confronti dei Nativi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: A questo blog non piace il copia-incolla!