UFO ed extraterrestri: il caso di Linda Cortile
UFO e alieni / 3 giugno 2018

Aderente a mondo del paranormale, il fenomeno del rapimento alieno ha scatenato, e continua a scatenare, moltissime opinioni. I dibattiti tra i possibilisti e i negazionisti non si contano, così come non mancano le storie su rapimenti alieni e affini. Molte di queste storie vengono etichettate come bufale, altre che cercano di farsi strada nella valle della verità… Questo è il caso, ad esempio, del rapimento di Linda Cortile, meglio conosciuto come l’Abduction di Manhattan. Tutto parte con uno dei più importanti e conosciuti investigatori UFO del mondo, Budd Elliot Hopkins. Famoso per essersi focalizzato non tanto sugli incontri ravvicinati, quanto sulle segnalazioni di rapimenti da parte di alieni, Hopkins riversò tanta della sua curiosità nella ricerca del fenomeno che finì per essere conosciuto col soprannome di “Il padre del movimento di rapimento”. Ha scritto un paio di libri sull’argomento, il secondo dei quali è il protagonista indiretto di questa storia. Nell’aprile del 1989, la quarantanovenne Linda Cortile s’imbatté proprio in questo libro, dal titolo Intruders: The Incredible Visitations at Copley Woods, e cominciò a leggerlo. Più leggeva, più iniziava a farsi delle domande, strettamente legate con la sua esperienza. Tredici anni prima infatti, Linda aveva scoperto una protuberanza sul…

Ufo e rapimenti alieni: lo strano caso di Zigmund Adamski
cold case , UFO e alieni / 2 maggio 2018

6 giugno 1980, Tingley, West Yorkshire, Inghilterra. Zigmund Adamski, minatore  polacco di 56 anni, si allontana di casa per delle commissioni. Solo le 15:30 quando viene avvistato al negozio del fruttivendolo, dove sua moglie, Leokadia Kowalskamì, lo ha mandato per comprare delle patate. Da quel momento, Zigmund sparisce letteralmente nel nulla. Non vedendolo tornare, Leokadia lancia l’allarme: dove è finito suo marito? Magari in qualche pub, ubriaco fradicio? No, perchè Zigmund non è un gran bevitore, anzi. Lui è un uomo tranquillo, senza problemi, gran lavoratore, che ogni tanto si concede il vizio di una sigaretta, ma l’alcol…proprio non è nelle sue corde. Leokadia è preoccupata: è la prima volta che il marito tarda così tanto… che gli sia successo qualcosa? un incidente?

Messico: i misteri della zona del silenzio
UFO e alieni / 28 marzo 2018

Il nostro pianeta è pieno di misteri. Uno dei misteri più noti è il Triangolo delle Bermude, ma c’è un’altra località, meno conosciuta, ammantata di leggende che non hanno nulla da invidiare a quelle del famoso Triangolo del Diavolo. Il nome di questa località, che si trova in Messico, è Zona del Silenzio, nota anche come la Zona Silente Mapimi. Gli scienziati hanno soprannominato questa zona come “Mar de Tetys”, o il Mare di Thetys, perché una volta completamente sommersa dall’acqua, come si vede dalle tracce di vita marina trovate nei fossili della zona. Dov’è la zona del silenzio? Non lontano da Bolsón de Mapimí, in Messico, c’è un’area desertica lunga circa 50 chilometri che ha guadagnato il nome la Zona del Silencio. Qui si incontrano gli Stati di Chihuahua, Durango e Coahuila, a circa 400 miglia a sud di El Paso, in Texas. La Zona del SIlenzio è chiusa, a est, da una catena montuosa. Non ci sono insediamenti urbani, in quest’area: il villaggio più vicino, Ceballos, è a circa 25 miglia di distanza. Il suo essere così isolata ha alimentato molte leggende, e anche se molte di essere sono state dimostrate assolutamente false e prive di fondamento, nondimeno…

Show Buttons
Hide Buttons