Donnie Decker, l’uomo della pioggia
poltergeist / 10 maggio 2018

La storia di Donald “Donnie” Decker, per gli amici semplicemente Don, che divenne noto al mondo come Rain Man, l’uomo della pioggia, è senza dubbio uno degli eventi paranormali più documentati della storia recente. La sua credibilità si basa sui racconti di molti testimoni, tra i quali molti erano professionisti delle forze dell’ordine, e quindi di indubbia integrità. Questa bizzarra storia ebbe inizio il 24 febbraio 1983 a Stroudsburg, Pennsylvania, dopo che il nonno di Don Decker, James Kishaugh, passò a miglior vita. Mentre tutti i parenti piangevano per la morte di James, l’unico che non mostrava alcun segno di dolore era proprio Donnie, che invece appariva calmo, tranquillo, perfino sollevato. Molti dei presenti giudicarono Don Decker un insensibile… ma quello che nessuno sapeva era il terribile segreto che univa Donnie a suo nonno James.

La casa dei demoni della famiglia Ammons. L’esorcismo
case stregate , esorcismo , poltergeist / 13 febbraio 2018

Come abbiamo visto nella prima parte dell’articolo, in casa Ammons succedevano delle stranezze, se così vogliamo chiamarle: sciami di mosche, passi, suoni misteriosi. Una sera, la signora Amons scoprì la figlia maggiore mentre lievitava sopra il suo letto… Da allora, la situazione peggiorò: due chiaroveggenti che erano state chiamate a investigare in casa sentenziarono che quella casa era infestata non da un fantasma, ma da oltre duecento demoni. Latoyna Ammons, sua madre Rose non sapeva più cosa fare, anche perchè sembrava che i demoni avessero preso di mira proprio i figli della donna… Intervenne la polizia, intervennero le assistenti sociali per stabilire la natura di quegli strani fenomeni che erano stati registrati anche dall’ospedale presso cui Latoyna Ammons si era rivolta. E proprio all’ospedale arrivò la svolta.

La casa dei demoni della famiglia Ammons. Prima parte
case stregate , esorcismo , poltergeist / 11 febbraio 2018

Quella che sto per presentarvi è la storia di una casa infestata. Una storia di possessione-vessazione diabolica veramente singolare, molto diversa dai casi di poltergeist che ho narrato finora… Il fatto si svolse nell’Indiana, e la cosa che lo rende sensazionale è che tutta la vicenda è provata, senza ombra di dubbio, dalle testimonianze (tra cui c’è anche una fotografia) della polizia, di funzionari della sanità pubblica americana, e perfino dalla Chiesa. L’elemento che più mi ha sorpreso, in questa storia, è che i dati di maggior interesse, che ho riportato in quest’articolo, non vengono da blog o siti di paranormale, come invece avviene per la maggior parte degli articoli che trovate su Pensierospensierato, ma da una fonte che definirei quasi “incredibile”. Perchè chi ne ha parlato, diffusamente, e con dovizia di particolari, è stato il Vatican Insider, che come forse non tutti sapranno, è la sezione del sito online del quotidiano La Stampa che si occupa prevalentemente di notizie del mondo ecclesiastico. Date un’occhiata a Vatican Insider, e capirete di cosa sto parlando. Ebbene, è proprio il Vatican Insider a raccontare questa vicenda, attraverso la penna di Marco Tosatti, ancora nel 2014. E nonostante siano passati 4 anni, quella…

Il poltergeist del Tennessee, ovvero il caso della strega dei Bell
poltergeist / 12 gennaio 2018

Quello del poltergeist del Tennessee è uno dei casi di poltergeist più violenti mai avvenuto, a memoria d’uomo. Ebbe come protagonista John Bell, morto, forse a causa del poltergeist stesso, nel 1817. Tutto era cominciato a Robertson County, Tennessee, nella fattoria di John Bell. Un giorno, mentre era in giro a controllare i suoi possedimenti, John si trovò faccia a faccia con un animale, corpo di cane e testa di coniglio, che stava in mezzo alla strada e lo fissava intensamente. John gli sparò contro, senza però colpirlo, e la creatura scomparve letteralmente nel nulla. Leggermente impressionato dall’accaduto, John tornò a casa, e quella sera stessa, mentre era a cena, aveva udito rumori di unghiate alle porte e alle finestre, ma aveva ipotizzato potesse trattarsi di qualche animale selvatico che grattasse sul legno, o magari qualcuno che tentasse di entrargli in casa… John controllò, ma non vide nulla. Nonostante egli stesso fosse abbastanza impressionato, riuscì a tranquillizzare la moglie e i figli. Poi, alle unghiate si sommarono colpi alle pareti della casa. Il rumore era fastidioso, e più che altro inquietava la frequenza con cui la cosa si ripeteva: una sera, quella dopo, quella dopo ancora…

Caledonia Mills, quando il poltergeist gioca con il fuoco
case stregate , cold case , poltergeist / 4 ottobre 2017

Nel gennaio del 1922, l’agricoltore Alexander MacDonald, sua moglie Janet e la loro figlia adottiva Mary Ellen, lasciarono precipitosamente la loro casa di campagna a Caledonia Mills, in Nuova Scozia, dopo essere stati vittime di quasi trenta attacchi da parte di un poltergeist particolarmente violento, che si manifestava per lo più attraverso incendi. Nonostante molti ricercatori, giornalisti, detective e investigatori paranormali abbiano esaminato sia l’azienda agricola che la casa dei MacDonald, il cosiddetto “spettro di fuoco” non è stato mai spiegato in modo completo. L’attività del poltergeist affliggeva ormai la famiglia da quasi un anno: nessuno dei MacDonald riusciva a dare una spiegazione agli strani fenomeni che avvenivano nella loro azienda. Fenomeni che includevano lo spostamento del bestiame quando il fienile era deserto, la comparsa di grosse quantità di cenere nel latte conservato, e le code dei cavalli che venivano trovate intrecciate tra loro, con grande sofferenza da parte degli equini. I fenomeni più notevoli, tuttavia, erano gli incendi, di piccole e medie dimensioni, che si verificarono di continuo, e che hanno affibbiato alla fattoria di Caledonia Mills il nome con cui è ricordata: la fattoria dello spettro di fuoco.

The haunting, il terribile caso della famiglia Smurl
case stregate , esorcismo , poltergeist / 23 agosto 2017

Dal 1974 al 1987, una famiglia americana che risiedeva a Welles House, una bella casetta in Chase Street, a West Pittston, in Pennsylvania, visse degli episodi di autentico terrore a causa di un poltergeist particolarmente violento che sembrava essersi accanito con loro. La storia della famiglia Smurl cominciò quando Jack e Janet Smurl si trasferirono da Wilkes-Barren in Pennsylvania a West Pittson, per sfuggire ai danni provocati dall’uragano Agnes, che si era abbattuto in quella zona nel 1972. Così nel 1973 traslocarono nel duplex che i genitori di Jack avevano acquistato, condividendo la casa con loro. Jack, Janet e le loro due figlie, Dawn e Heather, vivevano in una metà della casa mentre i genitori di Jack, John e Mary, vivevano nell’altra. La casa era stata costruita nel 1896, e dava su una strada tranquilla in un quartiere abitato prevalentemente da persone di media classe sociale. Insomma, una casa ordinaria, che però, purtroppo per i suoi occupanti, divenne straordinaria, e nel modo peggiore. Jack e Janet erano cresciuti ispirati ai valori della fede cattolica, e i genitori di Jack erano forti nella loro fede religiosa. Erano una famiglia unita, con forti valori. Dopo aver acquistato la casa, iniziarono a fare qualche piccolo lavoro…

Il poltergeist di South Shields, un caso inquietante
case stregate , fantasma , poltergeist / 31 luglio 2017

Quello del Poltergeist è uno dei fenomeni paranormali che più mi affascina. Ne ho parlato in più occasioni, qui sul blog, presentandovi diverse storie in cui il protagonista principale era proprio lo “spirito fracassone”, un fenomeno paranormale molto particolare, che riguarda manifestazioni quasi giocose e fracassone, in cui uno spirito si diverte a spostare oggetti, far rumori di ogni tipo, molestare anche fisicamente le persone soprattutto se è particolarmente forte, ma oggi vi voglio parlare di quello che, forse, è il caso più eclatante in assoluto. Mettetevi comodi, perché questa è l’inquietante storia del poltergeist di South Shield.

The Conjuring2, ovvero Peggy Hodgson e il caso del poltergeist di Enfield
case stregate , poltergeist / 26 luglio 2017

Tra tutti i casi fin qui narrati di poltergeist, quello che sicuramente è il più famoso di tutti, anche del caso di Harrysville, è il caso del poltergeist di Enfield, avvenuto nell’omonima cittadina a nord di Londra, tra l’agosto 1977 e il settembre 1978. Ambientazione della storia è la casa di Peggy Hodgson, una donna divorziata che viveva a Enfield con i suoi 4 figli, (Margaret, Janet, Pete e Jimmy) in una casa popolare al 284 di Green Street. Di punto in bianco, la sua casa divenne teatro di fenomeni decisamente preoccupanti: letti che tremavano, colpi e fragori che non si capiva da dove provenissero, oggetti che lievitavano e si spostavano da soli, spesso colpendo i membri della famiglia.

Show Buttons
Hide Buttons