Lo strano caso del poltergeist di Thornton Heath

Thornton Heath
Thornton Heath

Durante gli anni ’70, a Thornton Heath , in Inghilterra, una famigliola felice divenne il bersaglio di un’entità molto arrabbiata che risiedeva nella loro casa. Il poltergeist di Thornton Heath è senza dubbio uno dei più famosi casi di poltergeist del Regno Unito.
Tutto ebbe inizio in una calda notte di agosto, quando in una casa a Thornton Heath, la radio si accese improvvisamente da sola, trasmettendo qualcosa in una lingua incomprensibile. La voce della radio era così alta che ben presto tutta la famiglia si svegliò, e si mise in ascolto della trasmissione. Era una stazione radio che nessuno di loro aveva mai ascoltato prima, e nessuno aveva la minima idea del perché si fosse verificato il rumore improvviso.
Nelle notti seguenti, gli strani fenomeni si ripeterono: le lampade si accendevano da sole, gli apparecchi radio si accendevano e spegnevano da soli, alcuni elettrodomestici si animavano improvvisamente…E questo fu solo l’inizio di quattro anni di tormento.

Se inizialmente il poltergeist si era limitato a far sentire la sua presenza agendo sugli oggetti, nel 1972 il fantasma prese di mira i membri della famiglia (della quale, per inciso, non sono riuscita a trovare il nome in nessuna delle fonti che parlano di questo caso, il che, a maggior ragione, farebbe propendere per una trovata pubblicitaria o per un’invenzione bella e buona).

Per prima cosa, più o meno nel periodo delle feste natalizie, l’uomo di casa venne fisicamente aggredito da una figura che volteggiava nel soggiorno. Venne colpito così duramente che crollò su una sedia vicina. Mentre la moglie cercava di rimetterlo in piedi, l’albero di Natale che era stato appena realizzato si alzò dal pavimento e iniziò a tremare. Negli anni seguenti, la serie di strani fenomeni continuò. La famiglia sentì dei passi per tutto il piano superiore della loro casa. Una sera, durante una cena con amici intimi, la porta cominciò a tremare e a battere violentemente. Gli ospiti, che ovviamente non erano preparati a qualcosa del genere, si alzarono da tavola pronti a scappar via, ma la porta del soggiorno si spalancò e tutte le luci della casa iniziarono a tremolare.

Inutile dire che dopo quell’episodio nessuno ebbe più coraggio di mettere piede nella casetta di Thornton Heath.

Solo la famiglia proprietaria di quella casa continuò a resistere, facendo finta di nulla, nonostante ormai il poltergeist diventasse ogni giorno sempre più aggressivo. Una notte, uno dei bambini della famiglia si svegliò di soprassalto, e corse a chiamare la mamma spaventato, poichè, disse, qualcuno si era appena sollevato sopra il suo letto e lo osservava minaccioso. La donna pensò che il bambino avesse avuto un incubo, ma una volta che fu entrata nella stanza da letto del figlio si accorse di un odore molto strano e disgustoso che aleggiava nella stanza, un odore, come lo descrisse in seguito, simile alla carne in putrefazione.
L’incidente venne considerato risolto, se non fosse che di nuovo, pochi giorno più tardi, il bambino si svegliò urlando nel cuore della notte, dicendo a sua madre che lo stesso uomo, che indossava “vestiti all’antica“, era tornato a fargli visita.

Fu dopo questi due incidenti che la famiglia decise, finalmente, di cercare aiuto.

Per prima cosa, la donna si recò presso la chiesa locale, esponendo al gruppo di preghiera che si riuniva tutte le sere il suo problema. Il gruppo di preghiera la mise in contatto con un prete che poteva eseguire una preghiera di benedizione sulla casa. Il prete andò, e benedisse i locali di Thornton Heath, ma stranamente questo fece solo peggiorare le cose: le manifestazioni del poltergeist cominciarono a intensificarsi e a diventare sempre più violente.

A questo punto la famiglia fu indirizzata a un medium che visitò la loro casa per tentare di localizzare la causa del poltergeist. Il medium, dopo aver visitato la casa in lungo e in largo ed essersi soffermato in alcuni punti in particolare, sentenziò che la casa era effettivamente abitata da un defunto di nome Chatterton. Il fantasma era arrabbiato con la famiglia perché li vedeva come invasori della sua casa.

La famiglia fece alcune ricerche d’archivio e venne a sapere che effettivamente la casa in cui abitavano era stata costruita da un contadino di nome Chatterton, che l’aveva abitata con la moglie intorno alla metà del XVIII secolo. Quello che avevano visto tutti, quindi, era lo spirito di Chatterton, ma non è tutto: poco dopo questa scoperta, anche la moglie di Chatterton iniziò a fare le sue apparizioni, prendendo di mira la madre della famiglia. Ogni volta che la donna andava al piano di sopra, le sembrava che qualcuno la stesse seguendo. Una volta, la donna era salita al piano di sopra con una cesta piena di panni da stirare, e aveva avuto la sensazione, mentre saliva le scale, di essere seguita. Giunta al piano di sopra, la donna si era girata di scatto, appena in tempo per scorgere la moglie di Chatterton che la stava seguendo. Non appena la vecchia signora si vide scoperta, svanì.

I fenomeni continuarono, talvolta violenti, talvolta più blandi, ma ormai nessuno di quella famiglia poteva stare in quella casa senza che quotidianamente non avvenisse qualcosa di soprannaturale. Alla fine, i fenomeni ebbero il sopravvento, e dopo quattro anni di “convivenza”, la famiglia gettò la spugna. Comprarono una nuova casa e lasciarono la casa di Chatterton. Una volta che la famiglia fu uscita da quella casa, i fantasmi cessarono le loro manifestazioni.

Altre famiglie hanno abitato quella casa, dopo i fatti che vi ho narrato… ma nessuna di esse ha più segnalato attività paranormali in quella casa.

Ma il mistero resta. Non tanto per il poltergeist (che sembra così tanto ricordare la storia ben più famosa di Enfield), ma per il fatto che sembra a tutti gli effetti una bufala. Ho trovato infatti il commento di un abitante di Thornton Heath che così scrive (su http://www.mindsetcentral.com/archives/5757):

Come residente di Thornton Heath, mi piacerebbe conoscere la posizione di questa “casa del diciottesimo secolo”. Ci sono pochissime case in questa zona che sono molto più vecchie della metà della fine del diciannovesimo secolo, e avendo vissuto lì per circa 20 anni e avendo un interesse per l’architettura, trovo difficile immaginare dove si possa trovare questa casa, specialmente perché conosco la zona molto bene. A causa dei pesanti bombardamenti durante la seconda guerra mondiale, molte delle case originali furono distrutte e molte case nuove furono erette negli anni Cinquanta. Prima di questo periodo gran parte della terra era agricola. Ricordo che la storia del poltergeist era ambientata in una casa costruita negli anni ’30, che era vissuta dalla famiglia “infestata” nei primi anni settanta.
E, se non ricordo male, questo evento non si rivelò in seguito una beffa perpetrata per fare soldi con i giornali?



Ti potrebbero interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.