* Tarocchi10: tarocchi e consulti *

2 maggio 2018

——————————————————————-

Oggi parliamo di tarocchi. Come sapete, quello dei tarocchi è un argomento che avevo iniziato a trattare molto tempo fa, e anche la mia collezione di tarocchi si sta ampliando sempre più… ne ho così tanti mazzi che davvero… non so più dove metterli. Ricordo ancora quando avevo iniziato la mia collezione: il primo mazzo che avevo comprato era quello dei Tarocchi dei Visconti , che mi avevano colpito fin da subito per la loro bellezza…bellissime carte ricoperte d’oro, con immagini di chiara ispirazione medievale. Insomma, una manna, per me, che amo questo tipo di cose.

Ma ci sono molti altri mazzi di carte che ho comprato: i tarocchi della Golden Dawn, quelli Metafisici, quelli di Klimt, i Tarocchi dei gatti neri, quelli del Necronomicon, quelli del Fuoco, quelli delle streghe…e l’elenco potrebbe durare davvero a lungo. Gli ultimi che ho preso sono i tarocchi egiziani, che vengono considerati come guide per comprendere il funzionamento dell’anima, e hanno un significato davvero molto molto diverso rispetto ai tarocchi tradizionali…

Ma come possono leggere il futuro, o aiutarci a penetrare nella nostra anima, delle semplici carte?
semplice, perchè non sono SEMPLICI carte, ma molto di più. Tra l’altro, sapendo che la vera storia dei tarocchi si perde davvero nella notte dei tempi, si potrebbe quasi parlare di “MITI DEI TAROCCHI”.
Le prime tracce di questo gioco risalgono addirittura al XIV secolo, quando viene nominato il primo mazzo di Tarocchi di cui si è mai sentito parlare: apparteneva al duca Filippo Maria Visconti, ed è oggi conosciuto come il mazzo Visconti-Sforza, per ricordare il matrimonio di sua figlia con il duca Francesco I Sforza.
Poi nel XVIII secolo il gioco si diffuse in Italia, Francia, Germania, Austria, Belgio e Svizzera e quindi in tutto il resto del continente. Quel che non tutti sanno è che fino a quel periodo i Tarocchi erano un semplicissimo gioco di carte, e non era usato affatto per predire il futuro, come invece avviene oggi…anche se in realtà c’era già qualcuno che usava le carte dei Tarocchi con scopi divinatori… le cronache del tempo infatti ci dicono che i Tarocchi erano un passatempo molto in voga tra le carovane degli zingari, che nei loro lunghi spostamenti spesso si fermavano nelle grandi città e si offrivano di predire il futuro in cambio di cibo o, più spesso, di denaro. E proprio al 1340 risale il primo mazzo di tarocchi conosciuto col nome di TAROCCHI DELLA ZINGARA.

Ma fu una persona in particolare che usò il mazzo originale dei Tarocchi dei Visconti come strumento per praticare la chiaroveggenza: l’occultista e veggente Jean-Baptiste Alliette, conosciuto con il nome di Etteilla. E poi tra la fine del XVIII secolo e l’inizio del successivo il chierico massone Gebelin trovò numerose concordanze tra i Tarocchi dei Visconti e il simbolismo religioso, egiziano e la Kabbalah.

La storia dei tarocchi, finalmente, arriva a incontrare colui che diede loro il significato esoterico che hanno ancora oggi: fu l’artista cileno Alejandro Jodorowsky che studiò numerosissimi mazzi di Tarocchi, di ogni tipo, e si appassionò in particolare al primo mazzo di Tarocchi mai esistiti, i Tarocchi di Marsiglia. Assieme a Philippe Camoin, proprietario di una fabbrica fondata nel 1760 a Marsiglia, ricostruirono filologicamente il mazzo originale dei Tarocchi di Marsiglia e lavorarono a lungo per restituire i simboli e i colori che quelle carte avevano perso nel corso degli anni.

I tarocchi possono servire sia per esplorare questioni specifiche sia per esplorare le profondità dell’anima”

Questo era quello che era solito ripetere Jodorowsky. Cosa possono fare queste meravigliose carte? Tutti i mazzi prendono spunto e avvio dai Tarocchi di Marsiglia, ma nella sua multiforme essenza, il tarocco originale è allo stesso tempo un gioco di carte, un oggetto storico medievale e uno strumento utile alla divinazione. Anche se effettivamente le versioni dei mazzi esistenti oggi in commercio sono moltissime, mantengono sempre la stessa essenza e lo stesso scopo: chi, in particolari momenti di dubbio o ansia per il proprio futuro, non ha sentito il desiderio di consultarli?

Nel corso nelle mie ricerche ho trovato un bel sito, TAROCCHI 10, che offre consulti gratuiti di tarocchi online! Un solo tiro veloce, una sola singola lettura, su ogni dubbio. I Tarocchi potranno chiarire il proprio destino e aiutare a prendere la decisione giusta, fornendo una risposta immediata e chiara.

Ci sono quattro tipi di Tarocchi da poter consultare nel sito che vi ho indicato: i tarocchi dell’amore, i tarocchi della zingara, i tarocchi egiziani e i tarocchi Sì e NO, che prevedono una risposta secca, quello che ci vuole nei casi più estremi di indecisione.

Che altro posso dirvi? Provate senza timore, i risultati (e parlo per esperienza visto che ho fatto già diversi consulti) sono davvero strabilianti!

——————————————————————-

Potrebbero interessarti anche....

2 commenti

  • Nick Parisi 5 maggio 2018a16:51

    Ce ne sono parecchi tra i Tarocchi che sono splendidi dal punto di vista artistico.

    • Donata Ginevra 10 maggio 2018a17:12

      guarda, finora quelli più belli che ho avuto sono stati quelli del necronomicon, davvero ben fatti. Non parlo ovviamente dei mazzi di tarocchi “Classici”, perchè quelli li si trova ovunque, ma quelli più inusuali, tipo appunto quelli del necronomicon o anche delle streghe…beh, sono davvero molto belli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Show Buttons
Hide Buttons