Florida: il mistero di casa Riddle

Riddle house

West Palm Beach, Florida. Non immaginatevi che in questa storia gli ingredienti siano tramonti mozzafiato, palme, spiagge assolate, drink sorseggiati placidamente a bordo piscina e bagnini alla Baywatch pronti a salvarvi. Qui gli ingredienti sono molto più semplici: una casa la cui costruzione risale al 1905, sarebbe infestata ancora dai fantasmi delle persone che qui trovarono il luogo della loro ultima sosta terrena: era infatti stata realizzata per una ditta di pompe funebri, e l’enorme salone del pianterreno serviva come sala per l’estremo saluto, o come camera mortuaria che dir si voglia…Ecco la storia di Riddle House, la casa maledetta.
La casa è oggi inserita all’interno del parco Yesteryear Village, situato in South Florida Fairgrounds, una sorta di parco tematico in cui il denominatore comune è la storia: qui infatti si possono ammirare costruzioni realizzate tra il 1850 e i primi anni del 1900.

Come abbiamo detto, casa Riddle risale al 1905: fu originariamente usata come sede di un’impresa di pompe funebri, e quando vennero avviati i lavori di ampliamento del cimitero Woodlawn, che sorge esattamente dall’altro lato della strada, i guardiani del cimitero la elessero come loro abituale dimora. E iniziarono le stranezze.


Riddle houseNella casa, infatti, sembrava abitare anche il fantasma di un vecchio lavoratore del cimitero, di nome Buck, che si dice fosse stato ucciso durante una rissa scoppiata in città. Il suo spirito inquieto tornò a vagare nei luoghi che gli erano stati cari in vita, soprattutto tra le tombe del cimitero presso cui aveva lavorato, e fu avvistato specialmente nel portico della casa, luogo in cui i lavoratori in pausa pranzo si trovavano spesso a conversare. La presenza di Buck è stata definita da chi l’ha incontrato come positiva e tranquilla, per nulla spaventosa o minacciosa.

Nel 1920, la casa venne interamente affidata all’uomo che le diede il nome: Karl Riddle, sovrintendente dei lavori pubblici e guardiano del cimitero di West Palm Beach City. Karl si trasferì nell’edificio con la sua famiglia, lo trasformò nella sua residenza privata e dopo aver assunto anche il ruolo di sovrintendente al cimitero di Woodlawn, iniziò a fare strane annotazioni sul suo diario, annotazioni che mettevano nero su bianco tutte le stranezze che si verificavano tra le mura di Riddle House. Riddle in particolare nel suo diario (che venne ritrovato quando la casa venne inglobata nello Yesteryear Village) racconta di forti rumori, passi, voci sinistre, che si concentravano soprattutto al piano superiore della casa, dove si trovavano le stanza da letto e lo studio di Riddle. In particolare, quest’ultima stanza era particolarmente carica di energie negative, e molto spesso Riddle, dovendoci passare molto tempo per lavoro, accusava fortissimi mal di testa, nausea e una sensazione non meglio precisata di “peso sulle spalle”.

Nel diario si legge anche la storia di un’impiegato di nome Joseph: colpito da gravi problemi finanziari, andò a chiedere aiuto a Riddle, il quale però non poté far nulla per aiutarlo. Joseph allora salì in soffitta e si impiccò a una delle travi. E da quel momento l’infestazione continuò, se possibile ancor più grave in quanto a intensità di fenomeni. Tutti gli operai che lavoravano per Riddle al cimitero dissero di udire e vedere cose strane, di sentirsi osservati, minacciati, di essere addirittura presi di mira dai loro stessi oggetti di lavoro che sembravno di colpo essere animati da forza propria, tanto che si libravano in aria e si scagliavano con violenza addosso a chiunque passasse in quel momento nel posto sbagliato al moento sbagliato.
Di fronte a questi fenomeni, nessun volle più mettere piede a Riddle House, e alla fine, di fronte all’evidenza, anche Karl Riddle e la sua famiglia si traserirono.

Dopo il 1980 la casa cadde in abbandono, e venne quindi affidata dal Comune a John Riddle, nipote di Karl, che, non volendosene occupare direttamente a causa dei fenomeni paranormali che si verificavano (o si erano verificati) al suo interno, chiese che la casa fosse inglobata in via definitiva nel parco di Yesteryear. La casa dei Riddle venne dunque smontata pezzo per pezzo, e quindi ricostruita dove si trova adesso, e venne sottoposta a nuovi lavori di ristrutturazione, ma i fenomeni paranormali continuarono senza sosta, aumentando anzi di intensità. Molti credettero che gli spiriti che abitavano nella casa non avessero accettato di buon grado il trasferimento dalla vecchia sede alla nuova, e manifestassero con violente attività di poltergeist la loro rabbia. Ma ovviamente queste sono solo supposizioni.

Oggi, la Riddle House è uno dei punti di interesse più frequentati della Florida. I visitatori riferiscono ancor oggi di assistere a diverse manifestaizoni paranormali, che vanno da misteriosi lampi di luce a spostamento di oggetti. In particolare, ci sarebbe un orologio situato nella Pineapple Processing Plant, che misteriosamente smette di battere le ore a mezzanotte, e viene spesso trovato per terra, bloccato alle 3:00 am… l’ora esatta in cui la leggenda vuole sia stato ucciso un soldato, più di un secolo fa. L’attività della Riddle House venne documentata dalla trasmissione “Ghost Adventures“, e da allora l’interesse per l’edificio è aumentato… tanto che vengono organizzati dei ghost tour a tema.

 

Rispondi