Sonno senza fine: la storia di Karolina Olsson

6 Risposte

  1. theobsidianmirror ha detto:

    Beh.. perlomeno è morta novantenne e una buona fetta di vita è riuscita a godersela. Se pensi che l’aspettativa di vita un secolo fa era decisamente inferiore….

  2. Nick Parisi ha detto:

    Beh, bentornata anche tu da questo lungo letargo, si vede che la primavera (e le storie di risvegli dal letargo ) portano bene al tuo blog!!
    Benritrovata! 🙂

  3. Marco Lazzara ha detto:

    Che ii medici non abbiano trovato danni cerebrali non è detto sia vero: nel 1908 le tecniche diagnostiche non sono quelle di oggi e si basavano sull’osservazione, c’era poco o nulla di strumentale, per cui cose come ematomi subdurali potevano tranquillamente sfuggire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Show Buttons
Hide Buttons