Il castello di San Zeno e il suo fantasma: la Dama Azzurra

7 Risposte

  1. Mathias ha detto:

    Sapevi che anche al castello Estense di Ferrara ci dovrebbe essere un fantasma? Non è forse il caso che tu venga a indagare?

    che marpione che sono ihhihi

  2. Ariano Geta ha detto:

    Prima o poi ci voglio andare a Montagnana, più che altro per vedere il paese e il castello.
    Il fantasma invece – sarò sincero – spero di non incontrarlo… 😉

  3. liber@discrivere ha detto:

    @EDU: non so dirti molto sulla genuinità o meno del caso…il fatto è che ho visitato più volte il castello, e non ho mai avuto nessuna sensazione strana, cosa che invece avevo provato a MOnselice, nella Rocca e soprattutto nelle case di cui ho parlato. Forse è una montatura, non ne ho idea, però indagherò. INtanto ho mandato una segnalazione a Mistero, vediamo se succede qualcosa!

    @Angie:Grazie Angie, sto cercando altre info su questo caso, vedremo.

    @Nick: bene! Magari visita il castello, poi mi dici che te ne pare…forse le sensazioni che ha dato a me non sono univoche…vedremo!

    @Soffio:hai toccato il tasto giusto: remunerativa. Credo che tanti luoghi siano definiti infestati proprio per una questione di soldi. Che appeal avrebbe un castello senza fantasma?

  4. Soffio ha detto:

    I fantasmi occorre tenerseli buoni, al più cercare di capèire come dare soddisfazione alla loro anima. Però se si riesce a farlo dopo scompaiono e la cosa non é più interessante né remunerativa

  5. Nick ha detto:

    In questo caso come diceva X File, io voglio credere.Quindi credo nel caso di Montagnana.

  6. angie ha detto:

    E’ una storia comunque interessante e da studiare come dice Edu, tu sei sempre più brava.
    Ciao
    Angie.

  7. EDU ha detto:

    Eccomi!
    Lentamente recupererò i tuoi post visto che voglio leggerli con tutta l’attenzione che meritano.
    Intanto ho letto questo che è assai controverso.
    Io adoro le storie di fantasmi ma sono sempre scettico quando ci sono di mezzo sensitivi e roba troppo organizzata.
    La bufale è dietro l’angolo (vedi il caso recente di Napoli).
    Questo caso potrebbe essere genuino ma le prove sono molto discutibili. Attendo sviluppi…Ciao!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Show Buttons
Hide Buttons