Il dipinto del diavolo: chiesa di San Pietro, Perugia

23 Risposte

  1. Artemisia1984 ha detto:

    Inquietante brrr! Quando ho letto il titolo del post pensavo fosse un altro quadro, un quadro che solo a guardarlo non porti niente di buono con due bambini come soggetti…io non l’ho visto , l’ho intravisto su youtube ma mi tengo la curiosità di osservarlo nel dettaglio!

  2. Anch’io ho visto già di questa chiesa su Mistero. L’ho trovato molto inquietante anche se penso che a quei tempi credo nessuno potesse fare un lavoro libero di esprimere il suo pensiero sopratutto religioso!

    Ps: grazie di essere passata da me ,della partecipazione al gioco e del seguito! : )

  3. angie ha detto:

    Ho seguito questo inquietante mistero, su Mistero, in effetti è sorprendente….un messaggio dell’artista forse? In quell’epoca vi era qualcuno che non era affatto dalla parte di Dio? Una denuncia velata….Un modo nascosto di denunciare qualcosa di molto occulto che accadeva in quei tempi?
    Brava…comunque è un bell’articolo corredato con immagini molto esaurienti…
    Il mistero è ancora tutto da scoprire.
    Un bacio angie

    • Donata Ginevra ha detto:

      Bentornata cara Angie, gl’interrogativi di questo dipinto sono davvero molteplici, sarebbe interessante scoprire cosa rappresenta veramente…

  4. Gianna ha detto:

    Ciao, approdo qui da Lucia.

    I misteri non mi affascinano tanto.

    Un caro saluto.

  5. Paola ha detto:

    Ciao, arrivo dal blog di Lucia, e sono venuta a conoscerti. Il mistero mi affascina, indubbiamente,ma spesso mi dà sensazioni inquietanti… non prometto di leggerti sempre,anche perché sono in un momento di svogliatezza per ogni cosa, ma tornerò di sicuro. Questo post , intanto è particolare ed interessante, ma molto molto inquietante. Un caro saluto

    • Donata Ginevra ha detto:

      Benvenuta Paola, e grazie della visita! torna quando vuoi, in fondo il mio blog parla sì di misteri ma…in modo spensierato! 😉

  6. Luke ha detto:

    L’avevo visto qst estate nella trasmissione misteri. Bel post

  7. Melinda ha detto:

    Mamma mia, assurdo!
    Mi sono posta le stesse domande del finale mentre guardavo il quadro. Assurdo!
    Aspetto l’altro post.
    Intanto complimenti per questo! Dal vivo deve essere ancora più inquietante, eh?
    Bacio gemellì

    • Donata Ginevra ha detto:

      Ehehe no che non è assurdo, siamo o no gemelle? 😉 sì dal vivo è inquietante, ha un che di terribile che ogni tanto se ci ripenso mi si ferma il respiro. perchè subito non lo si nota, ma poi….aiuto! baciotti

  8. Aislinn ha detto:

    Secondo me è semplice pareidolia… a volte mi sembra che si voglia trovare a tutti i costi il mistero :-/ Poi chissà, dovrebbe dirlo Vassillacchi.

  9. max ha detto:

    Avevo già sentito di questo quadro… molti artisti del passato nascondevano all’interno dei quadri simboli e critiche al sistema della Chiesa, che a prima vista non appariva (calcolando anche la semplicità “mentale” dell’epoca), ma che l’occhio allenato sapeva individuare. Non so se sia anche questo un caso del genere… Un saluto 🙂

  10. Salomon Xeno ha detto:

    Inquietante, a dir poco! Anche più del templare nell’Ultima Cena.

  11. Nick Parisi. ha detto:

    Potrebbe essere che l’artista volesse simboleggiare che al di fuori della chiesa intesa come istituzione per l’uomo non c’è nessuna speranza di salvezza.
    Magari sbaglio, ma io la vedo così. 😉

    • Donata Ginevra ha detto:

      Sì, potrebbe essere proprio questa la spiegazione, anche se qualche elemento non mi torna…ma ne riparlerò 😉

  12. TheObsidianMirror ha detto:

    Ci ho messo un po’ a metterlo a fuoco ma adesso che lo vedo devo dire che è davvero inquietante!
    Fantastico !

    • Donata Ginevra ha detto:

      sì è davvero molto particolare, mi ha messo un po’ paura quando l’ho visto, e devo dire che vederlo da due passi è davvero impressionante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Show Buttons
Hide Buttons