Recordeve del povaro fornareto!

9 Risposte

  1. Piero Pazzi ha detto:

    il ministro della Cultura e della Propaganda del III Reich diceva: “delle bugie rimane sempre qualcosa”. La storia del “povero fornaretto” non ha alcun fondamento storico ed è stata inventata nell’Ottocento per cercare di oscurare il mito di Venezia. Di questo Pietro Tasca (il fornaretto) non si trova nessun riscontro nei registri dei condannati a morte che ancor oggi si conseervano.

  2. Mathias ha detto:

    Klodin comincia a darmi sui nervi! è_é

  3. Liber@discrivere ha detto:

    @Nick: grazie zietto, mi lusinghi!
    @Misia e Ariano: lieta di avervela fatta conoscere allora!
    @Occhio: vero…l’oppressione è smpr una bruttisisma cosa 😉
    @Angie: verissimo amica mia.
    @Klod:Sarebbe un’ottima idea in effetti…da paura proprio!!!

  4. Klodin ha detto:

    Nicola è vero, concordo con te,Tata è bravissima.Stavo pensando:non si potrebbe fare un video in cui lei racconta queste storie?una ambientazione un pò noir,candele,luci basse.E lei con la sua voce.Da Hallowen proprio! Bella TSO! OHhh ma dove sei???

  5. angie ha detto:

    Quanti Fornareti in questo nostro mondo, certo che la giustizia a volte è più ingiusta dei malfattori.
    Ciao
    Angie

  6. Per gli oppressi è sempre stata più tragica!

  7. Ariano Geta ha detto:

    Avevo sentito parlare tante volte del “fornareto”, ma la storia nei dettagli non la conoscevo.

  8. Artemisia1984 ha detto:

    Non la conoscevo, ma non mi resta che dire ”povaro fornareto”…

  9. Nick ha detto:

    La conoscevo già, ma come le racconti tu le storie veneziane non le racconta nessuno.
    Digo mi ciò.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: A questo blog non piace il copia-incolla!