Come abbiamo visto nella prima parte dell’articolo, in casa Ammons