P.I.L.: Paul Is Live

9 Risposte

  1. Marco Lazzara ha detto:

    Ci voleva questa seconda parte!
    Però sempre questa storia su Paul McCartney e nessuno che si interroga mia sull’altro inquietante mistero dei Beatles: perchè in certe canzoni canta Ringo Starr? Paura. 🙂

  2. The Obsidian Mirror ha detto:

    Sempre più affascinante! Sicuramente c’è un grosso lavoro alle spalle di tutti questi indizi, favorevoli all’una o a l’altra delle ipotesi. Non dico che sia una tecnica marketing, ma perlomeno è ovvio che qualcuno si è divertito un sacco. Detto questo il mio parere è che il Paul attuale non sia lo stesso Paul delle origini!!! (ecco, l’ho detto)

  3. MikiMoz ha detto:

    Sì, io penso che un po’ ci abbiano giocato -perché dietro di loro c’erano grandi geni del marketing- e un po’ i fan vedono indizi dove non ci sono. Ed è una cosa normalissima, perché la mente galoppa! L’ho visto io stesso con Onirica e le vostre interpretazioni… tutto può essere sempre plausibile! 🙂

    Moz-

  1. 28 marzo 2018

    […] i “P.I.D” (“Paul Is Dead”) mentre i debunkers sono i “P.I.A.” (“Paul Is Alive.”) Ricordo di aver visto un video dei P.I.A. (i quali sono coloro che per esempio invalidano la […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: A questo blog non piace il copia-incolla!