Terremoto e “ora del diavolo”
cose da blog , terremoto / 26 agosto 2016

C’è un collegamento tra l’ora del diavolo e il terremoto che ha sconvolto il centro Italia nei giorni scorsi? in moti siti, in questi giorni, stanno comparendo post dedicati al nesso tra la cosiddetta “ora del diavolo” (le 3.33) e l’ora in cui si sono verificati due tra i più disastrosi terremoti del Centro Italia, quello delle 3:32 del 6 aprile 2009 quando l’Aquila venne devastata e appunto quello delle 3:36 del 24 agosto 2016, che ha fatto piombare nel caos e nella disperazione Amatrice, Accumoli, Arquata del Tronto, Pescara del Tronto, Norcia, Castelsantangelo sul Nera. Cos’è l’ora del diavolo?

2013: l’estate dei record
terremoto / 7 settembre 2013

Non c’è alcun dubbio che l’estate 2013 verrà ricordata negli annali storici come l’estate dei record.Non parlo solo delle temperature registrate, dei fenomeni estremi che hanno caratterizzato questi mesi…Parlo di qualcosa che non è stato immediatamente percepito, se non da coloro che hanno avuto a che fare direttamente con questo fenomeno.Parlo dei terremoti.Perchè l’estate 2013 è stata veramente un’estate dei record. ESTATE 2013: OLTRE 100 SCOSSE AL GIORNO Dal 21 giugno a oggi, dati INGV alla mano, i sismografi italiani hanno registrato un numero astronomico di scosse: 7345. Più del doppio dello stesso periodo delle scosse registrate lo scorso anno, e sappiamo bene che il 2012 è stato l‘annus orribilis per quanto riguarda i terremoti, in Italia ma non solo.E anche il 2013 non scherza. Quelle che vedete qua sotto sono le tabelle che riprendono i soli terremoti mondiali di magnitudo superiore a 4, registrati in giugno, luglio e agosto. Terremoti nel mondo (giugno 2013) Terremoti nel mondo (luglio 2013) Terremoti nel mondo (agosto 2013) Settembre è appena iniziato, e queste qui sotto sono le scosse registrate, nel mondo, con magnitudo superiore a 3. Terremoti nel mondo (settembre 2013) Badate, nelle tabelle ho riportato solo le scosse superiori a magnitudo…

Una settimana da ricordare….
curiosità , Papa , profezie , terremoto / 17 febbraio 2013

Indubbiamente, quella appena trascorsa verrà ricordata come una settimana epocale, o quasi. Ci sono alternati diversi avvenimenti di una certa rilevanza. Solo un caso? Andiamo con ordine. DOMENICA 10 FEBBRAIO 2013. TERREMOTO NELLE ISOLE SALOMONE I sismi nelle Isole Salomone Violento terremoto nelle Isole SantaCruz, dove la terra aveva già tremato nei giorni precedenti:il 6 febbraio una prima scossa di  magnitudo (MW) 8, il 7 febbraio altra scossa di 6.6, l’8 febbraio altra scossa di MW 7, il 10 febbraio altra scossa di MW 6.3.Questi sismi sono avvenuti lungo una zona di subduzione tra le più nevralgiche del pianeta. In questa regione due placche tettoniche scorrono una sotto l’altra penetrando sotto il mantello terrestre. La collisione tra la placca del Pacifico e quella australiana sta generando uno sconvolgimento crostale che si sta manifestando con una raffica di terremoti che hanno raggiunto l’intensità del settimo grado della scala richer. Secondo i dati dell’istituto simologico IRIS, il violento sisma che ha scosso le isole Salomone è stato il più forte degli ultimi 40 anni…Ma non è tutto qua. Sabato 9 febbraio un sisma di magnitudo 7 ha infatti colpito la Colombia…Che sta succedendo? Sembra che il pianeta stia entrando in una fase…

Terremoto in Canada e allarme tsunami: aggiornamento
terremoto / 28 ottobre 2012

Tengo sotto costante osservazione il caso del terremoto in Canada di cui ho dato notizia stamattina, che avrebbe provocato, stando alle indiscrezioni e ai dati tratti dal PTWC, solamente un mini tsunami alle Hawaii, fortunatamente senza danni di rilievo. Una serie di onde anomale ha investito le coste dell’arcipelago delle Hawaii, qualche ora dopo il violento terremoto di magnitudo 7.7 che ha colpito la Colombia Britannica canadese. Le onde si sarebbero abbattute sulle coste poco dopo le 9:30 italiane, ma non hanno provocato nessun danno, essendo di un’altezza massima di 30 centimetri. Secondo l’Honolulu Star Adviser online, il principale quotidiano locale, le prime onde anomale attese intorno alle 9:30 italiane (nelle Hawaii saranno circa le 22:30 di sabato), avrebbero anche potuto raggiungere i 6 piedi, intorno ai 180 centimetri, ma fortunatamente, secondo l’ultimo bollettino del Pacific Tsunami Warning Center (Ptwc), l’onda più alta è stata registrata a Kahului, sull’isola di Maui (76 cm, di una durata di 12 minuti). Secondo le prime indicazioni non ci sarebbero vittime, e non sarebbero stati registrati danni di rilievo nè sulle isole, poco abitate, al largo delle coste canadesi – le più vicine all’epicentro – nè alle Hawaii stesse, dove circa 100mila persone, poco…

Terremoto 7.7 in Canada: allerta tsunami nelle Hawaii
terremoto / 28 ottobre 2012

Foto INGV TERREMOTO IN CANADA. ALLARME TSUNAMI Un terremoto di magnitudo 7.7 ha colpito il Canada alle ore 20.04 locali (04:04 ora italiana). La scossa si è verificata nell’estremo ovest del Canada, sull’isola Haida Gwaii della Columbia Britannica. Secondo i rilievi del Servizio geologico degli Stati Uniti (Usgs), il violento sisma ha avuto ipocentro a 9,9 km di profondità ed epicentro 139 km a sud di Masset. Non solo terremoto, però. Il Centro allerta tsunami per la Costa ovest e l’Alaska (Wcatwc) ha emesso un’allerta per le aree costiere in prossimità dell’epicentro del violento terremoto e la popolazione è stata invitata ad allontanarsi verso l’entroterra. Il PTWC (Pacific Tsunami Warning Center) ha diramato un comunicato, nel quale si afferma che è stato generato uno tsunami potenzialmente distruttivo per le coste di tutte le isole dello Stato delle Hawaii. Sono necessarie azioni urgenti per mettere in sicurezza le persone e le proprietà. L’arrivo della prima onda anomala alle Hawaii è previsto per le 22:28 ora locale (le 9:28 in Italia). Da segnalare una cosa: questo terremoto, stando ai dati forniti dal EMSC (European-Mediterranean Seismological Centre) sarebbe il quinto del 2012 per magnitudo, e il più forte del mese di Ottobre, come…

Terremoti: Pollino, Veneto e Islanda?
terremoto , Veneto / 27 ottobre 2012

Il terremoto in Calabria di ieri mi ha fatto, come sempre, diventare un topolino di biblioteca, e mi sono messa a cercare informazioni sul terremoto in Pollino e sui terremoti in generale. Ci tengo a precisare che non ho affatto il “gusto per il macabro” e che non “marcio sulle sventure della gente”. Sono solo curiosa e ribadisco che con il lavoro che ho fatto ieri ho semplicemente voluto fornire quante più informazioni trovavo sul terremoto, riunendo varie notizie in un unico post in modo che chi leggesse trovasse a portata di mano tutte le informazioni che servivano. Ieri, cercando informazioni, mi sono imbattuta in tre elementi di un certo interesse, che voglio riproporre.

Terremoti: il caso specifico del Pollino. Cosa dobbiamo aspettarci?
terremoto / 26 ottobre 2012

Zone sismiche (Foto: INGV) Non era mai accaduto prima che pubblicassi tre post in una sola giornata.Però quel che sta avvenendo in Calabria credo sia degno di nota e di essere approfondito. Ci trasformiamo in informatori e divulgatori oggi, girovagando nel web alla ricerca delle ultimissime news che possano dare un po’ di chiarezza su quel che sta accadendo. L’ALLARME DI GIAMPAOLO GIULIANI PER LA CALABRIA “La Calabria rischia un terremoto di grande entità“. Così annunciava, nel maggio scorso, Giampaolo Giuliani, il ricercatore che nel 2009 aveva previsto un forte terremoto in Abruzzo e la cui previsione inascoltata scatenò grandi polemiche. Il tecnico, che 3 anni fa fu persino denunciato per procurato allarme, in questa intervista del 29 maggio all’”Aquila tv” ipotizzava un evento sismico rilevante in Calabria. “L’evento di Mormanno potrebbe non essere il principale ed è giusto che la popolazione sappia che nelle prossime 24, 48 ore si potrebbe verificare una scossa anche più alta. In base alle anomalie riscontrate sulle scosse di assestamento ce l’aspettavamo e lo stavamo comunicando da circa un mese, sia attraverso la nostra pagina Facebook che quella del sito della Fondazione. Anche questa volta, nessuno ci ha ascoltati”. (Leggi qui il resto dell’intervista)….

Il terremoto del Pollino era stato previsto una settimana fa?
terremoto / 26 ottobre 2012

TERREMOTO IN POLLINO: LA SITUAZIONE SISMICAMentre la terra continua a tremare nella zona del Pollino colpita stanotte alle ore 1:05 da un sisma di magnitudo 5, cominciano ad arrivare le prime notizie circa la sismicità dell’area, ma non solo. Intanto, facciamo presente già la zona era stata interessata, come abbiamo già detto, da numerosi sismi nei mesi scorsi. L’immagine qui sopra, mostra chiaramente i numerosissimi sismi che avevano interessato l’area nei mesi passati, nessuno con magnitudo significativa, cioè superiore al 4 grado, almeno fino a stanotte con la magnitudo più alta segnata in questa zona, dal 1 gennaio 2012 a oggi.(In questo link, la storia sismica del Pollino fino a oggi, dati tratti da INGV). Che sia un’area “pericolosa” lo dimostrano, oltre ai fatti, anche le parole di Rita Di Giovambattista, funzionario di sala sismica dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), che osserva come la zona colpita oggi dalla scossa di magnitudo 5 è “una delle aree a più alta pericolosità sismica”, essendo infatti classificata nella zona 1 della mappa di pericolosità sismica. Terremoti importanti in quest’area sono avvenuti nel 1708, con una stima basata sulla descrizione degli effetti compresa fra l’ottavo e il nono grado Mercalli, e nel…

Show Buttons
Hide Buttons