La leggenda di Calà del sasso, Asiago (VI)
asiago / 6 ottobre 2013

  Oggi torniamo nell’altopiano, per il primo dei due post che ho in programma di scrivere su altrettante località “da brivido” del Veneto. A quanto pare, Asiago è davvero un posto che nasconde svariati segreti: dalla casa della ballerina fantasma (casa che adesso tra l’altro è in fase di ristrutturazione), al Giacominerloch, a un ponte davvero particolare che sarà materia di un mio prossimo post, per arrivare a questo luogo magico…questo di cui parliamo oggi. Un luogo davvero particolare e leggendario, con un passato storico… La Calà del Sasso, il cui nome significa appunto “Calata del Sasso”, altro non è che una monumentale scalinata in pietra che serve da collegamento tra il Comune di Valstagna (situato nel Canale di Brenta), alla frazione Sasso di Asiago nell’Altopiano dei Sette Comuni. La scalinata conta ben 4.444 gradini (e ci sono tutti!!), che hanno contribuito a renderla la scalinata più lunga d’Italia, se non addirittura la più lunga del mondo.

Il mistero della Valle del Boia
asiago , Veneto / 16 febbraio 2012

Conoscete il paese di Campotamaso? Si tratta di un piccolo paesino di montagna, che conta la bellezza di 241 abitanti e fa parte del più noto paese di Valdagno, nel Vicentino. Ultimamente mi ritrovo a girovagare sempre più spesso da quelle parti, perchè come i serpenti anche io faccio la muta, e mi sono trovata addosso la pelle del “topo di biblioteca”. Mi sono messa a studiare leggende e misteri di questa zona del Veneto che è l’Altopiano di Asiago, di cui avevo iniziato a parlare agli inizi del blog quando narrai la storia del fantasma che infesterebbe una casa in pieno centro storico…poi mi ero spinta a parlare del Giacominerloch, qualche giorno fa, e ho in mente almeno altri 4 post su luoghi siti nell’Altopiano di cui prossimamente parlerò. Insomma, di carne al fuoco ce n’è parecchia, e spero di riuscire, cammin facendo, a narrarvi tutte le cose che ho in mente. Campotamaso, dunque. Vicino alla chiesa di questo paese, sotto al ponte austriaco, c’è una stradina che scende e costeggia un piccolo torrente. Seguendo il corso d’acqua, si entra in un bosco con vari dirupi, che s’innalza poi alla quota di 1220 metri, in una località il cui…

Giacominerloch
asiago , leggende / 11 febbraio 2012

Ieri era un brutto giorno per il popolo italiano. Ricorreva infatti il Giorno del Ricordo delle vittime di quella terribile pagina della storia d’Italia che va sotto il nome di FOIBE. A vederla così, questa è una parola che può fare perfino ridere, ma non c’è davvero nulla da ridere se si pensa a quanti friulani e dalmati sono stati gettati in queste profonde cavità carsiche. Sembra quasi strano, quasi assurdo, che il Giorno del ricordo sia stato istituito, in Italia, solo nel 2005, come se negli anni precedenti nessuno si fosse mai accorto di quanto di terribile era stato fatto nel periodo della seconda guerra mondiale, come se istriani e dalmati non facessero parte dell’Italia, come se le Foibe fossero una parentesi solamente del NordEst e che quindi si può anche fare a meno di ricordare, o ricordare male. O non ricordare affatto. Non facciamo storia, per ricordare le Foibe hanno già speso molte parole i giornali nei giorni scorsi, la letteratura su internet è vasta e approfondita, condita di immagini tristissime e video ancor più crudi, che però vi consiglio caldamente di guardare. Per non dimenticare.

Fantasma di Asiago: riassunto
asiago , case stregate , fantasma / 18 maggio 2011

Desidero con questo post riunire quello che è stato il mio “battesimo” in questo mondo di misteri e fantasmi che è diventato il mio blog. La storia del fantasma di Asiago è stato il mio primo blog, ed era nato frammentato in quattro post, sia perchè era una storia molto lunga sia perchè, lo confesso, perchè volevo attirare i miei lettori a leggermi di più…. A quanto pare ci sono riuscita, visto che a un mese e mezzo di apertura del blog ho totalizzato 2090 lettori…vorrei ringraziarvi uno a uno, ma temo che qualcuno non me lo ricorderei, così vi mando un “grazie” collettivo. La storia del fantasma di Asiago è composta, dicevo, in quattro parti: 1) Fantasma di Asiago parte prima 2) Fantasma di Asiago parte seconda 3) Versione “ufficiosa” della storia 4) e la conclusione! Spero di aver fatto cosa gradita raggruppando i post in un’unica pagina! Grazie, e a presto con una prossima storia in lavorazione…

Balla balla ballerina
asiago , case stregate , fantasma / 16 aprile 2011

Si avvia alla conclusione la storia del fantasma di Asiago. Riprendo ricordando ai miei lettori la chiacchierata che feci con l’anziana proprietaria del negozio di calzature. Vedendomi molto interessata alla vicenda, e per nulla decisa ad abbandonare le mie ricerche, la donna mi disse: «C’è una persona che potresti conoscere, con cui potresti parlare, e che sicuramente potrebbe darti qualche infomazione in più sulla casa. Lei è una mia parente, te la faccio conoscere». Detto, fatto. Mi presentò Olga. Una donna sulla sessantina, piccolina e con gli occhietti vispi e allegri. Ci sedemmo al bar, le offrii un cappuccino e le iniziò a narrare.

Una casa per 100 eredi
asiago , case stregate , fantasma / 15 aprile 2011

L’interesse per la casa di Asiago mi ha portata a compiere numerose ricerche, per cercare di risalire ai proprietari, alla storia di quella casa, al motivo per cui si dice che la casa sia infestata. Dico subito che, per quanto io abbia cercato, su internet non c’è assolutamente nulla. A parte un post in un blog, ora introvabile, dove un ragazzo chiedeva se si era mai sentito parlare della storia del fantasma di Asiago. Confesso che fu proprio quel post a dare il via alla mia curiosità, e appena mi si presentò l’occasione, nella forma della vacanza, ho approfittato per curiosare un po’ in giro. Comincio subito col dire che ho trovato due diverse versioni della storia: una “ufficiale”, una “ufficiosa”. Per doveri di cronaca, riporto entrambi.

Il fantasma di Asiago/2
asiago , case stregate , fantasma / 14 aprile 2011

Giusto ieri ho iniziato a parlare della storia del fantasma che infesterebbe una casa del centro di Asiago. Oggi continuo la storia, aggiungendo altri particolari. Durante una delle visite nel centro del paese, ho deciso di dare un’occhiata più da vicino alla casa, scattando altre foto che ho deciso di postare nel blog.

Il fantasma di Asiago/1
asiago , case stregate , fantasma / 13 aprile 2011

Una delle cose che più mi piacciono sono i fantasmi. Ho sempre avuto fin da piccola una grande passione per l’occulto, il mistero, le cose “strane”. E i fantasmi sono stati sempre al primo posto nella mia personale classifica degli interessi. Ogni città, ogni paese ha una sua storia di fantasmi, o comunque una storia misteriosa. Queste storie vengono tramandate attraverso i secoli dalle voci degli anziani, e talvolta cadono nel dimenticatoio, assumendo una sfumatura di leggenda. Altre volte, invece, esse si tramandano vivide attraverso il tempo, e affascinano chi ad esse presta attenzione. La storia che sto per narrare ha origini abbastanza recenti, ed è ambientata ad Asiago, splendido paese adagiato nell’omonimo Altopiano in Veneto, famoso per il formaggio con i buchi e lo speck profumatissimo.

Show Buttons
Hide Buttons