Il poltergeist di South Shields, un caso inquietante

Quello del Poltergeist è uno dei fenomeni paranormali che più mi affascina. Ne ho parlato in più occasioni, qui sul blog, presentandovi diverse storie in cui il protagonista principale era proprio lo “spirito fracassone”, un fenomeno paranormale molto particolare, che riguarda manifestazioni quasi giocose e fracassone, in cui uno spirito si diverte a spostare oggetti, far rumori di ogni tipo, molestare anche fisicamente le persone soprattutto se è particolarmente forte, ma oggi vi voglio parlare di quello che, forse, è il caso più eclatante in assoluto. Mettetevi comodi, perché questa è l’inquietante storia del poltergeist di South Shield.

Leggi di più a proposito di Il poltergeist di South Shields, un caso inquietante

enfield_casa

The Conjuring2, ovvero Peggy Hodgson e il caso del poltergeist di Enfield

Tra tutti i casi fin qui narrati di poltergeist, quello che sicuramente è il più famoso di tutti, anche del caso di Harrysville, è il caso del poltergeist di Enfield, avvenuto nell’omonima cittadina a nord di Londra, tra l’agosto 1977 e il settembre 1978. Ambientazione della storia è la casa di Peggy Hodgson, una donna divorziata che viveva a Enfield con i suoi 4 figli, (Margaret, Janet, Pete e Jimmy) in una casa popolare al 284 di Green Street.

Di punto in bianco, la sua casa divenne teatro di fenomeni decisamente preoccupanti: letti che tremavano, colpi e fragori che non si capiva da dove provenissero, oggetti che lievitavano e si spostavano da soli, spesso colpendo i membri della famiglia.

Leggi di più a proposito di The Conjuring2, ovvero Peggy Hodgson e il caso del poltergeist di Enfield

harrisville

I Perron e il poltergeist di Harrisville: il caso di Bathsheba Sherman

harrisville
Sherman Farm

Il poltergeist di Harrisville, conosciuto anche come il caso della famiglia Perron, è uno dei casi di infestazione più noti, anche se ai più, forse, non dirà nulla. Ma sapere che fu scelto come base per il film The Conjuring, uscito nell’agosto 2013, vi farà capire certamente di cosa sto parlando.

Tutto iniziò nel dicembre 1970, quando Roger e Carolyn Perron andarono ad Harrisville, Rhode Island, con l’intenzione di acquistare una casa. Carolyn aveva bisogno di tranquillità, e secondo lei non c’era nulla di meglio di una bella casa in campagna per vivere bene. In breve tempo, convinse il marito della sua idea, e i due iniziarono a cercare qualche bel casale di campagna che facesse al caso loro. Alla fine trovarono quel che cercavano, una bella casa, vecchia, secolare, nota col nome di The Old Arnold Estate, costruita nel 1736 che aveva certo bisogno di una bella ristrutturazione di fondo, ma che con qualche aggiustamento sarebbe diventata il luogo perfetto dove vivere, anche per le cinque giovani figlie della coppia, Andrea, Nancy, Christine, Cindy ed April.

Leggi di più a proposito di I Perron e il poltergeist di Harrisville: il caso di Bathsheba Sherman

Zugun

Eleonore Zugun, poltergeist o possessione demoniaca?

Nel 1926 l’Europa conobbe il caso di Eleonore Zugun, figlia di una coppia di contadini romeni, che improvvisamente si trovò afflitta da stimmate, e sulla quale iniziò a circolare, insistentemente, una voce, secondo la quale Eleonore sarebbe stata addirittura posseduta dal diavolo.

Eleonore Zugun nacque il 24 maggio 1913 a Talpa, piccola cittadina nel sud della Romania. Eleonore cominciò a mostrare segni di possessione demoniaca nei suoi anni della pubertà, non appena compiuti i 13 anni. Avrebbe iniziato a sollevarsi in aria, a spostarsi rapidamente (troppo) attraverso una stanza, a lanciare oggetti in aria… inizialmente la famiglia credette che questi fenomeni fossero dovuti a fenomeni soprannaturali della bambina, a qualcosa di simile a telecinesi (ma che per loro, analfabeti, era solo un potere divino di cui la figlia era dotata).
Quando poi sul corpo di Eleonore iniziarono ad apparire graffi e strani segni su tutto il corpo, la famiglia pensò che fosse eleonore ad autoinfliggerseli, salvo poi cambiare idea quando, una sera a cena, sulle mani della ragazzina comparvero delle macchie rossastre che diventavano sempre più grandi e iniziarono a gocciolare sangue.
Fu in questo momento che la madre della ragazzina si spaventò e chiese l’aiuto al sacerdote della comunità.

Leggi di più a proposito di Eleonore Zugun, poltergeist o possessione demoniaca?

La vera storia della Madonna della Salute

Quanti post ho scritto su Venezia e i suoi misteri? Talmente tanti che non li conto nemmeno più!
Il fatto è che Venezia è una città così affascinante e così piena di misteri e segreti che spesso mi viene da prendere il treno e andarla a visitare, girovagando quasi senza meta per le sue calli e i suoi campielli, lasciandomi guidare solo del mio “sesto senso” che mi porta ad addentrarmi in luoghi stupendi e densi di magia.

Camminando per Venezia, dal centro esatto del Ponte dell’Accademia si riesce a spingere lo sguardo fino ad ammirare la cupola della chiesa della Madonna della Salute, che è situata nella Punta della Dogana, di fronte al bacino di San Marco.

La storia della basilica è nota: fu edificata come ex voto dai veneziani che erano stati decimati dalla peste che tra il 1630 e il 1631 colpì Venezia
Per una descrizione completa della sua storia vi rimando al link di Wikipedia. A noi basta sapere che questo meraviglioso capolavoro dell’architettura barocca veneziana venne edificato su progetto di Baldassarre Longhena (1631-81), scelto dal Senato tra gli undici presentati, come ringraziamento alla Madonna per la liberazione della città dalla peste del 1630. All’interno conserva importanti opere di Tiziano e Tintoretto.

Secondo la leggenda, per fare spazio alla nuova chiesa si scelse di demolire un soppresso complesso religioso (la Chiesa della Santissima Trinità con convento e scuola) adiacente alla dogana di Venezia. Si dice anche che sul luogo in cui è stata eretta la basilica si trovasse un cimitero, nel quale erano sepolti molti veneziani che erano morti di peste, ed è proprio alla costruzione della chiesa della Salute che è legata una curiosa ghost story veneziana.

Leggi di più a proposito di La vera storia della Madonna della Salute

Strani fenomeni a Venezia: il poltergeist di Campo San Boldo

Giusto ieri raccontavo il mistero del Palazzo del Cammello, e spiegavo che una possibile spiegazione per il fenomenno verificatosi poteva trovarsi nel cosiddetto poltergeist, cioè una manifestazione rumorosa di qualche spirito, o fantasma che dir si voglia.

La letteratura in materia abbonda, siti internet dedicati al caso fioriscono continuamente, la filmografia è vasta e su youtube si sprecano video che riprodurrebbero (il condizionale è d’obbligo) l’evento.

Nel post spiegavo anche che Venezia non è nuova a fenomeni di questo tipo, e la storia odierna ci porta proprio a descrivere uno di questi avvenimenti.

Leggi di più a proposito di Strani fenomeni a Venezia: il poltergeist di Campo San Boldo

error: A questo blog non piace il copia-incolla!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: