Papa Francesco e il sangue di San Gennaro

Duomo di Napoli

Ancora un’ora, e sapremo se San Gennaro ripeterà il miracolo “fuori tempo” della liquefazione del suo sangue. Dopo l’eclissi solare di ieri, ecco il secondo dei “misteri” che avevo anticipato nel precedente post… Riuscirà dunque Papa Francesco a far ripetere questo misterioso evento?

San Gennaro regala a Napoli questo miracolo regolarmente, che avviene sia il 19 settembre (data del martirio), il sabato precedente la prima domenica di maggio e il 16 dicembre.

Santuario di San Gennaro, Pozzuoli (Na)

San Gennaro, decapitato nel 305 durante la persecuzione di Diocleziano presso la solfatara di Pozzuoli, dove oggi sorge il santuario che conserva una pietra macchiata del suo sangue al momento del martirio, è conosciuto proprio per il miracolo del sangue liquefatto, sangue raccolto da una pia donna in due ampolle.

Questa ampolle vengono tirate fuori dalla loro cassaforte sono solo in questi tre giorni del miracolo, ma anche in occasioni speciali, quando è richiesta la protezione del Santo per scongiurare la minaccia di calamità naturali oppure per la visita di qualche personaggio importante, proprio come quella del Papa.

La prima liquefazione del sangue di San Gennaro avvenne nel 432, davanti al vescovo di Napoli, Giovanni. Fu la donna che aveva raccolto il sangue del santo decapitato a portare al Vescovo le ampolle, e quasi a garanzia della veridicità di quanto affermato dalla donna, il sangue si liquefece davanti agli occhi dell’episcopo e di una moltitudine di fedeli.

La pietra macchiata dal sangue di San Gennaro

Nei secoli gli scienziati hanno cercato di risalire all’origine del fenomeno: si è pensato a lungo che qualche alchimista avesse realizzato un liquido capace di passare dallo stato solido a quello liquido grazie a sollecitazioni meccaniche e termiche, ma nel 1902 è stato accertato che il liquido custodito nelle ampolle è proprio sangue. Anche la Chiesa mantiene una posizione ufficiale molto prudente: non ci sono prove che il sangue di quelle ampolle appartenga effettivamente a san Gennaro e non ci sono sufficienti elementi nè per dimostrare nè per escludere che il fenomeno abbia spiegazioni fisiche.

 

SI SCIOGLIE O NON SI SCIOGLIE?
Se il sangue si scioglie, tutto bene. Se non si scioglie, sventura, jattura e disgrazia magna. Non è un modo di dire, se pensiamo che nel maggio 1973 San Gennaro non volle ripetere il miracolo, e in quell’anno Napoli fu colpita da un’epidemia di colera. Non avvenne alcun miracolo neanche a settembre 1980, e il 23 novembre 1980 l’Irpinia venne duramente colpita dal terremoto.

screenshot.971Cosa accadrà allora con Francesco? La gente a Napoli è sicura che il Santo manterrà fede al suo “impegno” e omaggerà il santo Padre di uno “scioglimento” fuori programma…dopotutto, la visita del Papa a Napoli era stata annunciata il 19 settembre 2014,  in occasione della liquefazione per la festa di san Gennaro, e, quindi, ritenuta di buon auspicio. Ma come avevamo già detto, la storia ricorda che solo nel 1848 il sangue nelle ampolle si sciolse al cospetto di un Papa. Era Pio IX che, in fuga da Roma, era stato ospitato da Francesco II di Borbone. Di fronte al miracolo di san Gennaro, il Papa regalò al Tesoro di san Gennaro un calice di oro zecchino. Poi, però, il prodigio non si è più ripetuto davanti a un Papa, né con Giovanni Paolo II che visitò Napoli il 21 ottobre 1979, né con Benedetto XVI che visitò la città il 21 ottobre 2007.

Notate le date: 21 ottobre, e oggi 21 marzo… numeri… non sono una giocatrice, ma…. diamo i numeri (del Lotto) per questa visita fortunata:

17 = san Gennaro

19 = sangue

21 = il giorno della visita del Papa

54 = il miracolo

58 = il Papa

 

Oh, se poi vincete, ricordatevi di me!

Segui la visita del Papa a Napoli in diretta dal centro televisivo vaticano:

 

AGGIORNAMENTO ORE 16:12:

Miracolo avvenuto, il sangue si è parzialmente sciolto.

screenshot.972

Print Friendly

Autore dell'articolo: Donata Ginevra

Perchè dovrei scrivere informazioni su di me, quando per questo è stata creata la pagina ABOUT ME?

4 thoughts on “Papa Francesco e il sangue di San Gennaro

    MikiMoz

    (21 marzo 2015 - 15:59)

    Se scaldano il contenitore, sicuramente la liquefazione ci sarà 🙂
    I numeri me li gioco^^

    Moz-

    Nick Parisi

    (21 marzo 2015 - 15:41)

    Io penso che la liquefazione ci sarà.
    Non dovesse accadere, da buon napoletano me ne farò una ragione.

Rispondi