Il misterioso mondo delle rune

screenshot.964Tutto è iniziato con questa foto, che rappresenta un sasso che avevo trovato chissà quando e che ho rinvenuto a casa…riporta, come vedete, uno strano segno sopra, che non è inciso nella pietra ma sembra quasi disegnato.

Che cosa rappresenti quel segno io davvero non lo so, tanto che ho postato la foto su facebook per chiedere informazioni a chi se ne intende più di me, in uno dei tanti gruppi che quotidianamente seguo.

A me, a prima vista,  ricordava per assonanza o meglio somiglianza qualcosa che ho visto più di qualche volta. Una runa, forse?

Ho provato a cercare, e poi una ricerca fatta sul mio stesso blog mi porta a un vecchio post sulle Sibille, nel quale ho trovato un commento che…

screenshot.965

Anche dall’aldilà continua a lanciarmi messaggi…e così ho deciso, un post dedicato alle Rune.

Le Rune sono state utilizzate come metodo di predizione sin dai tempi più antichi, specie nel mondo gotico, nelle tribù nordiche e presso i celti. Non per nulla la parola gotica “Runa” significa “segreto da sussurrare” e da lì inizia ad assumente una connotazione di mistero e magia…Poi con l’affermarsi del Cristianesimo le rune cominciarono ad essere individuate come rito pagano e quindi represse.

Il sistema runico più antico e conosciuto è chiamato Futhork: divide le  rune in 3 gruppi, detti Aettir, formati ciascuno da 8 rune. Ogni Aettir prende il nome da una divinità scandinava.

Il primo gruppo è dedicato a FREYA.
Esso contiene i simboli più arcaici, legati alla vita dei primi allevatori e coltivatori: le prime tre rune riguardano i temi della sopravvivenza, le seconde tre sottolineano la ricerca del significato dell’esistenza attraverso l’intelletto e l’esperienza, mentre le ultime due sono rivolte alla realizzazione nel mondo e alla felicità.

 

Feoh: indica il BESTIAME, dunque per collegamento significa abbondanza, ricchezza, successo, soddisfazioni, obiettivi raggiunti, affari e fortuna. Capovolta indica difficoltà finanziarie, passività e noia. Può essere usata come talismano per raggiungere un obiettivo, iniziare nuove imprese, ottenere soldi, lavoro e promozioni.

 

 

Ur: è il BISONTE. Indica la forza primitiva, l’istinto, la resistenza e l’energia di combattere contro le avversità e le difficoltà. Può anche significare salute di ferro, coraggio, fiducia in sé stessi. Capovolta indica durezza di sentimenti, salute cagionevole, occasioni perdute e delusioni. Come talismano rafforza la volontà.

Thurisaz. Indica la SPINA. Simboleggia un evento doloroso sa cui proteggersi, richiede disciplina e conoscenza dei nemici che possono circondarci. Significa anche fortuna e protezione nelle imprese, rigenerazione, un colpo di fortuna, mentre capovolta vede scoraggiamento, incertezza e resistenza passiva. Come talismano aiuta a risolvere i problemi e favorisce la concentrazione.

Oss (Ansuz): è ODINO, il creatore delle rune. Significa onestà, messaggi, equilibrio corpo-mente, incontri e successo in una prova. Capovolta è indice di cattivi consigli, falsità, inganni. Come talismano favorisce i rapporti con gli altri e porta al successo o posizioni di comando.

Reid (Rit): indica VIAGGI. Rappresenta il movimento, il cambiamento, la decisione di una persona davanti a un bivio, anche per la ricerca di sé. Capovolta indica impedimenti, ritardi nei piani, nei progetti, turbamenti, spostamenti improvvisi e pieni di inconvenienti. Usata come talismano protegge i viaggiatori.

Ken (Kaon): TORCIA. Significa ispirazione, saggezza, conoscenza, talento artistico. Capovolta indica perdita di intuizione e orientamento, fine di una relazione o fallimento di un progetto appena iniziato. Il talismano favorisce lo studio, la creatività e ance la fertilità.

 

Gyfu: DONO. Gyfu è una delle rune più favorevoli che possano apparire, poichè indica una fortuna inaspettata, la generosità e preannuncia che i progetti iniziati otterranno risultati positivi. Se interrogata per i legami di coppia prevede relazione felice e senza costrizioni. Usata come talismano favorisce le relazioni e la fertilità.

 

Wynja (wunna): GLORIA. Indica l’avverarsi dei desideri, il successo, la realizzazione dei progetti. Favorisce la nascita di nuove relazioni d’affari, mentre se capovolta indica ovviamente tutto l’opposto. Usata come talismano per portare a termine un compito e come dose aggiuntiva di coraggio.

 

Nel secondo gruppo di rune fa la sua comparsa Hagal, considerato il guardiano delle divinità. Si dice che fosse il padre del genere umano, ed è il dio della sicurezza. Era il nemico di Loki, dio dell’intrigo, poteva udire l’erba crescere e riusciva a vedere a 160 km di distanza.

 

Hagal: SALUTE. Questa runa simboleggia disastro, distruzione, perdita improvvisa. Indica che è ora di produrre un cambiamento difficile ma necessario, di affrontare i problemi e risolverli.
Non è capovogibile, può essere infatti letta in entrambe le direzioni e il suo significato non cambia. Come talismano aiuta a sbarazzarsi di influenze negative e uscire da distruttivi circoli viziosi.

 

Naud (Not): BISOGNO. Indica scontento, ostacoli, limitazioni di tutti i tipi ma non insormontabili, difficoltà  e povertà. Anche Naut con Hagal, Iss, Jara e la seguente Sol non prevede un significato se letta al rovescio. Usata come talismano aiuta a soddisfare un bisogno e rovesciare il destino avverso.

 

Iss: GHIACCIO. Questa runa riassume in sè il principio della staticità e della conservazione delle cose nel loro stato invariabile sia nel bene che nel male. Is indica riposo, inattività, blocco e pazienza. Non c’è possibilità di cambiare l’ordine delle cose, eventuali progetti e lavori in fare di realizzazione subiranno rallentamenti e ritardi. Usata come talismano serve ad arrestare un processo e riprendere fiato in vista di occasioni e tempi migliori.

 

Jara (Yer): RACCOLTO. Jera è una runa favorevole, preannuncia cambiamenti positivi, ricompensa, produttività, certezza di poter raccogliere i frutti di quanto seminato nell’ultimo periodo. Come talismano favorisce i cambiamenti, la fertilità e la crescita.

 

Pertra (Peorth): DADI. Peorth rappresenta un segreto, un cambiamento, una conoscenza nascosta da custodire e proteggere da fare poi nascere e progredire. Peorth ha la forma di un sacchetto in cui le rune sono conservate e da cui vengono estratte. Capovolta indica di non partecipare a imprese incerte poiché il risultato sarebbe un disastro. Il talismano favorirebbe la divinazione e l’aumento dei poteri psichici.

 

Eoh (Eihwaz-Yr): TASSO, che è l’Albero della vita. Essa rappresenta il potere che collega la mortalità del fisico con l’immortalità dello spirito, dunque indica un cambiamento, l’iniziazione, il confronto con le proprie ansie, paure, limiti. Favorisce, come talismano, i cambiamenti profondi, facilita le transizioni della vita e aiuta a superare le difficoltà.

 

Algiz (Aquizi): DIFESA. Algiz è la runa delle scoperte, mette in guardia dai pericoli imminenti, previene le disgrazie, si usa spesso come talismano come una sorta di forza autoprotettiva  attinta dalla spiritualità, che forma uno scudo contro gli attacchi e i pericoli di ogni genere. Capovolta indica mancanza di protezione e vulnerabilità rispetto alle circostanze esterne.

 

Sol (Sowulo – Sig): SOLE. La runa riassume, nel suo raggio,  l’energia del sole, fonte di luce e di vita. Predice un pieno successo in ogni campo, garantisce buona salute e molte energie vitali da canalizzare verso il risultato dei propri obiettivi. Attenzione però: sol, che appare come un fulmine, indica che può colpire all’improvviso, spazzando via tutto in un attimo. Sol non è capovolgibile, però il significato negativo sta proprio nell’indicare un contesto non favorevole in cui si è abusato delle proprie energie, finendo poi per essere sopraffatti. Come talismano aumenta l’energia, l’ottimismo, favorisce la forza, la guarigione dalle malattie e anche la fertilità Sarebbe infine un talismano contro la depressione.

 

 

Il terzo e ultimo aett è chiamato di Tywaz (o Tiu o Tyr). Nella mitologia celtica, Tiu, padre del cielo, aveva un solo braccio, poichè l’altro gli era stato strappato da Fenrir, lupo gigante che aveva tentato di distruggere il mondo. Tiu era il dio della giustizia, della conciliazione, della lealtà, del cielo e della guerra, una specie di Marte… Non a caso il suo nome persiste nella radice del nome Tuesday, martedì in inglese, giorno di Marte.

Le ultime 8 rune danno una visione d’insieme dei progressi positivi e degli aspetti negativi, fornendo però la speranza di una crescita spirituale dell’uomo.

 

 

Tyr (Tiu). GUERRIERO. La runa gode di un altissimo potere e rappresenta la forza, la resistenza e l’affidabilità. Utilizzata anticamente dagli antichi guerrieri affinché li proteggesse in battaglia, racchiude in sè lo spirito di competizione, il principio del lavoro duro, della disciplina, del superare qualcuno o qualcosa anche a costo di enormi sacrifici. Capovolta indica la mancanza delle qualità positive che esprime diritta. Talismano potente per superare le difficoltà, la mancanza di fiducia in se stessi e la perdita dell’entusiasmo.

 

Bjrka (Berkana): BETULLA. Contrapposta a Tiu, indica il potere femminile, la guarigione, la crescita, la sicurezza e la purificazione. Può indicare nascita o matrimonio, ma anche l’inizio di un’idea, un progetto o un nuovo modo di pensare. E’ la runa degli inizi, e capovolta può significare il contrario, un arresto della crescita, stagnazione e disarmonia all’interno della famiglia e della coppia. Talismano usato per curare, per concepire e per ricominciare qualcosa.

 

Eh (Ehwaz): CAVALLO. Viene associata al legame fra il cavallo, dal quale ne deriva il nome, e il suo cavaliere, e simboleggia la capacità che questa unione dà per superare gli ostacoli, lavorando all’unisono; consiglia di intraprendere viaggi, progetti, collaborazioni. Rovesciata può preannunciare rotture di rapporti e allontanamento, falsità. Si usa per aumentare le proprie capacità di comunicazione.

 

Madr (Man): UOMO.  Rappresenta l’umanità, la solidarietà, una mentalità equilibrata e corretta, interessi sociali da condividere, racchiude in sé la forza del divino che ci spinge verso la direzione della perfezione. Capovolta significa solitudine, pessimismo e testardaggine, rifiuto di accettare consigli, opinioni o punti di vista diversi dal proprio. Usata come talismano serve a aumentare la possibilità di stabilire relazioni sociali.

 

Lagu (Laguz): ACQUA. Simboleggia l’acqua che scorre, portatrice di forza vitale rigenerante. Porta alla luce le paure profonde, le emozioni, l’inconscio, è la runa della consapevolezza. Può aiutare a rafforzare la sensibilità, ad armonizzarsi con l’andamento altalenante della vita, a realizzare le proprie potenzialità. Capovolta indica invece scarsa capacità di giudizio, intuizioni sbagliate, situazioni inaffrontabili. Talismano per favorire le capacità psichiche, per fronteggiare le paure, per placare disordini mentali ed emotivi.

 

Ing (Inguz): GENTE. Preannuncia la fine di un periodo favorevole e l’inizio di uno migliore. Può anche significare la realizzazione di un progetto, l’equilibrio, il legame con la terra e l’elemento materiale. Indica la possibilità che accada qualcosa di favorevole che potrebbe cambiarci l’esistenza. Inoltre rappresenta l’unione familiare e la discendenza. Come Dagaz non prevede alcun significato se letta al rovescio. Il talismano aiuta a favorire l’equilibrio, la crescita e il mantenimento di una buona condizione di salute generale.

 

Odal (Othila): PATRIMONIO. Indica proprietà, terra, patrimonio, denaro, beni di famiglia, e per astratto il senso di appartenenza a qualcosa, le origini, la famiglia. Capovolta può significare perdita di beni o esclusione da una comunità, diatribe relative a eredità o lasciti, oppure una improvvisa richiesta di restituzione di un prestito. Usata come talismano favorirebbe l’acquisizione di un patrimonio, la buona riuscita di un progetto e per rafforzare i legami familiari.

 

Dagaz (Dag): GIORNO. La runa Dagaz è la runa del risveglio, della luce, il successo, la piena riuscita, la vittoria, la soddisfazione. È una runa estremamente favorevole e rappresenta la forza e la volontà di portare avanti i progetti e di concluderli con successo, ed è con questi auspici che si usa come talismano.

 

C’è poi un’ulteriore runa, Wird, una runa bianca, senza nessun simbolo. Si tratta della runa del destino, dell’ignoto, che avvisa di aspettarsi qualcosa di inaspettato. È la conferma che qualcosa dentro di noi sta profondamente cambiando. Simboleggia il potere della fiducia del coraggio e della fede.

5 Comments on “Il misterioso mondo delle rune”

  1. E con mio stupore mi accorsi tempo fà che capovolsero e chiusero in sigillo Agliz per rappresentare il simbolo della pace, proprio per soggiogare e rendere vulnerabile la popolazione.

Rispondi