Le preghiere di liberazione come esorcismo…

By | 22 febbraio 2015

Crocifisso con medaglia di San Benedetto

…e aiuto concreto. Gesù stesso lo disse: Coloro che crederanno in me, nel mio nome scacceranno i demoni (Marco 16,17). Scacciare i demoni infatti è un potere, basato sulla fede, sulla preghiera e sul digiuno, dato da Cristo a coloro che in lui credono.

La preghiera di liberazione può essere pronunciata da tutti, anche dai semplici fedeli, e spesso, stando a quanto afferma padre Amorth stesso, può perfino essere più efficace dell’esorcismo vero e proprio, purchè la persona che le pronuncia abbia una grande fede.

Siamo alla fine del nostro dossier sulle maledizioni, e ho deciso di concludere il tutto con questo post, per parlare di una pratica che non è molto conosciuta. Esorcismo, liberazione dal demonio, preghiera, fattura…tutte tematiche che abbiamo affrontato nei mesi scorsi, ma c’è una preghiera in particolare che può essere pronunciata da tutti coloro che credono, e che per certi aspetti è perfino più potente dell’esorcismo, che è una preghiera “di nicchia”, nel senso che solo poche persone possono recitarla.

Le Preghiere di Liberazione sono una forma di preghiera privata che chiunque può pronunciare, chiedendo a Dio di liberarlo dalla presenza di Satana. Le Preghiere di Liberazione, dunque, sono quelle preghiere che ognuno può recitare (per se stesso e per gli altri) privatamente, per ottenere la liberazione dal Maligno, in forza del fatto che lo Spirito Santo scende dove vuole e dona secondo le necessità.

Dice padre Gabriele Amorth (esorcista della diocesi di Roma) a questo riguardo:

“Un esorcista che amministra un esorcismo, ha un’efficacia maggiore, di per sé, perché compie un sacramentale, fa quindi una preghiera pubblica, che coinvolge l’intercessione della Chiesa. Ma stiamo bene attenti: il Signore tiene molto conto della fede. Per cui è possibile che la semplice preghiera del laico, benché preghiera privata, abbia più efficacia delle altre(tratto da “Nuovi racconti di un esorcista”, di G. Amorth – Ed. Dehoniane Bologna, 2002).

– in un Esorcismo l’esorcista rappresenta è la Chiesa nella sua “ufficialità” e, con il rito dell’esorcismo maggiore, ordina al demonio, nel nome di Gesù, di abbandonare il corpo del posseduto;

– nella Preghiera di Liberazione, invece, è la persona singola o il gruppo che, in forza della sua fede, e della potenza che scaturisce dall’invocare il nome di Gesù, opera per scacciare ogni influenza del Maligno.

Così tutti i laici, i religiosi e i consacrati che si dedicano con fede alle Preghiere di Liberazione ottengono gli stessi risultati degli stessi esorcisti. È il caso di Santa Caterina da Siena, che liberava gli indemoniati che gli esorcisti non riuscivano a liberare, di San Benedetto da Norcia, divenuto non a caso patrono degli esorcisti, di San Leopoldo Mandic, cappuccino di Padova, e di molti altri.

 

Ecco le più utili.

ORAZIONI

1. Pietà di me, Signore mio Dio,
pietà di me tuo servo [tua serva]:
una folla di spiriti maligni mi insidia
e io sono come un vaso frantumato.
Strappami dalle mani dei miei nemici,
restami accanto, cercami se mi perdo,
riportami a te dopo avermi trovato
e non abbandonarmi dopo avermi riportato [riportata] a te,
così che io possa piacerti in tutto
e riconoscere che mi hai redento [redenta] con mano potente.
Per Cristo nostro Signore.
Amen.

particolare della medaglia

2. Dio onnipotente,
che offri una casa ai dispersi
e riconduci alla prosperità i prigionieri,
vedi la mia afflizione e vieni in mio aiuto.
Sconfiggi il mio mortale nemico,
affinché, fuggita la sua presenza,
io possa ritrovare la libertà nella pace
e, tornato [tornata] a una preghiera serena e tranquilla,
proclami quanto sei grande
per aver donato al tuo popolo la vittoria.
Per Cristo nostro Signore.
Amen.

 

 

3. Dio, creatore e protettore del genere umano,
tu hai creato l’uomo a tua immagine
e in modo ancor più mirabile
lo hai ricreato con la grazia del Battesimo:
volgi lo sguardo su di me, tuo servo [tua serva],
e ascolta le mie suppliche:
sorga nel mio cuore lo splendore della tua gloria,
che mi liberi da qualsiasi paura e timore
e mi restituisca serenità di mente e di spirito,
così che possa lodarti e benedirti
insieme ai miei fratelli e alle mie sorelle
nella tua Chiesa.
Per Cristo nostro Signore.
Amen.
4. Dio di misericordia e sorgente di ogni bontà,
tu hai voluto che il Figlio tuo
subisse per noi il supplizio della croce,
per liberarci dal potere del nostro mortale nemico.
Guarda con benevolenza la mia umiliazione e il mio dolore:
tu che nel fonte battesimale
hai fatto di me una nuova creatura,
aiutami a vincere l’assalto del Maligno
e riempimi della grazia della tua benedizione.
Per Cristo nostro Signore.
Amen.

 

 

5. Tu hai voluto, o Dio,
rendermi figlio [figlia] della luce con l’adozione per grazia;
non permettere al Maligno di avvolgermi con le sue tenebre,
ma fa’ che io possa sempre rimanere
nello splendido fulgore della libertà
di cui mi hai fatto dono.
Per Cristo nostro Signore.
Amen.

 

 

6. INVOCAZIONI ALLA SANTISSIMA TRINITÀ

Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo.
A Dio solo onore e gloria.
Benediciamo il Padre e il Figlio con lo Spirito Santo,
lodiamolo ed esaltiamolo nei secoli.
Noi ti invochiamo, ti lodiamo, ti adoriamo, Santa Trinità.
Tu sei la nostra speranza, la nostra salvezza,
il nostro onore, o beata Trinità.
Liberami, salvami, rinnova la mia vita, o beata Trinità.
Santo, Santo, Santo il Signore Dio onnipotente,
che era, che è e che verrà.
A te onore e potere, o beata Trinità,
a te gloria e potenza nei secoli.
A te lode, gloria, azione di grazie nei secoli dei secoli,
o beata Trinità.
Dio Santo, Dio Forte, Dio Immortale, abbi pietà di me.

 

 

 

7. INVOCAZIONI ALLA BEATA VERGINE MARIA

Sotto la tua protezione cerchiamo rifugio,
santa Madre di Dio:
non disprezzare le suppliche
di noi che siamo nella prova,
e liberaci da ogni pericolo,
o Vergine gloriosa e benedetta.

Consolatrice degli afflitti, prega per noi.
Aiuto dei cristiani, prega per noi.

Fa’ che io possa lodarti, Vergine santa,
e tu dammi la forza per combattere i tuoi nemici.

Madre mia, fiducia mia,
Vergine Madre di Dio, Maria, prega Gesù per me.

Gloriosa regina del mondo, sempre Vergine Maria,
tu che hai generato Cristo, Signore e Salvatore,
intercedi per la nostra pace e la nostra salvezza.

Maria, Madre della grazia e Madre della misericordia,
proteggici dal nemico e accoglici nell’ ora della morte.

Vieni in mio aiuto, santissima Vergine Maria,
in tutte le mie tribolazioni, angustie e necessità:
implora per me il tuo amatissimo Figlio,
perché mi liberi da ogni male e pericolo
dell’ anima e del corpo.

Ricordati, o Vergine Maria,
che non si è mai udito
che alcuno sia ricorso al tuo patrocinio,
abbia implorato il tuo aiuto,
chiesto la tua protezione,
e sia stato abbandonato.
Sorretto da tale confidenza ricorro a te, Madre,
Vergine delle vergini,
e mi umilio davanti a te, peccatore pentito.
Madre del Verbo di Dio,
accetta le mie preghiere
e propizia esaudiscimi.

 

8. INVOCAZIONE A SAN MICHELE ARCANGELO

San Michele Arcangelo, difendi ci nella lotta,
sii nostro presidio contro le malvagità
e le insidie del demonio.
Capo supremo delle milizie celesti,
fa’ sprofondare nell’inferno, con la forza di Dio,
Satana e gli altri spiriti maligni
che vagano per il mondo
per la perdizione delle anime.
Amen.

Ecco cosa dice Padre Amorth al riguardo: https://www.youtube.com/watch?v=QEYWIkP9OoA

Print Friendly

4 thoughts on “Le preghiere di liberazione come esorcismo…

  1. Marco Lazzara

    E’ stato un dossier molto interessante, anche se per certi versi controverso. Ho scoperto un paio di cose che non avrei mai immaginato (e a cui faccio ancora un po’ fatica a credere).

    Reply
    1. Donata Ginevra Post author

      grazie! sì in effetti era un argomento che mi incuriosiva parecchio, l’ho studiato e ristudiato, e lo sto studiando ancora…non si finisce mai d’imparare 🙂

      Reply

Rispondi