Quali sono i sintomi di un maleficio o una fattura?

Nel precedente articolo avevamo iniziato a dare qualche indicazione su quali potessero essere i “sintomi” di un maleficio.

Prima di passare ad elencare i sintomi veri e propri, è necessario però porsi una domanda semplicissima ma nello stesso tempo fondamentale: perchè siamo convinti di essere stati vittime di un incantesimo, un maleficio o una fattura? e cioè: sappiamo o abbiamo idea (anche vaga, anche una semplice supposizione), che ci possa indicare chi è stato a farci una fattura?

E secondariamente, quale potrebbe essere stato il motivo per cui avrebbe dovuto farci del male?

Vi sembrano domande senza senso, addirittura superflue? Niente affatto. Basti pensare che la quasi totalità delle persone che si ritengono colpite da un maleficio non si è mai preoccupata di porsi questa domanda.

Bisogna infatti capire, prima di tutto, se c’è davvero qualcuno interessato a farci del male. E come si dice in questi casi, il nemico è proprio dietro l’angolo.

La casistica dice infatti che i fautori dei malefici sono soprattutto da individuarsi nello stretto ambito famigliare: l’amante respinto, l’amante del compagno di vita, la parente invidiosa, la suocera (non avete idea di quante storie, lette nei libri di Padre Amorth, avevano come “carnefice” la suocera invidiosa nei confronti della moglie del figlio!). E poi non scordiamo l’amica che si finge tale mentre in realtà è la nostra più acerrima nemica.

Una volta individuato chi potrebbe essere interessato a farci del male, bisogna poi pensare al motivo per cui tale persona ha covato nel tempo così tanto astio nei nostri confronti da desiderare la nostra fine o la nostra sofferenza.

Pensare attentamente al background della nostra relazione con questa persona, individuare ogni episodio che possa in qualche modo aver “giustificato” il suo odio nei nostri confronti, ripensare a tutti gli avvenimenti passati che ci hanno visti come coprotagonisti. Ogni elemento, anche minimo, è importantissimo e non va mai sottovalutato.

Bisogna ponderare attentamente se c’è qualcuno disposto ad arrivare a tanto e il motivo per cui è stato spinto a fare ciò. Se dovessimo riuscire a  trovare, in modo sereno e obiettivo, almeno una persona interessata al nostro male, allora potremmo passare alla domanda successiva: perché siamo convinti che ci abbiano fatto del male?

La risposta è difficile e va data in tutta onestà e con la massima sincerità, magari cercando di annotarci gli episodi e le sensazioni che abbiamo provato che, per qualche motivo, si sarebbero discostate da quello che ci potrebbe sembrare “normale”.

———————————————–

I sintomi di cui è bene tener conto.
Tra le tante cose che ci possono far pensare a un maleficio, ecco i più comuni, che sebbene siano quasi “normali”, in realtà normali non sono.

Mal di testa frequente, forte, che si manifesta senza una possibile spiegazione medica e che resiste agli antidolorifici. Molti che l’hanno provato lo descrivono come una sensazione opprimente di “cerchi alla testa”, “testa pesante”, “fitte lancinanti ”, o “chiodi conficcati ”.

Stato di prostrazione e di svogliatezza: si manifesta soprattutto nella mattinata e prosegue fino al tardo pomeriggio per svanire quasi completamente  la sera, quando ci sentiamo più attivi.

Stato di malessere generale senza un motivo medico preciso: ci sentiamo male, ma non capiamo perchè. Facciamo le analisi mediche necessarie per scongiurare qualsiasi pericolo latente, ma gli esiti sono ottimi. Tuttavia, accusiamo dolori localizzati soprattutto al bacino e al torace, nausea (anche vomito), capogiri, sonnolenza e pesantezza.

Insonnia improvvisa: ci sentiamo stanchissimi ma, una volta a letto, restiamo svegli per ore senza riuscire a dormire e quindi a recuperare la stanchezza.

Apparentemente, questi fenomeni sono quasi semplici, normali, perchè possono essere ricondotti a situazioni di stress, di disagio psicofisico derivante da preoccupazioni lavorative o familiari… ma quando le cose iniziano ad andare peggio, beh è il caso di interrogarsi maggiormente e con più attenzione, specialmente quando si verificano in determinati LUOGHI.


CHIESA E LUOGHI SACRI
Ad esempio, se in chiesa ci assalgono sonnolenza, specie quando tentiamo di pregare; oppure irrequietezza,  o l’improvvisa noia e svogliatezza accompagnate da sbadigli, colpi di tosse, capogiri, senso di oppressione e soffocamento ogni volta che decidiamo di recitare il rosario, sensazione di prurito alle mani e una sensazione generica di avversione al sacro.

 

LUOGHI DOMESTICI
Se da una parte, come abbiamo appena visto, certi fenomeni si verificano soprattutto in chiesa o nei luoghi sacri, che possono essere cimiteri, sacrari ma anche musei che espongono opere religiose, anche a casa ci possono essere dei sintomi che si manifestano, e se possibile, si manifestano con più violenza:

paura nel transitare davanti agli specchi, perchè si ha come l’impressione di essere osservati, e allo stesso modo si ha paura di restare al buio;

sensazioni olfattive sgradevoli, con puzze che svaniscono dopo pochi minuti per poi ricomparire quando siamo in altre stanze;

incubi notturni, con risvegli improvvisi e di soprassalto il tutto accompagnato da tremori e pensieri negativi che non ci abbandonano per tutta la giornata e anzi si fanno sempre più vividi, fino ad assumere una sorta di “realtà parallela” o deja-vu particolarmente negativo;

– sbalzi d’umore: se un istante siamo pacifici e sereni, subito dopo veniamo colpiti da improvvisi e irrefrenabili scatti d’ira, difficoltà a relazionarsi con gli altri, impazienza, nervosismo, odio verso le persone;

problemi fisici improvvisi: senza una ragione precisa abbiamo difficoltà a respirare, ci colgono colpi di tosse fortissimi e improvvisi che ci lasciano senza fiato per un po’. E si tratta di sintomi davvero improvvisi: magari fino a un mese prima erano totalmente assenti. In più, più questi sintomi si manifestano assieme, tanto più è preoccupante la faccenda.

Se però da una parte questi fenomeni sono abbastanza “comuni”, nel senso che possono essere causati da un momentaneo alterarsi delle proprie condizioni psicofisiche derivanti da problemi lavorativi ad esempio, ci sono altri fenomeni che sono decisamente più preoccupanti, e che in genere compaiono qualche settimana dopo essere stati colpiti da un maleficio:

potenza: ci si scopre incredibilmente “potenti”, nel senso che, se ci si arrabbia con qualcuno, abbiamo la certezza che presto quella persona avrà una conseguenza dannosa… cosa che poi puntualmente avviene. Con questo non significa che anche io sia vittima di un maleficio, perchè mi sogno di persone che muoiono…e poi puntualmente queste passano a miglior vita!

chiaroveggenza. altro fenomeno preoccupante è la manifestazione di “chiaroveggenza”: capita di pensare in anticipo cose che effettivamente poi si verificano. Certo, possono essere solo casi, ma quando a questo fenomeno si accompagna il cuore che fatte molto in fretta, quando si ha un’improvvisa sensazione di ansia, di paura senza causa apparenza, di sensazione di oppressione, magari pensando proprio a una persona che si ipotizza ci incontrerà presto, o a un evento che potrebbe verificarsi di lì a poco, e poi effettivamente questo avviene, è il caso di preoccuparsi.

Certo, può succedere talvolta che si possa pensare a una persona e poi capita di incontrarla, ciò non significa che siamo vittime di un maleficio. La differenza tra il caso e ciò di cui stiamo parlando è il corollario di sensazione psicofisiche che ci accompagna, con il senso di irrequietezza, nervosismo, paura, ansia, terrore e altre sensazioni negative. Sta proprio qui il punto: la negatività che accompagna il fenomeno. 

 

RITORNO DAL PASSATO
Nei casi di fatture per amore sono comuni altri fenomeni particolari: rispuntano vecchi amori, magari dopo tanto tempo che non si facevano vivi, e all’improvviso sembra rinascere la passione, che però poi svanisce nel giro di pochi giorni o settimane; in questi casi si possono verificare anche allontanamenti da parte di persone che sembrano non essere più interessate a noi, e anzi proviamo la netta sensazione di rifiuto da parte loro, mentre prima si andava d’amore e d’accordo.

Nel caso opposto dei malefici di separazione, al nostro partner capiterà di incontrare qualche sua ex, oppure persone che saranno affascinate da lui, tutta gente che fino a poco tempo prima lo aveva completamente ignorato. Anche in questo frangente si potrebbe pensare “è il caso”, ma facciamoci qualche domanda in più se notiamo, accanto al riavvicinamento con una persona che prima ci ignorava e che adesso ci rincorre ovunque, l’allontanamento di chi invece prima occupava un posto importante nella nostra vita. Qualcosa di simile a un “do ut des”: ipotizziamo che una donna si rivolga a un mago per chiedere che l’oggetto del suo desiderio si avvicini a lei, solo che l’oggetto del desiderio è già impegnato. Il mago lo farà, e la compagna della persona contesa vedrà magicamente ricomparire nella vita di lui l’ ex fidanzata del compagno (la donna che ha chiesto la fattura), e nello stesso tempo vedrà che lui si allontana sempre più da lei.
OGGETTI E CO.
Il maleficio può colpire anche gli oggetti. Può capitare ad esempio che alcuni oggetti che abbiamo in casa improvvisamente si rompano o smettano di funzionare e, quando li si porta a riparare, risultino perfettamente funzionanti.
Poi, se il maleficio è particolarmente potente, ecco che si verificano fenomeni molto allarmanti: si odono rumori e scricchioli; si vedono piccole ombre che sembrano passarci davanti velocemente; si verificano sparizioni di oggetti che si ritrovano dopo giorni, e spesso in posizioni diverse rispetto a dove li avevamo lasciati. Si incolpa di tutto questo un fantasma, si parla di fenomeni di poltergeist, ma…non può essere semplicemente il verificarsi di un vero maleficio?

 

continua

in questo sito, un elenco davvero impressionante di immagini di oggetti usate per fatture: attenzione, se ne sconsiglia la visione a persone impressionabili!

Print Friendly

Autore dell'articolo: Donata Ginevra

Perchè dovrei scrivere informazioni su di me, quando per questo è stata creata la pagina ABOUT ME?

17 thoughts on “Quali sono i sintomi di un maleficio o una fattura?

    ciro

    (6 giugno 2017 - 15:36)

    io anche mi sono convinto di avere una maledizione sulla sfera lavorativa, ho 53 anni, e nonostante abbia avuto, ed ho molta voglia di fare,e molta abilita, il mondo del lavoro è stato ed è tutt’ora un inferno, sia che abbia provato in proprio, sia come dipendente, ogni volta che intraprendo una nuova iniziativa o lavoro dipendente ,per primi tre mesi mesi , massimo sei, tutto va per il verso giusto, poi, per un verso o per un altro, succede l’irreparabile, cominciano contrasti per futili motivi con colleghi, o con il datore, e i rapporti si inclinano. molte volte mi sono messo di punta , cercando ogni verso per non far accadere nulla , ed evitare ogni situazione compromettente ,anche sul nascere, ma è una cosa molto forte, sono anni, ormai tanti ,e non riesco a spezzare questa cosa misteriosa, molte volte ho pensato che forse era una mia fissazione,e pensando in positivo mi imbattevo in cose nuove con entusiasmo ed euforia, ma il verso , è sempre lo stesso. eppure mi sono rivolto a qualche cartomante, dove mi hanno sempre detto che i nel lavoro hoo ottime prospettive, ma poi non quagliano, come è possibile?

    Gianfranco Pierini

    (4 giugno 2017 - 10:31)

    Anche io sono vittima di un malefico e ho un blocco su di me. Mi va sempre male ultimamente non riesco a trovare il lavoro e se le opportunità mi si offre si allontana da me in fretta non so perché ho problemi economici molto forti .non so più cosa fare

    Lynn

    (3 giugno 2017 - 19:30)

    Salve a tutti, da quasi 2 anni io e il mio compagno abbiamo problemi seri di salute dovuti al malocchio, sappiamo con certezza da dove arriva tanto odio ma non riusciamo a venirne fuori. Cosa ci potete consigliare ? siamo esausti, ho letto di un talismano puo’ essere utile ? il prete ci ha benedetto, una Signora ci ha segnati, non sappiamo piu’ cosa fare prima di morire…..grazie per un buon consiglio, Lynn

    Marina

    (26 aprile 2017 - 18:29)

    Ciao mi chiamo Marina quando avevo27 anni con amiche per pura curiosità abbiamo provato la classica tavola ouija dopo aver preso tanta paura ho smesso nel frattempo per problemi sono entrata in una struttura protetta con mio figlio di3 anni allora in questa struttura c’era una ragazza che conoscevo , poco dopo il padre muore e per me era arrivato il momento di trovarmi casa chissà come mai sono andata ad abitare proprio dove aveva vissuto questo signore e qui iniziano i guai con il mio compagno va male mio figlio ha paura a stare in camera sua l’inquilino sopra di me si ammala di cancro io anche scopro il cancro un condomino si è separatoi e la proprietaria del immobile pure si ammala un giorno ero a letto di mio figlio e ho visto tirarmi via le coperte o mi sentivo chiamareabbiamo traslocato ma ho scoperto che il mio ex marito ha un cancro inoperabile mio padre e morto due mie vicine hanno scoperto il cancro in questa casa io non sento nulla ma mia figlia ha paura è mio figlio dente qualcuno che posso fare ho chiesto di farmi benedire casa il prete è rimasto sulla soglia non è voluto entrare e benedire casa

    Francesca

    (23 febbraio 2017 - 13:52)

    Ciao mi chiamo francesca io e il mio compagno nutriamo un sentimento molto forte ma di bei momenti fra di noi ben pochi. ..continuiamo a litigare anche per cose banali…mi insulta a dismisura anche senza motivo…mi ha presa a calci e pugni spuntando mi addosso e rifiutandosi di aiutarmi…è vero della ex si è ravvicinata più volte. …mi ha tradita continua a mentire….sono convinta del suo amore ma c’è qualcosa che ci separa e certe sue reazioni senza motivo sono inspiegabili .ho fortissimi mal di testa che resistono agli antidolorifici che persistono per parecchi giorni e fortissime fitte alla testa improvvise e succede spesso proprio mentre facciamo l’amore …sto malissimo….

      Il cuore

      (9 maggio 2017 - 10:10)

      Andate da un esorcista non vi rivolgete a maghi o Vegenei. .. solo il rosario e un prete esorcista può salvarvi…se l amore è forte continuate a combattere il male altrimenti lasciate stare lasciatevi e finisce tutto ma la preghiera la benedizione della casa la confessione e l avvicinarsi alla chiesa con il cuore è l unica cosa che vi salva. Per esperienza .se non riuscite a trovare un prete non vi fermate nella ricerca è il male che vi tiene lontano da questo sono le difficoltà che vi fa trovare… pregate il rosario tutti i giorni con il cuore e non con dovere se vi riesce difficile concentrati con l immagine della Madonna e non scoraggiatevi. .. tanto più andrete nello sconforto tanto più farete il gioco del male… se la persona che amate è scontrosa cercate di essere paziente e compiere gesti d amore (se ad esempio vi blocca le mani con forza reagito con una carezza)attente agli impedimenti siate più forti di loro anche l andare in chiesa. Più trascurate peggio è!

    isabella

    (14 gennaio 2017 - 22:56)

    Ciao mi chiamo Isabella anche io credo di essere vittima di un malocchio spesso mi sento stanca sono dimagrita tanto si io sono sempre stata di costituzione magra ma ultimamente sono più magra sono sempre nervosa non riesco a trovare un attimo di pace e serenità come posso fare ne ho d avvero bisogno così mi sento male

    ales

    (24 dicembre 2015 - 1:20)

    Io sono sicura di essere vittima di un maleficio da parte di alcune vicine invidione e cattive,ma non so come liberarmene non pensavo fosse cosi difficile trovare un prete disposto ad aiutarmi:(

      Donata Ginevra

      (24 dicembre 2015 - 13:38)

      non dovrebbe essere difficile trovare preti che possono aiutarti, DEVONO farlo, non si possono rifiutare!!

        ales

        (10 gennaio 2016 - 23:40)

        So dove trovarne uno ho il numero dell’abbazia dove si trova . ma ho paura a chiamare cosa devo dire? E se mi prende per pazza?

          Donata Ginevra

          (11 gennaio 2016 - 8:44)

          non può prenderti per pazza,sono abituati a questo tipo di richieste, vai con serentità e chiedi aiuto!

      Ari

      (16 febbraio 2016 - 13:39)

      ciao
      chiama il vescovo della tua città,te lo trova lui e non può rifiutarsi

    MikiMoz

    (5 dicembre 2014 - 17:34)

    Eccomi!
    Conosco bene il sito che hai linkato alla fine, l’ho visitato quache mese fa e ne sono rimasto quasi shockato. Io non credo molto a queste cose… nel senso che forse non credo possano funzionare. O forse, per dirla ancora meglio, credo che noi -con la nostra volontà- possiamo essere più forti di tali malefici, e di conseguenza vincerli. Mi piace pensare ciò, anche se l’idea di qualcuno che possa volermi male e arrivi a fare queste cose assurde mi mette un filo di ansia.
    Dicci come ripararsi a priori da tali persone, anzi dicci come fare a rispedire loro il maleficio: sarebbe bello vederle distrutte è___é
    Ahahah 🙂

    P.s. ho visto che sei passata da me e da Entrances to Hell: torna anche domenica sul Moz O’ Clock, che ho creato un esperimento video sui sogni e non solo^^

    Moz-

      Donata Ginevra

      (6 dicembre 2014 - 8:14)

      Purtroppo a volte la volontà nn basta x sconfiggere certe cose, o almeno da soli nn è possibile… ma nei post successivi spiegherò il tutto in modo da dare un aiuto concreto… come scrivevo a Nick, conosco bene l’argomento purtroppo… ma è possibile uscirne anche se non da soli… nn vedo l’ora di leggere il tuo esperimento! *_*

    Nick Parisi

    (5 dicembre 2014 - 14:35)

    Ad una antenata di mia moglie capitò di ricevere una fattura, venne fuori che a causargliela fu una amica di famiglia nonché vicina di casa apparentemente amorevole.

      Donata Ginevra

      (6 dicembre 2014 - 8:11)

      Purtroppo io son stata toccata molto più da vicino… mi nonno di vittima di un malocchio e ci volle molto tempo prima di uscirne… era stata la sua vicina di casa a farglielo xk era invidiosa…

        Gabriele mi

        (2 aprile 2017 - 13:19)

        ciao ci siete ancora? perchè sono passati due anni quasi dall’ultimo post
        …comunque soffro di questi sintomi da anni, io e la mia famiglia
        non abbiamo mai pensato ad esorcismi e simili
        umilmente prima di disturbare un prete vorrei approfondire l’argomento
        potreste consigliarmi qls da leggere?
        Grazie in anticipo

Rispondi