Il Malocchio: sintomi e rimedi

By | 20 dicembre 2014

Mano di Fatima

Negli ultimi post ho iniziato a parlare di fatture e maledizioni, perchè è indubbiamente un argomento che mi interessa, e che interessa, davvero molto. Prima però di addentrarci maggiormente a scoprire quali sono i sintomi più dettagliati e i rimedi per le fatture e le maledizioni, voglio dedicare un post specifico a un grado inferiore di maledizione, il malocchio.

Il Malocchio, ci dice Wiki, è una delle tradizioni popolari più radicate, che affida allo sguardo delle persone la possibilità di produrre effetti, sia positivi che, soprattutto, negativi, sulla persona osservata; gli effetti del malocchio consisterebbero in una serie di presunte “disgrazie” che capiterebbero alla persona colpita in  un breve lasso di tempo. Il condizionale è d’obbligo, perchè ovviamente non esiste alcuna prova scientifica che il malocchio sia reale (come per i fantasmi, del resto!), ma la cultura popolare, da sempre molto restia a basarsi su fatti reali, continua a disseminare consigli su come scoprire se siamo affetti da malocchio e, se lo siamo, su come liberarcene.

 

Il Malocchio, come detto, può essere di diversi tipi, inviato per diversi scopi e soprattutto scaturito da diversi sentimenti: invidia, gelosia, amore possessivo e passionale. Spesso chi lancia il malocchio non è del tutto consapevole di farlo… quante volte anche a noi capita di pensare, o anche di dire: “che gli venga un colpo!“, “chissà che gli capiti qualcosa di brutto!” e così via, fino a giungere al venetissimo “che ghe vegna el cagoto“, per inviare una potente dissenteria a chi ci…diciamo così, antipatico.

certo il più delle volte non accade nulla, ma se chi lancia questi malocchi è abituato a pratiche di magia, o comunque ha a che fare con il mondo magico, riesce spesso a provocare qualche danno reale. In questo caso il Malocchio diventa vera e propria fattura, ma a questi fenomeni come detto sto dedicando una serie di post specifici.

L’elemento più caratteristico del malocchio è, come dice il nome stesso, lo sguardo: chi lo lancia si serve del proprio sguardo per convogliare le energie negative verso una determinata persona: uno sguardo intenso, nervoso, quasi ossessivo, spesso accompagnato da lusinghe o viceversa da insulti è sovente il segno caratteristico di questo fenomeno.

Come per le fatture e le maledizioni, i sintomi del malocchio sono diversi, ma tra i più comuni riscontriamo: mal di testa, sonnolenza, spossatezza, un senso di prostrazione, stanchezza e perdita di energie, si avranno continuamente dei pensieri fissi su qualcosa di particolare. Ci si potrebbe anche sentire nervosi senza apparente motivo.

Quando si tratta di un malocchio d’“amore” la persona colpita avvertirà quasi un’ossessione verso colui o colei che lo sta colpendo, e nello stesso tempo avrà litigi e contrasti con il partner abituale. Attenzione poi ai sogni: sarà facile per la persona colpita sognare il suo ammaliatore, ma non saranno sogni tranquilli, anzi!

 

COME PROTEGGERSI ED ELIMINARE IL MALOCCHIO?

Come noto, esistono diversi talismani e svariati rituali utili ad eliminare il Malocchio, ma la protezione migliore è senza dubbio la prevenzione.

Non esistono sicuramente corazze di kriptonite o uranio per allontanare il malocchio, ma basta ad esempio proteggersi dalle influenze negative e ancor più da persone che hanno un’aura pesante per trovare un po’ di sollievo.

Molte volte io stessa ho avvertito attorno a me diverse persone che mi influenzavano con le loro energie negative, ma mi è bastato allontanarle anche fisicamente per stare subito meglio. Molto importante è fidarsi del proprio istinto: se una persona “a pelle” non ci piace, beh abbiamo già capito che qualcosa non quadra, non restiamo in sua compagnia! Esercitatevi a immaginarvi protetti da una luce bianca e impenetrabile; pregate e meditate regolarmente per aumentare la vostra protezione. Evitate il più possibile di covare sentimenti di odio, vendetta e rancore verso chiunque e concentratevi invece su pensieri elevati, puri e spirituali.

La tradizione popolare dice che possiamo allontanare le energie negative anche dai luoghi in cui normalmente soggiorniamo, siano essi la nostra casa o il nostro stesso ufficio. Può ad esempio essere utile lavare i pavimenti con acqua e sale, disporre piccoli sacchetti rossi contenenti sale grosso agli angoli delle stanze. L’acqua e il sale hanno la proprietà di rimuovere le energie negative. Potete chiedere l’aiuto di un sacerdote e chiedergli di benedire la casa: l’acqua benedetta e l’olio benedetto sono potentissimi in questo senso.

Portare al collo un ciondolo con un’effige particolare può essere, sempre secondo la tradizione, un potente talismano anti malocchio, sebbene io sconsigli l’uso di tali pratiche (e il motivo lo spiegherò in fondo al post). Ecco le effigi più usate:

  • Occhio:  è l’amuleto più potente ed è il più usato per proteggersi dal malocchio. Rappresenta lo sguardo divino a cui nulla è nascosto. Popolari sono stati l’Occhio di Horus tra gli antichi Egizi e l’ Occhio di Halla per gli islamici.
  • Mezzaluna: questo amuleto è utilizzato come potente portafortuna.
  • Mano di Fatima: amuleto di derivazione Islamica, blocca le energie negative.
  • Corna: le corna sono utilizzate da sempre come antimalocchio. Rappresentano virilità e fertilità e richiamano la forma della mezzaluna. Il gesto di “fare le corna” è fra i più utilizzati in Italia per allontanare il malocchio e l’invidia.
  • Corallo: amuleto marino che ha il potere di eliminare il malocchio. Se per i greci rappresentava il sangue di Medusa, per i Cristiani divenne addirittura l’emblema del sangue di Cristo.
  • Agata: le pietre di agata, specie quelle nere e bianche o brune sono utili contro il malocchio.
  • Corniola: questo amuleto protegge dal malocchio e anche dalla più potente e pericolosa stregoneria, in quanto si crede che plachi le anime dei defunti.
  • Turchese: per le popolazioni del Tibet, dell’ India e dell’Oriente è un amuleto eccellente per prevenire il malocchio.
  • Lapislazzuli: rappresenta l’ energia stessa degli dei e degli astri, occhi viventi e vivificanti del cielo.
  • Azzurro: il colore azzurro è considerato un rimedio contro l’ occhio del male e le energie negative, perchè evoca il cielo, dimora degli Dei, è il colore sacro ad Iside, è il colore del manto della Madonna, e, infine, richiama il colore dell’acqua che rigenera.
  • Incenso: il fumo dell’incenso rimuove le influenze negative, il malocchio e serve ad attrarre gli spiriti benigni.

COME ELIMINARE IL MALOCCHIO

Chi si ritenesse vittima di tale fenomeno può seguire due strade: o rivolgersi a un prete e chiedere una benedizione, ed è la strada che io consiglio, oppure affidarsi ai tantissimi riti tradizionali che si tramandano da generazioni, e che sono diversi da regione a regione.

Un rito molto diffuso, ad esempio nel Sud Italia, prevede l’utilizzo di olio e acqua che servono in principio per diagnosticare l’effettiva presenza del malocchio e anche la natura dell’ammaliatore. Si procede nel rituale versando 3 gocce d’olio in un po’ d’acqua contenuta in un piatto di porcellana che è stato posto sulla testa della persona colpita per qualche istante. Se l’olio forma un cerchio il malocchio è stato causato da un uomo, se invece la forma è allungata si tratta di una donna. Se invece l’olio si spande su tutta la superficie del piatto potete star tranquilli, non si ha alcun maleficio.

Dopo questa divinazione si procede recitando una preghiera segreta (potete trovare un esempio di questa formula in questo video) oppure la preghiera di San Cipriano, o molte altre orazioni che potete trovare qui, e quindi segnare 3 croci sulla fronte con olio per 7 volte e quindi gettare via l’acqua. C’è anche chi “taglia” le gocce con la forbice, in modo da tagliare, quasi fisicamente, il malocchio.

Alcune tradizioni prevedono che venga lavata la testa con latte; altre utilizzano miscele di erbe, come ruta, aneto, iperico e verbena, da strofinare sul corpo o portare con sè.

 

TUTTAVIA, io sconsiglio nel modo più assoluto il ricorso a tali pratiche, che hanno un forte sentore di magia (bianca o nera poco importa, sempre rituali sono), e consiglio invece la sola e unoca soluzione possibile, che è quella di rivolgersi a un sacerdote e chieder a lui consiglio sul da farsi. Assolutamente importantissimo è togliere subito da sè e dalla propria abitazione e luogo di lavoro tutti quegli oggetti simili ad amuleti a cui spesso si fa ricorso. Gli amuleti infatti non solo non preservano affatto dall’attacco del male, ma anzi lo favoriscono, lo facilitano, lo incoraggiano, e rispondere con una magia o una forma di superstizione a un’altra forma di magia non può che essere ampiamente controproducente.

La sola cosa che si può fare in questi casi è rivolgersi alle formule della liturgia e a oggetti sacri e benedetti che possono apportare numerosi benefici. Fatevi benedire, fate benedire la vostra casa, pregate, recitate il Rosario…questi, e solo questi, sono i veri e autentici rimedi contro la maledizione.

 

Questo post verrà aggiornato mano a mano che individuerò, grazie anche alla collaborazione di chi mi legge, altri “rituali” .

Print Friendly

36 thoughts on “Il Malocchio: sintomi e rimedi

  1. Carmen

    Come esiste il bene esiste anche il male le persone anche involontariamente posso trasmettere negatività, noi siamo fatti di energia quindi il rituale per togliere il malocchio è soltanto per vedere se c’è ma quello che lo toglie è la preghiera detta che sia il rosario o altro, non è affatto peggiorativo.

    Reply
  2. Ivan casadei

    È comparsa dal nulla sul sedile della mia auto una medaglietta della madonnina ( nn so ke madonnina ) molto usurata….
    Un amica mi ha detto di liberarmene subito xk è un segno del malocchio fattomi da qualcuno…
    Può essere???? Cosa devo fare???

    Reply
  3. cosmique

    ragazzi l’articolo è utile ma come al solito i cattolici non riescono a capire il significato della parola religione. avvicinatevi al metodo che più vi piace e vi farebbe star bene. sentitevi liberi e felici di scegliere cosa può interrompere queste brutte energie negative.

    Reply
  4. Maurizio Colella

    Scusate, ma so puo solo vedere se c è il malocchio facendo l esempio del piatto edopo x toglierlo recarsi da UN sacerdote?aspetto risposte

    Reply
    1. Donata Ginevra Post author

      sarebbe meglio lasciare perdere questi “ritualini” e recarsi SUBITo da un sacerdote…uando altri rituali non faresti altro che aumentare il problema

      Reply
  5. Francesco

    Voglio dire un paio di cose: siete fuori di testa, ma si può credere a queste cazzate medievali? Ma stiamo veramente inguaiati. Povera, povera, povrra Italia!

    Reply
  6. Bruno

    Da circa 5 anni tutta la mia famiglia ( io moglie e figlia ) dopo la nascita della bambina, ci siamo trasferiti a casa nuova. Qui è cominciato il tutto. Abbiamo ricevuto dai vicini un Accoglienza pessima, cioè l’ore erano abituati a fare anche di casa mia , come gli pare ( cioè entravano a casa del coinquilino, quando volevano , anche mentre si mangiava, senza avvisare. Parcheggiare le loro auto in spazi coperti non di loro proprietà , con presunzione ,il meccanico di fronte casa , lavorava in strada , creando sporco con l’olio ecc. Quindi quando sono andato ad abitare in questa casa, mi anno fatto peggior dispetti, è una famiglia in particolare, ha usata la tecnica del malocchio. Sia verso di me , stando sempre nervoso ( ma solo a casa e andando al lavoro come autonomo , senza a volte non fare 10€ . Ma poi verso mia figlia , che questo è grave . La fa sta male nervosa e piangere, sen zia un motivo valido, facendoci trovare davanti al portone di casa 3 pesciolini morti ; o come quando ci anno messo sempre fuori dal portone, un fazzoletto cucito con su dentro non so cosa, ma i fatti sono infiniti, però vorrei salvarmi da questo fatto . Ma non so come… Datemi in consiglio. Addirittura ultimamente quando questo mi fissa con gli occhi , mi fa male la testa e va tutto storto. Aiutatemi

    Reply
    1. Sabrina

      Anche noi stiamo lottando contro queste cose da anni quel che posso dirti è fate un cammino di conversione e fede solo Dio può sconfiggere il male! Santa messa comunione confessine preghiera in famiglia Cristo terapia esorcismi benedizione con acqua sale incenso esorcizzati della casa dentro e fuori. Non demoralizzato mai Gesù ha sconfitto Satana!

      Reply
  7. Sabrina

    È vero bisogna affidarsi alla Madonna, l’unica Madre Santa che ci ascolta e ci aiuta. Io lo faccio sempre quando aiuto le persone a eliminare queste negatività. Non sono una maga ne u a sensitiva sia chiaro.. faccio ciò che mi è stato tramandato in famiglia e nn parliamo di magie che nn esistono.

    Reply
    1. lucia

      Ciao Sabrina cosa bisogna fare contro queste energie negative ci si più o aiutare da. Sooli

      Reply
  8. patrizia ossola

    aiutoooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

    Reply
  9. Davide

    Ciao, dite che ci vuole Dio che i rituali sono inutili e su questo sono d’accordo, ma come si può andare da un sacerdote a chiedere la benedizione perché si deve togliere il malocchio. Il sacerdote difficilmente accetterà questo genere di richieste.

    Reply
    1. Donata Ginevra Post author

      Non è vero, il sacerdote DEVE SEMPRE Accettare chi gli si rivolge, per chiedergli un aiuto, anche se dice che è stato colpito dal malocchio. Anzi, proprio per questo motivo deve aiutare la persona, non si può rifiutare.

      Reply
  10. valentina frangioni

    Ciao volevo sapere una cosa sono parecchi giorni che mi sento stana mi tremano le mani mi viene da piangere non mi sento la persona di sempre.autami

    Reply
  11. eziochele

    Non affidatevi a maghi e ad amuleti per eliminare un malocchio o una maledizione,peggiorate solo la situazione
    Ci vuole DIO per sconfiggere satana
    quindi andate da un prete esorcista e pregate molto.

    Reply
  12. mari

    Salve ,io ultimamente tremo piango…mi sento stanca …sento che c’è qualcosa nella mia anima che nomi apaetenie.

    Reply
  13. Valeria

    Buongiorno… Mi chiamo Valeria,vorrei fare una domanda.. Una signora mi ha tolto l”‘invidia” con una preghiera(penso),delle croci sulla fronte e acqua e olio in un piatto…. Ha dovuto farlo 18 volte perché non andava via,poi l’ha bruciata… Mi ha dato una piantina,la ruta,mi ha detto di portarla sempre con me e di piantarne un po in un vasetto per poi metterlo affianco a dove dormo… Da quello che ho capito leggendo qui,questa cosa non va tanto bene… Sono molto credente e non vorrei che questa pianta mi recasse qualche danno!!! Puoi farmelo sapere?? Grazie 🙂

    Reply
    1. pietro

      ciao Valeria mi chiamo Pietro e mi sento di dirti che rivolgersi a un sacerdote chiedendo una benedizione è un’ottima idea.
      Se hai ancora dubbi fatti dire una messa. Io ho sempre sostenuto che la messa sia un potente esorcismo. Anche recitare il rosario aiuta molto. lo ha detto anche la madonna ai bambini di Fatima. ciao.

      Reply
  14. Angie ginev

    Buon Natale Donata, che l’amore vero inondi la tua vita…

    Un abbraccio

    Reply
  15. MikiMoz

    Io rimedio sempre con una bella toccatina ai gioielli :p

    Comunque, la formula per diagnosticare il malocchio si impara la notte di Natale, secondo la tradizione. Ti risulta?
    Quanto alle aure negative, spesso è successo anche a me di avvertire gente “scomoda”, o meglio… che ti fa stare scomodamente. Per fortuna non mi hanno mai sopraffatto.

    Moz-

    Reply
    1. Donata Ginevra Post author

      In realtà la formula la si può ascoltare la notte di Natale, perchè solo in quell’occasione viene pronunciata ad alta voce e quindi essere appresa.
      Io per le aure negative purtroppo ci ho fatto una vera mania…nel senso che le becco tutte! 🙁

      Reply

Rispondi