Le profezie di Anna Katharina Emmerick

Pochi giorni fa avevo parlato di quanto accaduto in piazza san Pietro alla fine di gennaio, quando le due colombe liberate dal Papa erano state attaccate prima da un corvo e poi da un gabbiano. Una delle due era stata uccisa dal gabbiano. Avevo detto di come questo fatto fosse stato tacciato dai più come un cattivo auspicio.

Non è mia intenzione, adesso, addentrarmi in quest’argomento…voglio invece parlare, come promesso in quel post, di una mistica, Anna Katharina Emmerick, e delle sue profezie.

Le profezie di Anna Katharina Emmerick sono infatti al centro di numerose teorie, perchè in più di un’occasione si sono rivelate corrette.

Anna Katharina Emmerick, nata in una famiglia di origini contadine, fu una monaca agostiniana tedesca, vissuta tra il 1774 e il 1824, che è stata proclamata beata il 3 ottobre 2004 da Karol Wojtyla, e venerata in tutto il mondo per le sue doti mistiche e di veggente.
Fin da piccola vedeva  scene accadute ai tempi di Gesù, di Maria, e altri eventi antecedenti la venuta di Cristo. Grazie alle sue visioni è stata dissotterrata, vicino a Efeso, la casa che, secondo gli archeologi, avrebbe ospitato Maria e Giovanni in seguito alla morte di Gesù.

Le visioni della Emmerich erano del tutto particolari: è probabilmente uno dei casi di OBE (Out Of Body Experience) che siano stati studiati, e approvati, perfino dalla stessa Chiesa. La veggente si separava dal corpo dopo essere stata “evocata” dal suo angelo custode, e il suo spirito si recava in Terra Santa dove assisteva agli episodi evangelici come se stessero avvenendo in quel momento. Il giorno dopo li descriveva a Clemens Brentano, poeta tedesco che prese sempre nota della sue visioni, ponendole per iscritto.
Sebbene nessuno dei due fosse mai stato in visita in Terra Santa, la Emmerich ha saputo descrivere con sorprendente precisione tutti i luoghi della vita di Gesù e della Madonna, i paesaggi, gli abiti, e perfino gli oggetti di uso comune a quel tempo.

Un giorno, le profezie di Anna Katharina Emmerick diedero il loro massimo risultato quando la donna descrisse con precisione di essere stata in visita alla Madonna, nella casa di Efeso in cui la Vergine visse dopo la morte di Gesù. La veggente descrisse la casa come un edificio rettangolare di pietra, a un piano solo, col tetto piatto e il focolare al centro, situata tra i boschi al margine della città.

Il ricercatore francese Julien Dubiet, dando credito a queste visioni, andò in Asia Minore alla ricerca della casa descritta da Anna Katharina, ed effettivamente trovò i resti di un edificio, nove chilometri a sud di Efeso, che nonostante le molte trasformazioni subite nel tempo era del tutto simile a quanto la Emmerick aveva descritto. Nel 1898 alcuni ricercatori austriaci compirono alcuni scavi archeologici più approfonditi, e stabilirono che l’edificio rinvenuto, almeno nelle sue fondamenta, risaliva al I secolo d.C.

Ma tra le visioni della monaca tedesca ci sono anche alcune profezie apocalittiche sul destino della chiesa.

Katharina Emmerick fu la prima ad aver previsto alcuni aspetti della futura riforma liturgica messa in atto dal Concilio Vaticano II, contenuta nella Costituzione Sacrosanctum Concilium:

“Ebbi una visione del santo Imperatore Enrico. Lo vidi di notte, da solo, in ginocchio ai piedi dell’altare principale in una grande e bellissima chiesa… e vidi la Beata Vergine venire giù da sola. Ella stese sull’altare un panno rosso coperto con lino bianco, vi pose un libro intarsiato con pietre preziose e accese le candele e la lampada perpetua…Allora venne il Salvatore in persona vestito con l’abito sacerdotale…La Messa era breve. Il Vangelo di San Giovanni non veniva letto alla fine. Quando la Messa fu terminata, Maria si diresse verso Enrico e stese la sua mano destra verso di lui dicendo che questo era in riconoscimento della sua purezza. Allora lo esortò a non avere esitazioni. Dopo di ciò vidi un angelo, esso toccò il tendine della sua anca, come Giacobbe. Enrico provava grande dolore, e dal quel giorno camminò zoppicando…“. (12 luglio 1820)

Per secoli infatti, prima della riforma liturgica del 1967, messa in atto dopo il Concilio Vaticano II, la Santa Messa si concludeva abitualmente (salvo rare eccezioni) con la lettura del Vangelo di Giovanni. Dopo il Concilio non è più così.

Curiosa poi l’ultima frase della profezia, quel riferimento allo zoppicare le monarca…e a tutti credo verrà in mente come Papa Bergoglio abbia difficoltà a camminare

Un’altra profezia sembra parlare proprio del Papa:

“Vidi un nuovo Papa che sarà molto rigoroso. Egli si alienerà i vescovi freddi e tiepidi. Non è un romano, ma è italiano. Proviene da un luogo che non è lontano da Roma, e credo che venga da una famiglia devota e di sangue reale. Ma per qualche tempo dovranno esserci ancora molte lotte e agitazioni”. (27 gennaio 1822)

Bergoglio non è un papa “romano”, cioè non è mai appartenuto alla Curia romana, non è mai stato di spicco negli ambienti ecclesiastici romani…però è italiano, di origini piemontesi… e indubbiamente con il suo rigore sta alienandosi i vescovi “freddi e tiepidi”.

E poi andiamo avanti. Le profezie di Anna Katharina Emmerick contengono poi la “rivelazione” secondo cui ci sarà un tempo in cui due pontefici vivranno a stretto contatto…

“Vidi anche il rapporto tra i due papi… Vidi quanto sarebbero state nefaste le conseguenze di questa falsa chiesa. L’ho veduta aumentare di dimensioni; eretici di ogni tipo venivano nella città [di Roma]. Il clero locale diventava tiepido, e vidi una grande oscurità… Allora la visione sembrò estendersi da ogni parte. Intere comunità cattoliche erano oppresse, assediate, confinate e private della loro libertà. Vidi molte chiese che venivano chiuse, dappertutto grandi sofferenze, guerre e spargimento di sangue. Una plebaglia selvaggia e ignorante si dava ad azioni violente. Ma tutto ciò non durò a lungo”. (13 maggio 1820)

Su questo passo, appare chiaro il riferimento a Papa Francesco e a papa Benedetto XVI.

Molto hanno detto che in realtà i due papi sarebbero Francesco e l’Anticristo che è giunto sulla Terra portato dalla Cometa Ison (sebbene poi la stessa cometa, che era stata individuata come la “cometa della fine del mondo” in realtà non si sia proprio fatta vedere, perchè sciolta dopo essere transitata troppo vicina al Sole.

Però in questo testo tratto dalle profezie di Anna Katharina Emmerick si possono benissimo vedere i mutamenti del magistero di Papa Francesco. La chiesa che va formandosi, nella profezia, è una chiesa “falsa”, dalla dottrina corrotta, eretica, e sottomessa a un clero “tiepido”, sebbene vi siano delle spinte che la fanno “aumentare di dimensioni”, certo riferibili al grande successo che sta avendo Papa Francesco che con il suo carisma sta davvero riempiendo le chiese.
E c’è poi, nella seconda parte, il riferimento alle molte guerre di religione che avvengono in tutto il mondo, con chiese che vengono chiuse, come in Nigeria, guerre, spargimenti di sangue.

Andiamo avanti, con quest’altra profezia:

“Vedo il Santo Padre in grande angoscia. Egli vive in un palazzo diverso da quello di prima e vi ammette solo un numero limitato di amici a lui vicini. Temo che il Santo Padre soffrirà molte altre prove prima di morire. Vedo che la falsa chiesa delle tenebre sta facendo progressi, e vedo la tremenda influenza che essa ha sulla gente. Il Santo Padre e la Chiesa sono veramente in una così grande afflizione che bisognerebbe implorare Dio giorno e notte”. (10 agosto 1820)

Qui si possono dare due possibili spiegazioni: o ci si riferisce a Benedetto XVI, che dopo la sua rinuncia al ministero petrino non sta più al Palazzo Apostolico, ma si è ritirato, come lui stesso aveva annunciato

“Anche se mi ritiro, nella preghiera sono sempre vicino a tutti voi e sono sicuro che anche voi sarete vicini a me, anche se per il mondo rimango nascosto”. (14 febbraio 2013)

oppure si può individuare in papa Francesco il “destinatario” di questa profezia, perchè nonostante il Papa debba vivere nel Palazzo Apostolico, lui preferisce starsene a Casa Santa Marta, dove è circondato da pochi, ma buoni, amici, e sta facendo “piazza pulita”, in Vaticano, di tutti colori che evidentemente non seguono la sua via.

Ecco, poi, la profezia sulla riforma Protestante che interessò la chiesa cattolica:

Poi vidi che tutto ciò che riguardava il Protestantesimo stava prendendo gradualmente il sopravvento e la religione cattolica stava precipitando in una completa decadenza. La maggior parte dei sacerdoti erano attratti dalle dottrine seducenti ma false di giovani insegnanti, e tutti loro contribuivano all’opera di distruzione. In quei giorni, la Fede cadrà molto in basso, e sarà preservata solo in alcuni posti, in poche case e in poche famiglie che Dio ha protetto dai disastri e dalle guerre”.

E ancora, sulla corruzione dilagante della Chiesa:

“Vidi che molti pastori si erano fatti coinvolgere in idee che erano pericolose per la chiesa. Stavano costruendo una chiesa grande, strana, e stravagante”.

Ma questa profezia non si ferma qui, preannuncia anche la dottrina che, dagli anni immediatamente successivi al Concilio Vaticano II, guida gran parte della pastorale stessa della Chiesa, dell’ecumenismo e della libertà religiosa:

“Tutti dovevano essere ammessi in essa per essere uniti e avere uguali diritti: evangelici, cattolici e sette di ogni denominazione. Così doveva essere la nuova chiesa… Ma Dio aveva altri progetti” (22 aprile 1823).

“Ma Dio aveva altri progetti”. Chissà quali progetti ha visto Anna Katharina Emmerick…distruttivi, come la profezia di Malachia che annuncia la fine del mondo? da cataclisma, come le quartine di Nostradamus ci hanno manifestato?

Ne parleremo nel prossimo post!

(I testi delle profezie sono tratti da Profezie per il Terzo Millennio)
Print Friendly, PDF & Email

Autore dell'articolo: Donata Ginevra

Perchè dovrei scrivere informazioni su di me, quando per questo è stata creata la pagina ABOUT ME?

6 thoughts on “Le profezie di Anna Katharina Emmerick

    uno qualunque

    (9 ottobre 2016 - 8:29)

    Ciao a tutti, ho trovato questa pagina su google grazie al commento di temistocle. Infatti avevo inserito nella ricerca “Roma distrutta agosto 2017”. Sono arrivato a questa data incrociando varie profezie. Secondo Luciano Sampietro in “Nostradamus settimo millennio” il papa nero manterrà il seggio per 4 anni e dopo di lui seguirà il Petrus Romano (dalla profezia di Malacchia” che sempre secondo nostradamus durerà 7 mesi. Considerando il papa nero un gesuita allora papa Francesco dovrebbe terminare il pontificato proprio agli inizi del 2017, mentre il successore (verosimilmente l’attuale cardinal Bertone, il petrus romano, nato a Romano Canavese) dovrebbe morire catturato in mare dopo sette mesi dalla sua elezione a pontefice.Precisamente quando Marte, Venere e il Sole si uniranno sotto un’unico segno. Questo avverrà esattamente a Settembre 2017. Il papa sarà catturato in mare perchè sarà in fuga da Roma che dovrebbe già essere sotto assedio. Secondo la profezia della madonna di Anguera Roma dovrebbe essere attaccata durante una eclissi lunare. Nel 2017 ce ne saranno due. Una parziale l’11 Febbraio 2017 e l’altra totale il 7 agosto 2017. Aggiungo inoltre che sempre secondo Sampietro Assad sarebbe l’anticristo descritto nel libro dell’apocalsse. Ed effettivamente non solo “Bashar al Assad” calcolato con la ghematria da il famoso 666 ma viene da Damasco esattamente come descritto nelle lettere agli apostoli (se non erro). Inoltre proprio come la bestia di apocalisse Assad è stato ferito a morte con la spada ma si è ripreso e tutti sono rimasti sorpresi e inneggiano “chi è come lui?”. L’altra bestia, quella di terra sarebbe Putin, grazie al quale l’anticristo otterrà il suo trono.

    Un cristiano

    (24 maggio 2014 - 21:29)

    informati meglio su bergoglio, parte dei Gesuiti e il cardinale Martini…
    Per cortesia…
    Saluti

    Antonella

    (11 aprile 2014 - 23:33)

    Ciao mi chiamo Antonella 🙂 potresti farmi sapere qualcosa dei messaggi angelici che riceve questa persona?sempre se è possibile!mi interesserebbe davvero tanto..grazie!!

    temistocle

    (5 febbraio 2014 - 12:21)

    Ciao, Donata! ti riporto parte di un messaggio angelico arrivato l’11 ottobre 2013 a una persona che conosco bene e che continua a riceverne ancora. Si parla proprio della chiesa di roma: “Agosto 2017 missione per la santa sede Roma verrà distrutta ed il suo più alto colle tremerà, una vorticosa facciata crollerà, una serie di eventi la raderà al suolo come successe nella rivoluzione. Come successe nel 1854 noi prenderemo le persone più importanti.”

Rispondi