Sognando una stella, di Ellah K. Drake

By | 11 novembre 2013

Mentre il blog, dopo la caduta libera di qualche giorno fa, sta tornando lentamente (mooolto lentamente) alla normalità, vi comunico che ho gli occhi rossi.

Rossi non perchè abbia pianto, ci mancherebbe, ma perchè sono arrivata alla fine di Sognando una stella di Ellah K. Drake.

Commento: WOW! MAGARI L’AVESSI LETTO PRIMA!!

Che dire..è un libro frizzante, brioso, avvincente, splendido e scritto davvero bene.
Ne sono rimasta a dir poco entusiasta. Diciamo che è uno di quegli scritti che leggi una, due, tre, quattro volte senza mai stancarti e arrivata alla fine, chiudi il libro, lo rovesci, e ricominci di nuovo, perchè sai già che qualcosa t’è sfuggito. Non poteva non piacermi, a me, trentunenne nata a Cenerentola e Pan di Stelle…e Sognando una stella non è un pandistelle ma di quei biscotti cioccolatosi e nocciolosi ha la stessa dolcezza, e proprio come loro, un capitolo tira l’altro.

Ellah è così: effervescente come l’Idrolitina e irresistibile come i Pandistelle. In una parola, impossibile da non apprezzare!

Gli ingredienti per rendere immortale questa storia ci son tutti: un’Angelica Cenerentola imbranata che inciampa sui suoi tacchi e ha scarsissima autostima di sè, nella quale ognuna di noi può agevolemente immedesimarsi, una strega cattiva di nome Amanda che ti verrebbe da strapparle i capelli uno a uno, una fata turchina che crede nei miracoli, e poi lui, James, che è attore famoso nella vita come nel libro…
Angelica è una donna come noi, che crede nell’amore ma ha paura d’innamorarsi, e così come sempre accade finisce per innamorarsi dell’uomo sbagliato, o di colui che si crede sia sbagliato…senza accorgersi che la verità è proprio lì, di fronte a noi. E così, in un turbinio di gaffe memorabili, di malinconie, di fraintendimenti, di cose lasciate da intendere e non intese, di gelosie e paure, la storia di Angelica e James diventerà una sorta di vicenda tragicomica in cui il collante è, come sempre, l’Amore.

Questa è la storia, ma la grandezza di Ellah è stata quella di aver saputo raccontare la vicenda dai diversi punti di vista dei vari protagonisti: sembra una baggianata, ma non lo è, solo i grandi scrittori ci riescono senza smascherare il loro agire, ed Ellah ci è riuscita.

E poi non scordiamo i colpi di scena, che vivacizzano la scrittura e il romanzo, giungendo proprio nel finale a farci restare così, a bocca aperta, a tornare indietro di qualche pagina, rileggere, e meravigliarsi, chiedendosi….no, il finale non ve lo svelo!

Leggetevi Sognando una stella, merita davvero, per qualche oretta vivrete piacevolmente fuori dal mondo, in un sogno d’amore e passione frizzante che certo non guasta…perchè sognare non guasta mai, e spesso, certi sogni, si avverano!

 

One thought on “Sognando una stella, di Ellah K. Drake

  1. Pingback: L’estratto della settimana: “Sognando una stella” di Ellah K. Drake – La Biblioteca di Daniela

Rispondi