La mia casa è infestata, cosa devo fare?

Da qualche tempo, sui forum, leggo post di gente che afferma che la propria casa è infestata, e chiede agli “esperti” presenti nel forum come debba comportarsi.

Ho provato io stessa a chiedere a una ragazza come facesse a sostenere che il suo appartamento fosse infestato, e lei mi ha detto: beh, so per certo che lì dentro è morta una vecchia signora, e adesso ogni mattina mi sveglio con il letto in completo disordine, il comodino con tutte le cose cadute a terra e dei graffi sulle braccia. Le ho chiesto se vivesse sola in quella casa, e lei mi ha detto: no, vivo con il mio gatto e ci dormo assieme. Quando le ho fatto notare che avrebbe potuto essere benissimo il suo gatto a saltare sul letto, rovesciare gli oggetti sul comodino e perfino provocarle quei graffi sulle braccia, mi ha detto che, no, era certa che fosse stato il fantasma della vecchia proprietaria della casa, e mi chiedeva che cosa doveva fare di fronte a questa verità.

Lascio in sospeso la storiella e non svelo la risposta che le ho dato, ma voglio ugualmente usare questo “divertente” retroscena per scrivere questo post.

Lasciamo da parte gli scetticismi e le risatine sotto i baffi: chi non crede ai fantasmi stia pure lontano da qui o usi la freccetta in alto a sinistra per passare al post seguente o a quello precedente. Qui mi rivolgo solo ed esclusivamente a chi crede nell’esistenza dei fantasmi e soprattutto a chi, specie di notte, sentendo strani rumori e vedendo strane ombre, ha il timore, o addirittura il puro terrore, che stia davvero convivendo con qualcosa di soprannaturale.

Vi assicuro che molte volte non è affatto così, sebbene io stessa abbia avuto a che fare, in diverse occasioni, con qualcosa di inspiegabile. La prima volta, lo ricordo molto bene, successe proprio a casa mia, durante un pomeriggio di studio, e non fu certo la stanchezza a farmi vedere cose molto strane (ne ho parlato in questo post). Un’altra esperienza curiosa la provai al castello del Catajo, quando mi ci recai per vedere la famosa pietra insanguinata e per conoscere la storia di Lucrezia degli Obizzi. Quindi, lasciamo da parte lo scetticismo, perchè davvero ci sono persone convinte nell’esistenza di fantasmi, e io sono tra queste per diversi motivi, che sono ben noti a chi mi ha letta nel corso del tempo, seguendo la storia del blog che racconta molto anche di me.

Pertanto, credo sia del tutto legittimo chiedersi: come si fa a scoprire se la propria casa è infestata o meno da un fantasma?

In primo luogo, è bene sottolineare che l’apparizione di un VERO fantasma è fenomeno estremamente raro, e può essere davvero difficile determinare se gli eventuali strani fenomeni si verificano in casa siano dovuti o meno a un’infestazione. Per prima cosa, nessuno sa veramente cosa sia realmente un’infestazione, o meglio, nessuno sa davvero perchè e in che modo un fantasma decida di stabilirsi in un luogo piuttosto che in un altro. 

Innanzitutto, come rispondereste a qualcuno che vi chiedesse: come definireste un fantasma?

La gente dice: i fantasmi sono gli spiriti delle persone morte che per qualche motivo sono “bloccati” tra questo mondo e l’aldilà, spesso a causa di una tragedia o un trauma. Molti sensitivi ritengono che tali spiriti legati alla terra non sanno di essere morti. Ma la mia definizione preferita, quella che ho elaborato nel corso del tempo studiando i vari fenomeni con cui sono venuta in contatto, è questa:
“Un fantasma è un essere umano, che è stato strappato dal suo corpo fisico a causa di un evento traumatico che ne ha provocato la morte, e che o non riesce ad accettare la sua fine, oppure non riesce ancora a rendersene bene conto, e continua a fare ciò che faceva in vita, pur non appartenendo più a questa vita. Tutti noi siamo spiriti racchiusi in un corpo fisico, e nel momento in cui moriamo il nostro corpo muore e resta sulla terra, proprio perchè è un corpo fisico, ma il nostro spirito, o la nostra anima come la vogliamo chiamare, non smette di vivere, e lo fa nella dimensione successiva. Un fantasma, invece, a causa del fortissimo trauma che ha portato alla cessazione delle sue funzioni vitali, e a causa del “non rendersi conto di non esistere più”,  è bloccato nel nostro mondo fisico e deve essere aiutato a passare oltre, per poter continuare il suo cammino. Solo che molti fantasmi, e non si capisce come mai, non vogliono andarsene, forse perchè sono legati alle persone con cui vivevano e non voglion lasciarli.

Del resto, non dimentichiamo che esistono diverse foto scattate, che riprenderebbero dei fantasmi (uso il condizionale perchè si sa che in questo campo ci sono dei veri e propri esperti di photoshop e di fotoritocco), collegati in qualche modo a persone con cui erano in rapporti stretti mentre erano in vita. Su queste foto così particolari vorrei dedicare un post specifico più avanti, per adesso mi limito a questo breve accenno e proseguo nella narrazione per non andare fuori tema.

Dunque, come fare per individuare la presenza o meno di un fantasma? Quali sono I SEGNI DI UNA INFESTAZIONE?
Il primo passo è quello di determinare, nel miglior modo possibile, quali sono i segnali che possono fare ragionevolmente pensare che un’abitazione sia o meno infestata.
NOTA: non tutti i fantasmi sono uguali, e diverse presenze possono presentare una varietà di fenomeni. Alcuni fantasmi si manifestano con un unico fenomeno, ad esempio con strani rumori che si ripetono sempre, con cadenza sistematica, mentre altri annunciano la loro presenza unendo diversi elementi, che vanno dai semplici rumori alle apparizioni vere e proprie.

  • Rumori inspiegabili: passi, scossoni, sbattere di porte, graffi sulle porte o sulle pareti, ticchettii, rumori di oggetti caduti, suoni ritmici e ripetuti. A volte questi rumori possono essere quasi impercettibili, e altre volte possono essere molto forti. Spesso però sono rumori del tutto casuali, provocati da elementi all’esterno della casa, per cui non è provante della presenza o meno di un fantasma, tanto più che la causa di tali rumori potrebbe essere l’assestamento della casa stessa, l’impianto idraulico o anche “simpatici animaletti” come topi, lucertole o perfino tarli.
  • Porte, mobili e armadi che si aprono e chiudono da soli: se i rumori il più delle volte, sono provocati come abbiamo visto da agenti esterni, il movimento che interessa porte e cassetti e ante di armadio non è altrettanto riconducibile a interventi esterni. Molte volte però questi fenomeni non si vedono direttamente: chi sperimenta questi fenomeni non sente i suoni distinti delle porte in fase di apertura e chiusura, benchè chi abita in una casa conosce molto bene il suono distintivo di ogni elemento che compone la sua abitazione. Talvolta poi può accadere che chi vive in una casa entra ed esca da una stanza, e rientrandovi può trovare una porta aperta o chiusa, ben sapendo di averla lasciata nel modo opposto. A volte si ha l’impressione di udire lo spostamento di alcuni mobili, come sedie in cucina. Molto raramente si può effettivamente assistere, visivamente, al fenomeno in atto. C’è da dire, però, che spesso la causa di questi fenomeni potrebbe essere cerniere difettose o correnti d’aria.
  • Luci che si accendono e spengono da sole: allo stesso modo, anche le luci o gli apparecchi elettrici presenti in casa, tipo televisori, radio, sveglie, vengono trovati accesi (o spenti), quando invece erano stati lasciati nello status opposto.
  • Sensazione di essere osservato. A dire il vero questo non è un fenomeno raro e può essere anzi attribuito a molte cose, ma potrebbe avere una fonte paranormale se la sensazione si verifica sempre in una particolare posizione della casa e, soprattutto, in un momento particolare della giornata.
  • Ombre inspiegabili. Questo è certamente uno dei fenomeni visivi più allarmanti e per certi versi angosciante, avvistare forme fugaci e ombre, di solito scorti con la coda dell’occhio. Molte volte le ombre hanno forme vagamente umane, mentre altre volte sono meno distinguibili, hanno contorni più frastagliati, o sono piccole e molto rapide negli spostamenti. Non dimentichiamo però che le ombre possono essere causate, forse, dai fari di un’auto di passaggio.
  • Apparizione e sparizione di oggetti: questo fenomeno si presenta in maniera abbastanza regolare in diversi casi, e si verifica quando la persona non trova più degli oggetti di uso comune. Certo, si può parlare di dimenticanze o sbadataggine, ma  in questo caso gli oggetti sono quelli di uso più comune, ed è prassi consolidata riporli sempre nello stesso posto, ad esempio le chiavi della macchina nel piattino svuotatasche in salotto, il giornale appena acquistato sul tavolo, il fodero degli occhiali sul comodino, le scarpe nella scarpiera e l’orologio nella scatola portagioie. Non è questione di essere distratti: ogni volta che rincasiamo facciamo sempre, sistematicamente, gli stessi movimenti, quasi come automi, magari con la mente che pensa ad altro…salvo poi non trovare più l’oggetto che eravamo certi di aver riposto in quel punto. Ci affanniamo a cercarlo in ogni dove, e quando poi buttiamo l’occhio sul luogo in cui dovrebbe esserci l’oggetto sparito, eccolo lì che ci osserva, beffardo. Però fino a qualche minuto prima eravamo super certi che non ci fosse nulla! Quasi come se l’oggetto fosse stato preso in prestito da qualcuno o qualcosa per un breve periodo, e poi rimesso al suo posto. A volte gli oggetti non vengono restituiti per giorni o addirittura settimane, ma quando riappaiono, li si trova nei luoghi più ovvi, e appare così strano che non li avessimo visti prima.
  • Strano comportamento animale. Se in casa abbiamo un cane, un gatto o un altro animale domestico, possiamo notare che talvolta questo si comporta in modo strano. I cani possono abbaiare a qualcosa di invisibile, rannicchiarsi senza motivo apparente e guaire spaventati, o rifiutare perfino di entrare in una stanza come invece avviene normalmente. I gatti, ed è questo un comportamento davvero interessante, possono osservare qualcosa (invisibile a noi) che attraversa la stanza, quindi mettersi improvvisamente in posizione d’attacco e scattare all’inseguimento di qualcosa, salvo poi bloccarsi a metà della corsa , tornare indietro e rifugiarsi sotto un mobile o sopra qualcosa, in posizione di difesa. Questo fenomeno è stato ampiamente osservato e studiato, e si è giunti alla conclusione che gli animali hanno sensi più nitidi e sviluppati rispetto agli esseri umani.

    Questi finora elencati sono i fenomeni più comuni, esposti in ordine di importanza e frequenza, da quello più comune a quello meno comune. Adesso continuiamo l’elenco con i fenomeni meno frequenti e per questo più impressionanti.

    • Lievi fenomeni psicocinetici. Come dicevo sopra, un conto è udire una porta che si chiude, un conto è vederla. Allo stesso modo, vedere una luce che si accende o spegne da sola, senza però che vi sia un blackout (le altre lampadine restano accese) o senza che la luce in questione sia bruciata, indica che davvero qualcosa di inspiegabile sta accadendo. Quando la televisione o la radio cambiano da soli il programma, beh significa che sta accadendo qualcosa di strano. E quando porte e finestre di aprono e chiudono da sole senza che vi siano elementi tali da poterne spiegare il motivo, beh anche in questo caso è bene tener conto di questi fenomeni. Si può anche osservare il fenomeno di oggetti che spostano da soli, come nel caso del quadro dell’uomo angosciato di cui avevo parlato qui: http://www.pensierospensierato.com/2013/11/luomo-angosciato-e-il-suo-mistero.html
    • Sensazione di essere toccato. Un conto è sentirsi osservati, un conto è la sensazione di essere toccati. Alcune persone sentono qualcosa che passa sul loro volto, come una sorta di ragnatela; altre avvertono qualcosa che tocca i capelli o addirittura sentono la presenza di “una mano” sulla spalla. Alcuni sentono un lieve battito, altri una stretta, altri, ed è davvero impressionante, un vero e proprio schiaffo.
    • Sussurri e grida. Questo invece è uno dei fenomeni uditivi più particolare, che consiste nell’udire chiaramente in certe occasioni, delle voci soffocate, che sussurrano o addirittura gridano. A volte si sente semplicemente della musica, che non si capisce da dove venga. Certe persone sentono perfino chiamare il proprio stesso nome.
    • Punti freddi o caldi. In gergo si chiamano hotspot, e sono punti freddi in una stanza, in cui la temperatura, misurata attraverso termometri, è di parecchi gradi di differenza rispetto all’ambiente circostante. Gli scettici obiettano sempre che si tratti di punti in cui si convogliano delle correnti d’aria, ma non sanno spiegare come mai siano stati provati degli hotspot di 10gradi di differenza in un ambiente completamente isolato con pannelli per l’isolamento termico…
    • Odori inspiegabili. Talvolta si può avvertire un profumo, o un odore, che non è presente naturalmente nella propria casa. Questo fenomeno va e viene senza alcuna causa apparente e può accompagnare altri fenomeni, come le ombre, le voci o i fenomeni psicocinetici. Non solo profumi però: anche i cattivi odori possono manifestarsi allo stesso modo, come avevo raccontato in questo post, che, guarda caso, raccoglie proprio tre testimonianze di tre fenomeni che abbiamo appena citato.

    Più rari ancora sono i fenomeni decisamente più estremi, alcuni dei quali sono stati chiamati fenomeni di poltergeist, e possono essere abbastanza forti e insistenti da rendere certa l’infestazione della casa.

    • Spostamento o levitazione di oggetti (gravi fenomeni psicocinetici). Si può assistere alla caduta di piatti dalle mensole, piatti che però non vengono semplicemente fatti cader giù, ma che vengono proprio spinti lontano con forza, o quadri che si staccano dalle pareti e volano via, immagini che volano fuori mura, porte che sbattono e che vengono chiuse con grande forza, mobili che vengono trascinati sul pavimento.
    • Aggressione fisica. Graffi, schiaffi e calci. Questo tipo di attacco personale è estremamente raro, ma, ovviamente, molto inquietante.
    • Altre prove fisiche. Accade talvolta che improvvisamente appaiano scritte inspiegabili su fogli di carta o, peggio, sulle pareti, così come impronte di mani e di piedi.
    • Apparizioni: qui si indica la manifestazione fisica di uno spirito o entità. Questi fenomeni sono molto rari e possono assumere molte forme: oggetti nebulosi di forma umana o che compongono forme indistinguibili; forme umane trasparenti che scompaiono rapidamente, e più raramente, forme umane che sembrano reali e solide come ogni persona vivente, ma che scompaiono in una stanza o anche mentre si sta guardando.

    COSA FARE IN QUESTI CASI?

    • Innanzitutto è bene chiamare a raccolta quante più persone è possibile, per avere più testimonianze dell’accaduto: un conto è che sia una sola persona a provare certi eventi, un conto è che i fenomeni si manifestino davanti a più persone.
    • Se si sentono rumori inspiegabili, tentare di registrare con un registratore portatile. Se ci sono fenomeni fisici di qualsiasi tipo, fotografarli o videoregistrarli, ormai con un normale smartphone si può fare in pochi attimi.
    • Tenere un diario in cui raccogliere gli avvenimenti più salienti, registrando data, orario, cosa si stava facendo, dove e come il fenomeno si è manifestato. Non dimenticare poi di annotare la propria condizione psicofisica: può capitare infatti che una persona che ha lavorato 10 ore al giorno e alla quale bruciano gli occhi per il troppo lavoro al videoterminale possa vedere dei “lampi di luce” dovuti alla stanchezza e scambiarli per fantasmi.
    • Affrontare con spirito critico la questione: chiamare tecnici come idraulici per controllare le tubature, falegnami per sistemare porte e finestre, elettricisti per dare un controllo all’impianto elettrico della casa, cambiare quella radio ormai vecchie e verificare quella televisione e il suo telecomando che ha le pile scariche…insomma, face tutto il possibile per dimostrare che la propria casa non è infestata.


    CHIAMARE GLI ESPERTI
    Quando si deve chiamare un investigatore paranormale? Solo quando si è esclusa qualsiasi spiegazione razionale per i fenomeni che si verificano e si è profondamente convinti che la propria casa sia veramente infestata. Naturalmente, se i fenomeni sono estremi e ci si sente in reale pericolo, sia esso fisico o psicologico, è necessario intervenire subito. Ovviamente è superfluo dire che è bene valutare bene cosa si fa, spesso infatti si contattano i ghostbuster e ti capitano in casa dei tizi con un rilevatore k2 installato come applicazione nell’Iphone… 

    In questi casi, dico io, sarebbe meglio rivolgersi all’unica persona che può veramente darci una mano: il sacerdote. Esistono infatti benedizioni ed esorcismi minori che vengono fatti nelle case e sulle persone che le abitano per scongiurare questo tipo di fenomeni. E vi assicuro che, dopo un intervento di questo tipo, non resterà altro che il ricordo.

     

    Print Friendly

    Autore dell'articolo: Donata Ginevra

    Perchè dovrei scrivere informazioni su di me, quando per questo è stata creata la pagina ABOUT ME?

    5 thoughts on “La mia casa è infestata, cosa devo fare?

      eloise

      (4 settembre 2015 - 13:32)

      buongiorno a tutti..sin dall’ infanzia ho sentito e visto spiriti….poi per non so quanti anni niente piu. non che la cosa mi sia dispiaciuta….vivo in germania da quasi 15 anni. abito in una casa moderna e da qualche mese rivedo e risento (in questo caso uno solo spirito) ….nebbie in movimento sopra il letto…inizialmente non ci facevo caso..poi una notte dopo una apparizione ho sentito dei rumori che mi hanno svegliato. il mio letto e’ di metallo..come se qualcuno battesse ripetutamente con qualche cosa… some un susseguirsi di gong in sottofondo..per diversi minuti…ero piu che sveglia!!! ok ho lasciato perdere e mi sono riappisolata. poi di nuovo nebbie in movimento in bagno…il microfono del mio compiuter che incomincia a balbettare (a compiuter spento beninteso). lo schermo del Tablett che improvvisamente si accende…e la sensazione orrenda di essere sempre spiata….cosa devo fare?

      Daniele

      (3 giugno 2015 - 15:45)

      ma xke nn viene a casa mia un fantasmaaaaaaaaaa……….. qst cose mi incuriosiscono e mi appassionano ….ma nn ci credo.

      una volta sola mentre stavo dormeno ed ero nel sonn profondo sentivo un malessere fisico generale….mi sentivo strano e male e avevo quasi la sensazione che stessi x morire.(sara che avevo dormito in una posizione scorretta??) inconsciamente o cercato di svegliarmi….dopo qualche minuto che mi sono svegliato tutto era finito.

      Ghost Hunters Team Napoli

      (27 dicembre 2014 - 17:11)

      Innanzitutto mi presento sono Riccardo il fondatore del Ghost Hunters Team Napoli, non siamo GhostBusters come spesso ci chiamano e sfato il mito che abbiamo trappole per i fantasmi, ne tanto meno usiamo applicazioni per Iphone… che alterano solo le rilevazioni EMF ossia i campi elettromagnetici.
      La nostra strumentazione è molto più complessa e serve per comunicare con l’entità e capire cosa vuole, come mai si trova ancora in quel luogo e chiediamo di lasciare in pace le persone che ci abitano o di convivere con esse in maniera amichevole e non ostile.
      Il mio Team è sempre a vostra disposizione per indagini paranormali in tutta la Campania e per consigli su come comportarsi in caso di questi fenomeni.
      Per info e contatti: http://ghtnapoli.altervista.org

        Donata Ginevra

        (28 dicembre 2014 - 8:34)

        grazie del commento, che per ora lascio, ma il mio blog non fa pubblicità a nessun gruppo di ricerca di fenomeni paranormali 😉

          eloise

          (4 settembre 2015 - 14:00)

          ciao donata
          e’ dalla mia infanzia che sento e vedo spiriti. ..per diversi anni poi ..piu niente. non che la cosa mi dispiacesse. vivo in germania da molto ormai, ho due bambini tutto ok.
          all’ improvviso ho ripreso a percepire..cosi da un giorno all’altro. inizialmente non ci ho
          fatto caso…alle nebbie in movimento sopra il mio letto..poi una notte un rumore mi ha svegliato. il mio letto e’ di metallo ed era come se qualcosa battesse ritmicamente contro di esso provocando un ripetuto lieve gong… per diversi minuti ed ero ben sveglia…fino a quando non mi sono riappisolata. poi di nuovo nebbie. .sporadicamente…e poi il microfono del mio compiuter che si mente a balbettare (a compiuter spento) e lo schermo del mio Tablett che improvvisamente si accende come se qualcuno lo toccasse…e per finire l’orribile sensazione di sentirmi spiata in continuazione….
          cosa ne pensi? io non c’ero piu abituata e non riesco a spiegarmi da dove venga…cosi all’improvviso. .

    Rispondi