Bachelor’s Grove: il cimitero più infestato al mondo

bachelors
bachelors Alzi la mano chi tra di voi trova piacevoli i cimiteri.

Io li adoro. Ok, so che molti di voi storceranno il naso di fronte a questa mia affermazione, altri ridacchieranno pensando: “ah beh, ma se lo dice una come Ladyghost si può anche comprendere”, altri mi prenderanno per pazza. Ma davvero, a me i cimiteri piacciono.
Mi danno un forte senso di pace interiore, e non solo perchè c’è silenzio assoluto (ovvio, ci sono tutti morti!!!), ma anche perchè spesso nei cimiteri ci si può estraniare da tutto il caos che la vita quotidiana continuamente ci riserva, e ritagliarsi un piccolo spazio privato in cui fermarsi a riflettere, pensare, farsi mille domande e trovare la calma necessaria per darsi le relative risposte.

Preciso subito che il mio interesse per i cimiteri va oltre l’aspetto “paranormale” della questione: non ho mai visto nulla di strano nei cimiteri, nessun fantasma o cose del genere.
Però non è affatto impossibile che nei cimiteri si possano fare degli incontri…curiosi.


Mio padre una volta mi raccontò che, quando era poco più che ventenne, assieme a tre suoi amici si recò nel cimitero del paese nel quale abito. Il cimitero è situato ovviamente abbastanza lontano dal centro abitato vero e proprio, ma è comunque collegato allo stesso da una strada, ed è raggiungibile in breve tempo.
Per scommessa, mio padre e i suoi amici decisero di camminare lungo tutto il muro di cinta del cimitero, seguendo la stradina che circonda il perimetro del luogo sacro (strada che tuttora esiste ed è percorribile).
I quattro temerari erano giunti più o meno a metà strada, e si trovavano grosso modo nel punto in cui il muro di cinta costeggia l’argine del fiume Brenta, quand’ecco…

Un fruscio nel fitto della vegetazione, forse un gatto o un grosso topo, fatto sta che i quattro scapparono a gambe levate, credendo ci fosse qualche fantasma pronto a ghermirli. 🙂

bachelorsMi sono sempre chiesta, vista la mia “passione” per i cimiteri: qual è il cimitero più infestato del mondo?

Se vi trovate a Chicago, e vi piacciono i fantasmi, andate a visitare il Cimitero di Bachelor’s Grove, nel quale nel tempo sono stati registrati più di 100 casi di fenomeni paranormali. Non è più utilizzato dal 1965, ma è il più antico di tutta la contea, e la sua storia ha contribuito a renderlo noto in tutto il mondo. Bachelor’s Grove è un cimitero molto piccolo, recintato su tutti i lati e con un solo cancello a sud, dal quale parte un viottolo che lo attraversa in lunghezza. A sud-ovest i limiti del cimitero sono lambiti da un piccolo lago stagnante, lago che, come vedremo in seguito, ha un ruolo molto importante nella storia di Bachelor Grove. Questo video offre un piccolo tour virtuale al cimitero, lasciato  purtroppo, ormai da decenni, all’incuria e oggetto di frequenti atti vandalici, probabilmente dovuti alla popolarità “paranormale” del luogo. Le tombe e le statue sono state sfregiate e mutilate, e diverse bare sono state rimosse dai loculi e i cadaveri trafugati.
In diverse circostanze sono stati anche rinvenuti resti animali bruciati e segni evidenti di fuochi accesi nella zona vicina al lago, probabilmente a seguito di riti occulti praticati durante la notte.

I FANTASMI
L’apice delle segnalazioni di fantasmi in questo misterioso cimitero si ha tra gli anni ’70 e ’80, quando un numero sempre maggiore di persone inizia a riferire strani avvistamenti: inizialmente si trattava di orbs, fenomeni che tutti conosciamo molto bene, poi si parlò di apparizioni vere e proprie…ma andiamo con ordine.

LA MACCHINA FANTASMA
Come avete potuto vedere dal video, il cimitero è attraversato da una stradina, che si può percorrere anche a bordo di una macchina. Ebbene, nel 1971 una coppia si trovava a transitare lungo questa stradina che attraversa il cimitero, quando, di fronte a loro, sopraggiunse un secondo veicolo, di colore rosso. Mano a mano che la macchina rossa si avvicinava a quella della coppia, i due si accorsero che il veicolo era di vecchio stile, e procedeva a velocità forse troppo sostenuta per una strada piccola e stretta come quella. L’uomo suonò ripetutamente il clacson per richiamare l’attenzione dell’altro guidatore, ma senza esito. Mancava ormai poco all’impatto tra i due veicoli, e proprio mentre le due macchine stavano per scontrarsi, la donna seduta al lato del passeggero si accorse che non c’era alcun guidatore nell’altro veicolo. Poi, stranamente la macchina passò attraverso l’altro veicolo, e quando i due occupanti, ovviamente sbigottiti e terrorizzati, scesero per controllare i danni, si accorsero che sulla loro macchina non c’era nemmeno un graffio, perchè il veicolo fantasma l’aveva letteralmente attraversata. A chi appartenesse quella macchina non è dato saperlo, fatto sta che, ancora oggi, molti di quelli che visitano Bachelor Grove affermano di vedere lo strano veicolo percorrere a folle velocità la stradina che attraversa il cimitero, sparendo poi nel nulla.

Il lago di Bachelor’s Grove

C’è poi la storia del LAGO. Nell’era americana dei gangster, tra gli anni ’20 e gli anni ’30, era consuetudine buttare i cadaveri delle vittime dei regolamenti di conti direttamente nelle acque di un lago. E ovviamente, anche il lago di Bachelor Grove subì la stessa sorte. Diversi testimoni hanno dichiarato di aver visto diverse persone sedute sulle sponde del lago. Apparentemente si trattava di pescatori, ma non appena ci si avvicinava, queste persone sparivano letteralmente nel lago.
Tra gli atti di vandalismo compiuti nel cimitero ce ne sono diversi che raccontano di come i vandali abbiano gettato le lapidi delle tombe nelle acque del lago. Se si guarda quest’altro video di vede infatti che una lapide è stata gettata nel lago e che le persone ritratte nel filmato stanno tentando di recuperarla.
Molte persone che hanno detto di aver assistito a fenomeni paranormali, hanno riferito di aver visto dei fantasmi entrare nel lago e cercare di tirarne fuori le lapidi…ovviamente senza successo.

Si racconta poi di un contadino fantasma che passeggia per il cimitero con il  suo cavallo. Questo
avvistamento però ha forse un fondamento di verità, in quanto nel 1870 un contadino perse effettivamente la vita morendo affogato nelle acque del lago. Era a passeggio per Bachelor Grove a cavallo, quand’ecco l’animale s’imbizzarrì, forse spaventato da qualcosa, e disarcionò il suo cavaliere, che cadde, battendo la testa su una pietra che stava semisommersa nel lago e perse i sensi, finendo affogato in pochi centimetri d’acqua.

Oggetto di numerosi avvistamenti sono stati anche fantasmi dalle fattezze umane, tra cui il più frequente sarebbe un monaco, che si aggira tra le tombe alla ricerca, di dice, di una sua figlia illegittima.
Altre apparizioni includono uomini a due teste, bambini e strane figure umane avvolte in un alone giallo.

Bachelor’s Grove: la casa fantasma?

LA CASA SUL LAGO DEL TEMPO
Tra i fenomeni paranormali più importanti riportati su Bachelor Grove si parla anche dell’avvistamento e della scomparsa di una casa colonica, che si dice sia infestata. Questa casa sarebbe di stile vittoriano, su due piani, con un ingresso contornato da due colonne e una scalinata. La casa, vista in lontananza,  sembrerebbe assolutamente reale…ma coloro che hanno provato ad avvicinarci, l’hanno vista diventare sempre più lontana, sempre più piccola, e talvolta scomparire all’improvviso. Questa casa nasconde anche una leggenda, secondo la quale chi riusciva ad entrarci non poteva più fare più ritorno, perchè è una casa senza dimensione, nè di spazio nè di tempo. Eppure, secondo la leggenda, questa casa è stata vista da numerosissimi testimoni, alcuni dei quali sono anche riusciti a disegnarla e fotografarla…e questo sito potrebbe fornire una spiegazione su cosa realmente nasconda la casa fantasma di Bachelor’s Grove: una casa colonica infatti, risalente al 1864, si trovava effettivamente nel territorio del cimitero, ed è proprio quella ritratta nella foto. Inoltre questo video, oltre a offrire un bel panorama del cimitero mostrerebbe, forse, proprio la casa fantasma di cui tanto si parla. (vedere al punto 15:11 e 15:34).

LE LUCI
Il cimitero è stato anche teatro di avvistamenti di luci lampeggianti, molte delle quali registrate non solo
di notte, ma anche in pieno giorno. Nel 1971 una donna dichiarò di essere riuscita a catturarne una tra le mani, ma di non aver avvertito nessuna strana sensazione. Ci sono poi altre testimonianze che parlano di luci blu che diventano rosse e lampeggiano…forse qualcosa di simile a degli UFO…anche se non esiste alcun tipo di materiale fotografico o video che ritrarrebbe questi fenomeni, perchè stranamente le luci sono suscettibili alle altre luci, e non appena ne appare una (come il flash di una fotocamera ad esempio), inspiegabilmente scompaiono nel nulla.

LA MADONNA DI BACHELOR GROVE

Questo è senza dubbio il caso più controverso di tutta la vicenda. Moltissimi investigatori paranormali hanno tentato di catturare su pellicola i fenomeni misteriosi di Bachelor’s Grove. Migliaia di fotografie mostrano strani effetti di luce, corpi sfocati, volti spettrali. La foto più controversa venne scattata nel cimitero da Mary Huff, un membro della Ghost Research Society, nell’agosto del 1991 in pieno giorno. La Huff era solita scattare le foto con una pellicola sensibile agli infrarossi ogni qualvolta i suoi equipaggiamenti segnalassero qualcosa di anomalo nella zona. La foto mostra chiaramente una giovane donna semitrasparente, vestita con abiti di un’altra epoca, seduta su una pietra tombale. Questa figura non risultava visibile ad occhio nudo nè alla Huff, nè agli altri membri del suo staff.
Gli investigatori riuscirono anche a collezionare molto materiale audio, ottenuto attraverso sistemi di registrazione posati in loco. Nei nastri era possibile udire chiaramente pronunciare nomi di persone defunte nel cimitero, ripetuti più e più volte.

Posticino davvero interessante, non c’è che dire!

FONTI: linkate nel testo.

 

14 Comments on “Bachelor’s Grove: il cimitero più infestato al mondo”

    1. Grazie di cuore…sì effettivamente è lontanino, ma prossimamente scriverò di qualche luogo abbastanza vicino, facile da raggiungere…sai mai che si potrebbe organizzare un tour… 😉

    1. XD come dissi all’omino quassù, si può fare, why not!? sogni d’horror a te, e son lieta che tu mi capisca 😀

    1. Occhei bebi, organizziamo una nave da crociera che ci porti fin là, io l’aereo non lo prendo se non da morta, e si può fare…SI PUO’ FAREEEEEEEE! ghehghghg

Rispondi