Terremoti e fine del mondo: cosa sta succedendo?

By | 24 maggio 2012

Anche oggi sul blog torniamo a parlare del terremoto che si è verificato la notte di domenica 20 maggio 2012 alle 4.04.

Purtroppo il fenomeno non si è ancora concluso, e lo dimostrano, tra le altre cose, le scosse di assestamento che continuano con una tempistica e un’intensità davvero allarmante.
Le scosse registrate dalla prima di domenica notte a oggi è davvero elevatissima (si parla di più di 250 scosse con magnitudo compresa fra 2 e 3 e almeno una ventina con magnitudo superiore a 4).

Tutto questo mi fa fatto ovviamente pensare, e riflettere.

Ne avevo già parlato lunedì con il post dedicato alle mia domanda: il mondo sta davvero finendo?

Ne riparlo oggi, perchè ieri notte la scossa delle 23:41 mi ha nuovamente svegliata, e non ho più chiuso occhio, attendendomi una nuova e devastante scossa come quella di domenica.
E pensa e ripensa, mi sono ricordata che nel corso delle mie ricerche online su un fenomeno davvero curioso, quello dei “suoni apocalittici dal cielo“, di cui avevo parlato nel post dedicato al fenomeno pre-morte della campanella. Su internet ci sono due video (1a parte e 2a parte) che spiegano come questi suoni in realtà possano essere dei falsi…vi consiglio di ascoltare attentamente i due video segnalati, potreste scoprire qualcosa di davvero interessante.

Ma su internet ho scovato anche un’intervista che spiegava qualcosa in più riguardo questo fenomeno.

L’intervista era stata fatta a Elchin Khalilov, geofisico operante nel campo della geodinamica, uno dei più autorevoli scienziati che hanno studiato il fenomeno dei suoni misteriosi che provengono, o potrebbero provenire, dal cielo.
Khalilov è un esperto di previsione di terremoti ed eruzioni vulcaniche, e così si esprimeva sul fenomeno:

Mr. Khalilov, qual è la natura insolita dei suoni segnalati da un gran numero di persone in diverse parti del pianeta a partire dall’estate del 2011?
Molti li chiamano “I suoni dell’ Apocalisse”. Le segnalazioni ci sono pervenute da ogni parte del mondo: Usa, Regno Unito, Costa Rica, Russia, Repubblica Ceca, Australia, Brasile e Ucraina. Abbiamo analizzato questi suoni e abbiamo scoperto che la maggior parte si trova all’interno della gamma di infrasuoni, ovvero non è udibile per l’uomo. Quello che la gente sente è quindi solo una piccola frazione della potenza effettiva di questi suoni. Si tratta di emissioni acustiche a bassa frequenza nel range tra 20 e 100 Hz modulata da onde di infrasuoni bassissimi, tra 0,1-15 Hz. In geofisica, sono chiamate onde acustiche di gravità; si formano nell’alta atmosfera, in particolare al confine con la ionosfera.

 

 

Quali sono le cause di questi fenomeni?

 

Le cause attribuibili a queste onde potrebbero essere terremoti, eruzioni vulcaniche, uragani, tempeste, maremoti, tuttavia la scala del ronzio osservata in termini sia di superficie che di potenza, supera di gran lunga quella che può essere generata dai suddetti fenomeni. A nostro parere, la fonte di tale manifestazione potente e immensa di queste onde acustiche di gravità arriverebbe da grandi processi energetici. Questi processi comprendono potenti eruzioni solari ed enormi flussi energetici da esse generate, correndo verso la superficie terrestre e destabilizzando la magnetosfera, la ionosfera e l’atmosfera superiore. Pertanto, gli effetti delle potenti esplosioni solari, l’impatto conseguente delle onde d’urto nel vento solare, i flussi di corpuscoli e delle esplosioni di radiazioni elettromagnetiche, sarebbero le cause principali di generazione di onde acustiche di gravitazione, seguendo l’aumento dell’attività solare. Dato l’aumento dell’attività solare (dovuta al normale ciclo undecennale di Schwabe), con conseguente aumento dei brillamenti solari dalla metà del 2011, si può supporre che ci sia un’alta probabilità di correlazione tra i due fenomeni.
Va sottolineato che l’attività solare ha cominciato ad intensificarsi bruscamente dall’inizio del 2011, con la sua ampiezza significativamente superiore a tutte le previsioni date da una serie di autorevoli istituzioni scientifiche nel 2010 e nel 2011. Nel frattempo, l’aumento osservato dell’attività solare è pienamente coerente con le previsioni del GEOCHANGE, Comitato internazionale pubblicato nel Rapporto del mese di Giugno 2010. Se questo tasso di crescita di attività solare dovesse continuare, la sua ampiezza entro la fine del 2012 sarà superiore all’ampiezza del ciclo solare 23, e nel 2013-2014 l’attività solare raggiungerà il suo picco. L’ampiezza da noi prevista sarà di 1,5 – 1,7 volte superiore all’ampiezza del ciclo 23.

 

Ma lei ha detto che la causa dei “suoni dell’apocalisse” provengono dall’interno del nucleo della Terra. Cosa significa?

 

Vi sono molteplici cause possibili inerenti questi suoni. Il fatto è che l’accelerazione della deriva del polo nord magnetico della Terra, è aumentato di oltre cinque volte tra il 1998 ed il 2003 ed è allo stesso livello dei punti d’intensificazione dei processi energetici nel centro della Terra, dal momento che sono i processi nell’interno e nell’esterno del nucleo, a formare il campo geomagnetico della Terra. Nel frattempo, come abbiamo già riferito, il 15 Novembre 2011 tutte le stazioni geofisiche ATROPATENA che registrano le variazioni tridimensionali del campo gravitazionale della Terra, quasi contemporaneamente hanno registrato un forte impulso gravitazionale. Le stazioni dono dislocate a Istambul, Kiev, Baku, Islamabad e Yogyakarta con una distanza tra la prima e l’ultima di circa 10.000 chilometri. Tale fenomeno quindi è possibile solo se la fonte di questa emanazione è al livello del nucleo della Terra. L’enorme rilascio di energia avvenuto dal nucleo della Terra alla fine dello scorso anno, è stato una sorta di segnale di avvio indicante il passaggio dell’energia interna della Terra ad una nuova fase attiva. L’intensificazione dei processi energetici nel centro della Terra in grado di modulare il campo magnetico terrestre, attraverso una catena di processi fisici presso la ionosfera, genera onde acustiche di gravità in una gamma udibile, ascoltate dalla popolazione mondiale sotto forma di uno spaventoso suono a bassa frequenza in diverse parti del nostro pianeta. In entrambi i casi, anche se le cause sono di natura abbastanza comprensibile per i geofisici, sono indicativi del previsto aumento significativo dell’attività solare e dell’attività geodinamica del nostro pianeta. Se tutto ciò fosse vero, potremmo attenderci. Non c’è dubbio che i processi interni della Terra regolano l’energia del nostro pianeta, e quindi, dovremmo aspettarci per la fine del 2012 un forte aumento di terremoti, eruzioni vulcaniche, tsunami ed eventi climatici estremi, con livelli però ancor più elevati nella fase del massimo solare nel 2013 – 2014.
(Fonte: http://www.2012finedelmondo.eu/fatti-strani/fatti-strani-rumori-cielo.php)

Credo davvero che quest’intervista sia emblematica, soprattutto nella sua parte finale, dove si dice: dovremmo aspettarci per la fine del 2012 un forte aumento di terremoti, eruzioni vulcaniche, tsunami ed eventi climatici estremi, con livelli però ancor più elevati nella fase del massimo solare nel 2013 – 2014.

Direi che qualcosa di simile sta avvenendo proprio adesso, davanti ai nostri occhi, o sbaglio?

 

Si parla di tempeste solari, ed effettivamente una forte tempesta solare si è verificata il 9 marzo scorso,  producendo uno sciame di particelle ad alta energia che, secondo le previsioni dell’Agenzia americana per gli oceani e l’atmosfera (Noaa), ha investito la Terra il 10 marzo. 

E c’è di più, molto di più: secondo il sito http://www.spaceweather.com/archive.php?view=1&day=21&month=05&year=2012 , un’onda d’urto interplanetaria, probabilmente dovuta al brillamento solare di classe M5 sprigionatosi lo scorso 17 maggio, ha investito la Terra il 20 maggio intorno alle ore 02:00 UT, cioè le 04:00 ora italiana. 

L’arrivo dell’onda sembrerebbe abbia causato un’intensa attività geomagnetica attorno ai poli terrestri. L’impatto ha prodotto una deformazione della magnetosfera terrestre di parecchie migliaia di chilometri intorno al pianeta. La strana coincidenza è che, poco dopo, la Terra tremava in Emilia, con un terremoto di magnitudo 6.1 richter, propagandosi per tutto il nord Italia. 

Possiamo ancora parlare di semplici coincidenze o c’è molto di più? I Maya hanno dunque visto giusto? La fine del mondo è vicina?

Print Friendly

15 thoughts on “Terremoti e fine del mondo: cosa sta succedendo?

  1. Stephanos Fid

    Allora hai risposto da sola al cosa sta succedendo a questo mondo, non c’ è nulla da aggiungere e nulla da togliere. Ti ringrazio per la risposta. ^_^

    Reply
    1. Donata Ginevra

      sì, l’avevo immaginato, ma siccome non son fatalista e nessuno pessimista, avevo quasi sperato nn fosse vero…anche se ultimamente moltissime cose si stanno sommando, e molte di esse qualche dubbio in più me lo so stan facendo venire 🙁

      Reply
    2. Stephanos Fid

      Ma non è questione di essere fatalisti! 🙂 La Bibbia dice semplicemente che la malvagità, la morte, le sofferenze e le malattie saranno eliminati per sempre e torneremo a vivere nella condizione iniziale di un tempo. Leggi Rivelazione 21. Perdonami se non ho risposto prima. Ciao!

      Reply
    3. Donata Ginevra

      Grazie del suggerimento! Io spero davvero che ci sia questo rinnovamento, effettivamente il mondo sta andando un po’ troppo rapidamente alla deriva, speriamo solo che non ci colga troppo impreparati, qualunque cosa succeda!

      Reply
    1. Donata Ginevra

      “Poiché si leverà nazione contro nazione e regno contro regno; ci saranno carestie e terremoti in vari luoghi”… vero, ti risponderei anche con l’Apocalisse 😉

      Reply
  2. Melinda

    Quei suoni sinistri continuano a farmi paura anche senza sentirli…sarà sempre per l’associazione mentale con Lost, ma ho i brividi.
    Speriamo che le cose non peggiorino e che la natura torni ad amare l’uomo.

    Reply
    1. LadyGhost

      Secondo me le cose stanno già peggiorando, le scosse non accennano a diminuire :(((

      Reply
  3. Nick

    La fine del mondo, non credo proprio. Di sicuro dovremmo mettere termine ad un certo tipo di mentalità che abbiamo seguito fino ad ora.

    Reply
    1. LadyGhost

      Questo indubbiamente, ma spererei che la gente cambiasse mentalità non per la paura e l’angoscia che prova…

      Reply
  4. metiu (portabandiera disperato)

    fantasmina, sai che sono il capo degli scettici. e che per me “maya” è solo il nome di una compagna di classe molto carina dei tempi del liceo.
    eppure ti leggo sempre con passione.
    abbrazzi disperati
    metiu

    Reply
    1. LadyGhost

      Grazie, capo degli scettici! Anche io lo ero, fino a qualche tempo fa, poi però quando leggi certe cose ti viene qualche dubbio in più :/

      Reply

Rispondi