La vera storia della Madonna della Salute

18 Risposte

  1. veronica ha detto:

    wooowww mette brividi!!!!!!!!!!!!!!!

  2. Mathias ha detto:

    adesso ho davvero paura!!!

  3. Walter ha detto:

    Conoscevo questa storia, ma altrettanto affascinanti sono i misteri esoterici legati alla Basilica stessa, a cominciare dalla forma della sua pianta che ricorda la Clavicola di Salomone, fino alla figura posta nel centro della pavimentazione con il simbolo dei Rosacroce…

  4. Anonymous ha detto:

    trovo il tuo blog a dir poco splendido. Hai una padronanza davvero rara, e non ti fermi a proporre una storia, ma la vivisezioni. Sei bravissima. Padovana..ci sono stato spesso a Padova,ora ho un motivo in più per tornarci e visitare le bellezze che declami.

  5. Artemisia1984 ha detto:

    Brrr! Questa fa proprio paura, speriamo che adesso abbiano trovato la pace…

  6. angie ha detto:

    Francamente, è la verità, la mia amicizia credimi, non inquina affatto ciò che penso.
    Leggo con piacere le tue storie e le trovo belle.
    Ciao Angie

  7. liber@discrivere ha detto:

    @Angie: ciao bella!! certo che puoi, il mio blog mica è privato, e mi farebbe anche piacere! tu avevi parlato tempo fa del Sacro Graal,ne ho parlato anche io sul mio post dedicato al crollo del campanile di san Marco, dimmi che ne pensi! un bacione

  8. angie ha detto:

    Che storia incredibile, Venezia è colma di storie di fantasmi, ma certo questa è eclatante e veramente affascinante.

    Aspetto con ansia qualche altra storia, sei un vero pozzo di San Patrizio.
    Ciao potrei condividerla sul mio blog? Grazie

    Angie.

  9. liber@discrivere ha detto:

    @Nick: no no niente fantasmi!Nerone può andar bene cm amico? ;))

    @Ariano:ci sn tanti di quei misteri nascosti a Venezia che neanche immagini…sto indagando e presto pubblicherò una storia..

    @Sibilla: grazie! passerò molto volentieri a trovarti!

  10. Sibilla ha detto:

    Ciao! Sono Sibilla.. hai un blog molto interessante! adoro storie di fantasmi e di streghe.. questa leggenda non la conoscevo!
    Se ti va passa anche da me nei miei blog!
    Lo scrigno di Sibilla e i racconti di Sibilla!
    Ti seguirò volentieri!
    A presto..Sibilla

  11. Ariano Geta ha detto:

    “Venezia è una città così affascinante e così piena di misteri e segreti che spesso mi viene da prendere il treno e andarla a visitare, girovagando quasi senza meta per le sue calli e i suoi campielli, lasciandomi guidare solo del mio “sesto senso” che mi porta ad addentrarmi in luoghi stupendi e densi di magia”
    Questa è una frase che sottoscrivo in pieno, peccato solo che il mio viaggio in treno per Venezia sia esageratamente lungo 🙁 altrimenti ci andrei spessissimo.
    Riguardo la storia in questione non la conoscevo. Ho diversi libri sulla storia della Serenissima, con aneddoti e curiosità, ma questa proprio non la sapevo. Quando (spero presto) ritornerò a Venezia, entrando a Madonna della Salute proverò sicuramente un brivido di tensione…

  12. Nick ha detto:

    Ok fammi sapere che se sono libero considerati invitata a pranzo (o a cena) da me e Venusia.
    Se vuoi porta pure qualche amico.
    Basta che non siano fantasmi. 😉

  13. liber@discrivere ha detto:

    @Nick: penso di andare la prossima settimana,lavoro permettendo…e poi ho in mente una capatina a Villa Velluti, nella Riviera…

  14. Nick ha detto:

    Avvisami quando ci vai, così magari collaboriamo.
    In realtà poi la maggior parte delle cose che scrivi sono una costante fonte d’informazione di sorpresa per me. ;))))))))

  15. liber@discrivere ha detto:

    naaaaaaaa!! zio Nick nn puoi smontarmi un post cosìììììì!!! e vabbè sappiamo che ami Venezia, quindi mi sorprende che siano poche le cose che scrivo e che non conosci ;))
    sìsì avvisami!! io ho in progetto una capatina a Villa Pisani,ho sentito qualcosa di strano nei gg scorsi inerente il labirinto…nn so se si riferisca al libro Il labirinto d’acqua ma è cmq una ocsa da approfondire…

  16. Nick ha detto:

    Questa la conoscevo!
    A proposito il prox mercoledì vado a Venezia (ce l’ho a due passi). Ti avviso se vedo fantasmi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Show Buttons
Hide Buttons